CSS - Stazione Spaziale Cinese (Tianhe)

Highlights della EVA.

3 Mi Piace

EDIT: le considerazioni in questo post sono state aggiornate più in basso.

Qualche altra info sull’hardware installato.

Si è trattato dell’aggiunta di un PDGF (Power Data Grapple Fixture, la rigiro con un acronimo parallelo al programma ISS)
per il braccio robotico principale.

E dell’installazione di un altro Grapple Fixture destinato ad una sua estensione. Un braccio robotico più piccolo.
Si potrebbe paragonare allo stesso design che finora abbiamo visto preventivato per il Lunar Gateway. Al posto di DEXTRE, un braccio aggiuntivo appunto di dimensioni ridotte.

Cercare di comprendere per bene la cosa, non è facile, ma mi sembra di aver capito che anche questo GF ha connessione dati ed energia e che potranno utilizzare anche il braccio piccolo come base, per aumentare il raggio di azione del LEE (latch end effector, la “mano” del braccio robotico. Anche qui uso un termine di matrice “ISSiana”) del braccio principale (sembra in effetti che abbiano tipi differenti di LEE, proporzionali alle dimensioni relative e credo anche ai carichi che dovranno manipolare).

Mi sembra di capire che questo GF fungerà anche da area di parcheggio per il braccio piccolo, quando non utilizzato.

La configurazione estesa con i due bracci collegati, porterà la lunghezza totale del sistema a 14,5 metri (Canadarm2 da solo è 17,6 metri).

Qui si vede il PDGF del grande, installato (fonte video CCTV linkato nei post più su).

Nel tweet sotto, il cerchio rosso (ultima foto) si vede l’alloggiamento in cui il pezzo è stato alloggiato.
Nella prima foto il PDGF in preparazione e nella seconda foto, l’accoppiata Braccio/Braccio

In quest’altro invece, la posizione dove è stato installato il GF per il braccio piccolo (sembra verrà utilizzato l’anno prossimo)

Cercherò di recuperare i nomi ufficiali dei due bracci robotici.

Mi chiedo come mai questi PDGF appena montati, non siano stati integrati al modulo a priori.

(@riki2048ksp @Lupin ho modificato radicalmente il messaggio dopo il vostro cuoricino. Rispetto alla prima stesura è cambiato parecchio)

12 Mi Piace

Buon appetito.

Dal barbiere.

9 Mi Piace

Il braccio robotico.

5 Mi Piace

Abbracci ad EVA conclusa.

2 Mi Piace

Corposo video relativo alla EVA.

6 Mi Piace

Sbaglio o queste (meravigliose) foto sono le prime scattate da equipaggi cinesi che ricordano per qualità e stile quelle cui siamo ormai abituati dai nostri astronauti ESA/Nasa?

Il grosso del video è relativo alla EVA-12. La 13 è nell’ultima ora dello stream.

Molto prezioso come contributo, perchè si vede bene il Grapple Fixture “minore”:

E anche perchè dal riassunto della EVA precedente proposto, si nota che anche gli astronauti Cinesi hanno il librino portatile delle procedure al polso, ma su una banda elastica in modo da poterlo spostare alla bisogna. (Sinistra è sopra al polso, Destra è sotto al polso)

Fonte immagini, Il video postato da Lupin

5 Mi Piace

Allora, c’è da fare un attimo di riordino in questa storia dei grapple fixture Cinesi…

Braccio Grande: Chiamato TH (che deriva da 分别是目前正在使用的 TH 机械臂 @SilviaB @Vespiacic help!)
Braccio Piccolo: Chiamato WT (che deriva da 实验舱上行的 WT 机械臂)

Sono molto simili nel design e differiscono oltre che nelle dimensioni (TH è 10.2 metri, WT è 5 metri) nel sistema di presa.
TH è preso paro paro dal sistema Canadarm2 (dei lacci che si stringono intorno ad un perno guida per centrare il pezzo e poi tirano per portare ad un “hard docking”)
WT invece ha un sistema simile a quello del JRMRMS SFA. Tre ganci di presa che aggrappano direttamente, senza una fase intermedia. Nel tweet sotto, evidenziato con un cerchio rosso, il punto di stazionamento del braccio WT.

Questo sistema di presa è presente in entrambe le estremità del braccio WT. Per interfacciare i due bracci è stato parcheggiato all’esterno della stazione cinese, un adattatore chiamato ZJJ.
Avevo indicato nel post precedente questo pezzo come base esterna del braccio TH, ma è un’altra cosa.

Come una moneta ha due faccie diverse: da una parte ha una interfaccia di presa adatta al TH, e dall’altra una dedicata WT.

Fa da connettore e ponte tra il braccio grande (TH) e quello piccolo (WT), consentendo trasferimento dati/energia.
Altro errore di considerazione che devo correggere, è il fatto che il braccio WT non può fare da base mentre il sistema è al lavoro. non reggerebbe il carico di massa.

L’adattatore ZJJ, è stata installato durante la EVA 13 ad un punto di aggancio attivo (chiamato XGZZ): un sistema di presa come quello che ha il WT direttamente montato allo scafo della stazione.
Nella foto del tweet sotto la zona è evidenziata con il cerchio rosso.

Ultima nota, TH può movimentare carichi fino ad una massa di 25 tonnellate.
WT può operare anche autonomamente.

13 Mi Piace

Pulizie di bordo.

2 Mi Piace

Immagini mozzafiato.

7 Mi Piace

Nie Haisheng alle prese con l’esercizio fisico.

5 Mi Piace

Il braccio robotico.

3 Mi Piace

Imbeccato dal buon @vespiacic con il tweet sotto

Ho notato I vari punti in alluminio bronzato sul braccio TH, scambiandoli per WIF (Work Inteface Fixtures, punti a cui si montano gli appoggi per i piedi degli astronauti in EVA)

E rimasto incuriosito anche da questo dettaglio, montato direttamente sullo scafo della stazione CSS

Si tratta di punti di aggancio che si interfacciano con le relative controparti viste sopra. Qui in basso in una panoramica migliore.

Sono stati usati per tenere fermo il braccio TH alla stazione, durante le fasi di lancio.

Qui è spiegato il meccanismo di rilascio di questi fermi

Con traduzione Google

Si tratta di un brevetto dichiarato da CASC/SAST Il principio generale di sblocco è simile allo sblocco e dispiegamento del punto di compressione dell’ala solare dopo che il satellite è entrato in orbita. Ogni dispositivo di blocco ha 2 set di pirotecnici usa e getta come backup l’uno per l’altro e 4 set di meccanismi di sblocco meccanico come backup l’uno per l’altro. Pirotecnica e macchinari sono reciprocamente di backup. Il suddetto cavo plug-in viene utilizzato per accendere il meccanismo di sblocco. Guardando l’immagine scattata da SZ-12, almeno il meccanismo di sblocco meccanico di questo punto di chiusura è sbloccato normalmente e non viene utilizzato alcun dispositivo pirotecnico.

Riassunta: I blocchi hanno sia sul “maschio” che sulla “femmina”, un doppio sistema di sgancio: meccanico (doppiato) e pirotecnico di emergenza, dando in pratica una quadrupla ridondanza per ogni punto.

La stessa soluzione è stata usata anche per i pannelli fotovoltaici.

9 Mi Piace

Esercizi Taiji Quan.

Letture.

Questo è relativo ai preparativi per la scorsa EVA.

Ed un focus su Wang Yaping.

1 Mi Piace

La CNSA non ha rilasciato nessun comunicato ufficiale a seguito dell’incidente con detriti orbitali avvenuto ieri. Sono affetti tutti i satelliti in orbita bassa, in particolare anche la stazione spaziale cinese.
La stazione è progettata per durare 15 anni e la probabilità che arrivi a tale data senza guasti strutturali era data al 92% fino a due giorni fa. Adesso è stata abbassata al 91,3%.

8 Mi Piace

Il paesaggio si ripete ogni 90 minuti, gli astronauti trovano qualcosa per passarsi il tempo :wink:

3 Mi Piace

Attività del mattino.

2 Mi Piace

Esercizi davanti alla TV.

Sorvolo dal Mar Caspio alla Cina.

Attività motorie.

Wang Yaping.

6 Mi Piace