Cosa aspettarsi quando MSL-Curiosity inizierà a scattare le foto


Questo disegno mostra la posizione delle camere sul Curiosity. Sull’albero sono montate sette telecamere: il Remote Micro Imager parte della suite di ChemCam, quattro telecamere di navigazione in b/n (due di navigazione sulla sinistra e due a destra) e due telecamere a colori ad alta risoluzione. Image credit: NASA / JPL-Caltech.

Un classico gruppo di turisti giunti sulla superficie di Marte inizierebbe certamente a scattare foto all’impazzata. Curiosity della NASA, se tutto andrà bene, la mattina del 6 agosto avrà un approccio più significativo e metodico.

Le primissime immagini proverranno dalle telecamere da 1 megapixel, le Hazcams, collegate al corpo del rover (2 anteriori e 2 posteriori) e puntate in basso sul terreno prospiciente. Solo dopo diversi giorni, quando i tecnici avranno stabilito che il rover é in sicurezza e che sarà sicuro dispiegare il Mast Remote Sensing del rover e le sue telecamere high-tech, Curiosity inizierà a fotografare i dintorni.

“Una serie di immagini a bassa risoluzione in scala di grigio saranno acquisite dopo pochi minuti dalle Hazcam”, ha detto Justin Maki del laboratorio Jet Propulsion della Nasa a Pasadena, in California "Una volta che tutti i sistemi critici saranno stati controllati dalla squadra posta nel Dipartimento di Ingegneria e l’albero verrà innalzato, il rover scatterà la foto del sito di atterraggio con una maggiore risoluzione. "

Curiosity richiede per la sua movimentazione ben 12 telecamere - otto Hazcams vicino al terreno, due paia nella parte anteriore e due paia nella posteriore del rover, e quattro telecamere in alto Navcams nella parte superiore sopra l’albero, dette “look-out”. Le telecamere in basso inquadrano il terreno da vicino, mentre quelle in alto rilevano ai fini del movimento la conformazione di una più vasta area. Tutte le telecamere di navigazione acquisiscono immagini stereoscopiche in bianco e nero. Metà delle telecamere di navigazione sono di backup, collegate a 2 diversi computer per motivi di ridondanza.

Le prime immagini saranno catturate con le Hazcams stereoscopiche nella parte posteriore e anteriore del rover, e non saranno ancora a piena risoluzione (le due immagini che arriveranno sulla Terra saranno un’anteprima di 64x64 pixel). Le Hazcams sono dotate di grandangolari e sono inizialmente ricoperte da coperture per la polvere, progettate per proteggere le telecamere durante l’atterraggio.
Queste prime immagini daranno una buona idea di ciò che circonda MSL, così come la sua posizione e inclinazione. “Garantire che il rover è su un terreno stabile è importante prima di sollevare l’albero del rover”, ha detto Jennifer Trosper Mission Manager al JPL. “Stiamo utilizzando un sistema di atterraggio completamente nuovo, quindi stiamo procedendo con cautela.”

Immagini a colori dal rover Mars Descent Imager o MARDI, acquisite mentre il rover scenderà verso la superficie di Marte, contribuiranno a individuare la posizione di atterraggio. Le prime immagini del MARDI dovrebbe essere ricevute a terra la sera del 6 agosto, ma non la video sequenza completa che richiederà molti giorni di trasmissione dai satelliti marziani. Anche queste prime immagini ci giungeranno sotto forma di miniature (la più grande potrà essere di 192 pixel di larghezza per 144 pixel di altezza). Una foto ad alta risoluzione delle immagini potrà essere ricevuta forse dopo poco.

Viste a colori aggiuntive della superficie del pianeta sono previste in arrivo il pomeriggio/sera del 7 agosto dalla Mahli (Mars Hand Lens Imager), uno dei cinque dispositivi del braccio robotico. La fotocamera è stata progettata per immagini close-up di rocce e suolo, ma può anche scattare foto fino all’orizzonte. Quando il Curiosity atterrerà il suo braccio sarà ripiegato, ma lo strumento Mahli sarà comunque in posizione giusta per catturare una visione iniziale a colori dell’area del Gale Crater.

Una volta che l’albero di MSL sarà in piedi, le Navcams cominceranno a riprendere immagini stereo ad alta definizione a 360 gradi intorno al rover così come le prime immagini del corpo superiore del rover. Queste telecamere hanno angoli di ripresa di 45 gradi e possono distinguere l’equivalente di una pallina da golf fino a 25 metri. Esse sono progettate per rilevare il paesaggio in tutte le direzioni, anche su e giù. Immagini dalle fotocamere di Navigazione si prevedono in arrivo sulla Terra circa tre giorni dopo lo sbarco, se l’albero sarà sollevato nei tempi previsti.

Tutte assieme le telecamere di Curiosity aiuteranno gli scienziati e gli ingegneri a prendere decisioni su dove e come guidare il rover, e quali rocce esaminare con gli strumenti. “Una grande parte della missione sarà decisa sulla base delle immagini restituite da esse” ha detto Maki.

Inoltre, circa tre giorni dopo l’atterraggio, anche le fotocamere ad alta definizione Mastcams dovrebbero iniziare a scattare. Per risparmiare la banda di trasmissione saranno trasmesse a terra prima le miniature delle immagini, poi più di una settimana dopo le foto in alta risoluzione selezionate.

La fotocamera del (ChemCam) strumento Chimica e Camera fornirà una visione telescopica dei bersagli a distanza.

Come la missione andrà avanti, l’intera suite di telecamere e strumenti scientifici lavoreranno insieme a caccia di indizi per rispondere alla domanda se il nostro vicino pianeta abbia mai offerto le condizioni ambientali favorevoli per lo sviluppo di una vita microbica.

Per visualizzare le ultime foto scattate dal Curiosity: http://mars.jpl.nasa.gov/raw/ .
Fonte: http://www.nasa.gov/mission_pages/msl/news/msl20120803.html

I tuoi post rasentano la perfezione; mai pensato di scrivere un libro???davvero complimenti!!!

quoto topopesto, le mie cronache della missione di opportunity sono pensierini di bambini a confronto, davvero complimenti per la semplicità e precisione dei post

Mi prendete in giro?
:flushed:
Grazie, non mi autoreputo uno scrittore, solo ho una paura inconscia di mio padre, che mi bacchettava per ogni errore di sintassi :facepunch:
Comunque devo imparare bene l’inglese: datemi della roba da tradurre!!

Sul sito di Arianespace e soprattutto su quello della NASA ce n’è quanta ne vuoi. :slight_smile:

Ottimo, il sito delle foto è finito di corsa tra i segnalibri! :slight_smile:

La grammatica è alla base di tutto, sia dell’italiano, sia dell’inglese. Hai un ottimo padre!!!