Da oggi operativo Galileo, il Sistema di Posizionamento Globale Europeo


#1

Da oggi operativo Galileo, il Sistema di Posizionamento Globale Europeo

[html]

A partire da oggi 15 dicembre 2016 è cominciata la vita operativa di Galileo, il nuovo Sistema di Posizionamento Globale Europeo per usi civili e commerciali.[/html]

Articolo completo: Da oggi operativo Galileo, il Sistema di Posizionamento Globale Europeo


#2

like + ( in attesa del nuovo forum :stuck_out_tongue_winking_eye:)


#3

like + anche da parte mia!


#4

Io invece no like (la notizia, ovviamente, non l’ottimo articolo!).
Una vittoria per l’Europa, una sconfitta per l’umanita’. Continuiamo a duplicare e triplicare sistemi, missioni, esperimenti buttando via un sacco di soldi.


#5

Vedila così: ne aumentiamo la ridondanza :stuck_out_tongue_winking_eye:


#6

provero’… :frowning:


#7

Già. Potremmo vivere tutti in pace, con un unico governo di saggi che pensano al benessere del popolo. E non mangiare gli animali.
Che occasione sprecata :grin:


#8

È esattamente così (anche se la ridondanza potrebbe, in linea di principio, essere realizzata all’interno di un unico sistema).
Ci sono stati casi in cui un “salto” nel riferimento temporale terrestre di GLONASS ha fatto sì che per una buona mezzora (mi pare) i ricevitori esclusivametne GLONASS calcolassero posizioni con km (!) di errore. Un ricevitore con 3 sistemi (in quel caso erano GPS, GLONASS, QSS) è stato in grado di escludere i glonass dal calcolo della soluzione, in quanto outliers.

Per il resto concordo. Galileo è un gran paciocco (don’t quote me on that), ma se vogliamo cominciare a dipendere seriamente su sistemi GNSS (farci atterrare aerei, volare droni, guidare automobili…) non possiamo affidarci a un sistema militare alleato, un sistema militare russo, un sistema paramilitare cinese. Anche volendo, non possiamo contribuire a nessuno di loro in maniera tale da garantirci il livello di controllo necessario a costruire applicazioni critiche che richiedono time and position. E non si tratta solo di quello, è il primo contributo a copertura veramente globale per la rete SAR…

I sistemi sono interoperabili (stesso “tipo” di segnali, la parte in RF può rimanere completamente invariata in un design per GPS da estendere a Galileo)…e contribuiscono a creare standard tecnologici per il settore. A meno di avere davvero il governo mondiale, non vedo come si potrebbe fare più sinergia.


#9

È un principio condivisibile ma ci sono certi sistemi e infrastrutture, come la difesa, che è difficile (o forse non saggio) non duplicare per nazioni a gruppi di nazioni fortementemente legate dal punto di vista politico ed economico.


#10

Oltre a quello che citi, Galileo non porta (o porterebbe, se non fosse un paciocco :stuck_out_tongue_winking_eye: ) anche un salto tecnologico rispetto al GPS?

Voglio dire, il GPS e il GLONASS sono sistemi di 30 anni fa…


#11

Come faccio a sapere se il mio smartphone riceve il segnale da Galileo?


#12

ci sono delle app in google play tipo android gps test free


#13

Beh, ma gli smartphone non sono tutti Android. [emoji6]


#14

GSA: 40 percent of GNSS receivers are Galileo-ready


#15

Sia GLONASS che GPS sono stati aggiornati nel corso degli anni, dunque non sono più quelli di 30 anni fa.
Galileo introduce degli orologi più precisi che dovrebbero, in certe condizioni (utilizzo in doppia banda, quindi non nel caso d’uso degli Open Service) portare la precisione ben sotto il metro. Ma questo lo fa anche il GPS.

Le innovazioni (in ordine di importanza, almeno secondo me) sono il SAR e i Commercial Services.


#16

Secondo me non si può difendere sempre dagli altri (sopratutto se gli altri sono sistemi militari che potrebbero essere bloccati come uso civile, in qualsiasi momento, per motivi di sicurezza delle nazioni proprietarie)!!!


#17

Vuoi mettere? Se l’Italia torna a dichiarare guerra agli Stati Uniti, dovrà pure avere un suo GPS


#18

Non è necessario dichiarare guerra agli Stati Uniti, basta una qualsiasi crisi (particolarmente grave) internazionale perché sia sospeso il servizio! Se non sbaglio fu sospeso dopo che ci fu l’attacco alle torri gemelle!!!


#19

Non mi risulta. E’ assurdo e controproducente “sospendere” il servizio su scala globale, i danni superano i benefici. Quel che si fa, ed è facilissimo, è interdire l’uso del segnale civile su scala locale con dei disturbatori (jamming) oppure causare errate indicazioni di posizione (spoofing). Tutto il lavoro fatto negli ultimi 30 anni su GPS e poi Galileo è per irrobustire il sistema e introdurre metodi di antijamming e antispoofing per gli usi militari. Gli usi civili restano poco o per nulla protetti, il segnale che giunge a terra da un trasmettitore da qualche decina di W a 20.000 km è davvero piccolo, ed è (ripeto) davvero facile costruire un jammer che interdica l’uso dei GNSS su un’area di decine o centinaia di km2.


#20

Allora mi sono ricordato male! Probabilmente dopo l’11 settembre del 2001 fu interdetto il servizio civile su scala locale (la costa orientale degli USA)!