Da MPLM a PMM, la conversione di Leonardo

Il progetto congiunto NASA-ASI di mantenere agganciato alla ISS in maniera permanente uno degli ex MPLM, nello specifico Leonardo, procede e con il tempo emergono ulteriori dettagli.
Il volo di trasferimento sulla ISS è STS-133, attualmente l’ultima missione shuttle prevista e programmata per il 16 Settembre 2010.
Leonardo ha già volato sulla ISS in 6 delle 9 missioni che hanno visto l’impiego dei moduli di costruzione italiana in missioni di rifornimento e trasferimento di materiale verso la ISS (STS-102, STS-105, STS-111, STS-121, STS-126 e STS-128) e prima di quest’ultimo trasferimento volerà ancora come MPLM su STS-131.
La trasformazione da MPLM a PMM (Permanent Multipurpose Module) consiste principalmente nella modifica allo scudo protettivo esterno anti-MMOD con uno di maggior resistenza e la rimozione dei sistemi considerati non necessari.
Gli unici lavori di modifica che verranno effettuati, per mantenere i costi al minimo, saranno solamente quelli strettamente necessari, ovvero, come detto oltre allo scudo, la rimozione di una serie di tubazioni e pompe idrauliche installati in costruzione in previsione del trasporto verso la ISS di rack che necessitassero di refrigerazione e condizionamento.
Lo scudo anti-MMOD che verrà installato sul PMM verrà preparato in Italia presso gli stabilimenti di Thales Alenia Space e installato solamente dopo STS-131 quando verrà sostituito con quello tradizionale montato su di esso.
Secondo Dan Hartman, Space Station Integration and Operations Manager, il PMM verrà installato inizialmente sul portello di zenit del nodo 2 Harmony ed eventualmente spostato in un secondo momento sul portello di nadir del nodo 1 Unity in modo da lasciarlo in una posizione meno ostile per il rischio di impatto con MMOD.
Mike Suffredini ha anche spiegato la prima bocciatura, avvenuta un paio di anni fa su un progetto analogo da parte ESA. Allora non era stata approvata la sistemazione definitiva sulla ISS di un MPLM in quanto si pensava di dover far tornare a terra, nell’ultimo volo di un MPLM, una grossa quantità di materiale guasto o non più utilizzabile. Il rateo di rotture sulla ISS è però stato largamente inferiore alle previsioni e sarebbe stato uno spreco far tornare a terra un MPLM con una quantità minima di materiale al suo interno nell’ultima missione, per questo si è deciso di mantenere definitivamente sulla ISS il modulo.

Non mi pare se ne sia già discusso, c’è un motivo per il quale Leonardo è stato preferito a Raffaello, al contrario di quanto si pensava inizialmente?
Quindi cambia anche il nome, non più PLM ma PMM. :expressionless:

Credo per questioni di tempo, a Leonardo sono assegnati gli ultimi voli mentre lo scudo di Raffaello viene smontato e modificato per poi essere installato appunto su Leonardo.

Grazie per l’esaustiva spiegazione Alberto, che ne sarà di Michelangelo?
C’è qualche possibilità che almeno uno dei due MPLM residui torni in Italia?

Michelangelo?! :smiley: (la quarta tartaruga ninja?) :smiley:
Donatello non ha mai volato e credo non abbia mai passato la FRR… non so cosa ne sarà dei due che rimarranno a terra… sarebbe fantastico riaverli in Italia, magari nel ventilato museo di Torino… ma se non vado errato ora sono di proprietà NASA… bisognerebbe “ri-acquistarli”… sperumma…

OOOPPSSS… accidenti alle Ninja Turtles ed alla loro pizza ai peperoni!!! :stuck_out_tongue_winking_eye:

Che siano di proprietà americana è fuor di dubbio, magari potremmo averne uno in “comodato d’uso”…

Beh… gli shuttle li regalano mi pare di aver capito… basta semplicemente gestirsi la spedizione nel proprio giardino di casa… :slight_smile:

potrebbero fare cosi anche con loro, ed uno per noi torinesi sarebbe quasi d’obbligo… :wink:

Raffaele

P.S.
Io posto in giardino sia per un MPLM che per lo Shuttle ce l’ho… se mettete una buona parola con quelli della nasa potrei farvi un buon prezzo per venire a vistiarli… :slight_smile:

uhm pensandoci bene io ho posto pure per un ET … non sò se mia moglie è d’accordo… potrei sempre convincerla che è un serbatoio di raccolta dell’acqua pluviale… :stuck_out_tongue_winking_eye:

Dici che come serbatoio per la stufa a LOX e LH2 non convincerebbe? Potrebbe anche diventare un nuovissimo sistema di climatizzazione… :wink: :stuck_out_tongue_winking_eye: