Completato il Ground Segment Testing

Raggiunta un’altra milestone nella travagliata storia del JWST: sono stati completati i test che hanno permesso di stabilire che il telescopio risponderà ai comandi una volta nello spazio. Il test, che prende il nome di Gorund segment test, ha permesso per la prima volta di accendere e testare gli strumenti scientifici di JWST: i segnali sono partiti dal Mission Operations Center allo Space Telescope Science Institute a Baltimora, Maryland. Si è testato in sequenza l’accensione, il movimento e l’utilizzo di ognuno dei quattro strumenti scientifici di Webb, considerando il telescopio come se fosse a milioni di chilometri di distanza, simulando quindi anche il ritardo nelle comunicazioni: per poter replicare il tempo di attesa, il team ha collegato il JWST al DSN, utilizzando uno speciale equipaggiamento per simulare il collegamento radio che ci sarebbe nello spazio. I comandi sono quindi passati per l’emulatore de

Erano stati effettuati altri test in passato, ma non mai in maniera completa e soprattutto sull’hardware effettivo. Per verificare il corretto funzionamento del sistema osservativo, si è creato un piano di osservazioni, successivamente caricato al telescopio dal FOT. Successivamente il telescopio ha condotto l’osservazione e ha trasmesso i dati al MOC.

Causa COVID-19 erano presenti solamente 7 persone all’interno della MOC, mentre per completare tutto il test ne sono servite circa 100, che hanno lavorato in modalità smart-working.

Prossima tappa per Webb sono i test acustici e il sine-vibration test che dimostreranno che il telescopio assemblato non subirà danni durante il lancio.

Fonte: Ground Segment Testing completed.

13 Mi Piace