Distribuzione luce su Luna

Salve a tutti, sono un appassionato di fotografia alle primissime armi, e tra i molti soggetti fotografati, amo fare fotografie della Luna tramite zoom ovviamente, però ho notato una cosa curiosa : so bene che quando si illumina una sfera(come la luna appunto), la distribuzione della luce su di essa forma uno spot dove è maggiore la concentrazione della luce e mano a mano che ci si allontana dallo spot, la potenza della luce diminuisce. Ora, riguardando le centinaia di foto fatte alla luna, che sia luna piena o meno, ho notato che non c’è mai lo spot, e tantomeno la distribuzione corretta della luce del sole, che dovrebbe essere differente appunto dalla zona dello spot alle altre zone più lontane, invece sembra che la luce della luna sia IDENTICA IN OGNI PUNTO DELLA SUPERFICIE ILLUMINATA, insomma non capisco perchè la vediamo in questo modo, con la superficie illuminata UNIFORMEMEMENTE, invece ho visto ad esempio foto della terra dallo spazio, dove lo spot del sole si vede bene, anche sulle zone di terra e non solo sul mare, grazie.

Quello che tu dici vale per una sfera riflettente, o almeno parzialmente lucida (laghi, fiumi, stagni…)
La Luna è molto opaca e la superfice non è lucida in alcun modo, per cui riflette la luce solare in ogni direzione. In questo modo non vedi una sensibile attenuazione ai bordi.
Vedi una progressiva attenuazione solo al terminatore (a destra in questa mia “mineral moon” di qualche anno fa).

10 Mi Piace

Bellissima.

1 Mi Piace

Grazie mille per il celere intervento, eppure qui https://www.sapere.it/enciclopedia/luna.html dicono : " Anche a occhio nudo la superficie lunare appare coperta da formazioni chiare e scure che, osservate con uno strumento pur di piccola potenza, presentano numerosi interessanti particolari. Tutte le formazioni appaiono sovrapposte a due tipi fondamentali di suolo, uno lucido, piano e scuro (con potere riflettente attorno al 6%) e l’altro corrugato e più chiaro (con un potere riflettente attorno al 15%) " , ora io non mi intendo di queste cose, ma una capacità riflettiva del 15% non dovrebbe almeno farci vedere la distribuzione della luce che va diminuendo allontanandosi dallo spot? Non dico che dovremmo vedere un spot super luminoso che ci acceca, ma almeno(usando magari anche dei filtri) dovremmo poter notare la differenza di luce tra la zona dello spot e le altre zone, dici che il 15% è troppo poco per notarlo ?

Definire lucidi i mari lunari (che l’enciclopedia descrive come un tipo di suolo “lucido, piano e scuro”) è una semplificazione nella migliore delle ipotesi.

1 Mi Piace

ma io non parlavo della definizione di lucide che può essere mal’intesa come dici tu(e sono d’accordo), io parlavo proprio della percentuale.

La questione non riguarda la frazione di luce riflessa ma la direzione e le modalità con cui viene rinviata.

ma direzione e modalità dipendono solo da forma e tipo di superficie, qui si parla quindi di forma sferica e superficie con capacità riflettente del 15%, in quale altro modo potrebbe essere rinviata la luce se non come la scienza ci spiega, e cioè con la formazione dello spot? Stavo guardando proprio ora online se c’era qualche caso particolare ma trovo solo la spiegazione dello spot.

A quale spot ti riferisci?
A questo:


o a questo:

Sono due fenomeni fisici ben differenti… Il primo e’ dovuto alla riflessione speculare della luce su una superficie liscia (il mare), l’altro e’ dovuto all’annullamento delle ombre.

Ciao, mi riferisco a questo https://www.circolodarti.com/come-si-comporta-la-luce-quando-colpisce-un-oggetto/ e quindi alla prima delle tue 2 foto, ma la mia domanda, in particolare, è la seguente : una sfera con una superficie con capacità riflettente del 15%, può creare uno spot almeno visibile? Ripeto, io non saprei dare la risposta, però non mi sembra poco il 15%, ma il mio parere non è una risposta, non dico di vedere un riflesso accecante come sul mare, ma almeno vedere la distribuzione della luce come nell’immagine del link che ho postato in questo messaggio, non c’è un programma che può simulare oggetti con capacità riflettente impostabile a piacimento? Così farei una simulazione del tutto ed avremmo una risposta certa, avete qualche suggerimento?

Blender.
È un programma (ovviamente gratuito) per la modellazione 3D che consente di fare anche questo. Però non so se vale la pena di scaricare tutto il programma solo per vedere come una sfera riflette la luce :sweat_smile:

Ti ha risposto @IK1ODO sopra:

Tu stai ragionando solo sulla quantità di luce riflessa, assumendo che venga riflessa tutta nella stessa direzione a seconda solo dall’angolo di incidenza della luce.

Per le proprietà del suolo lunare invece, la luce viene riflessa in maniera omni direzionale. Vuol dire che un fotone X viene riflesso verso di te, mentre il fotone 1 mm alla sua destra (che arriva sulla superficie praticamente con lo stesso angolo di X) viene riflesso in direzione completamente diversa e quindi non arriva a te.

Questa omnidirezionalità della riflessione, che è tipica della luna, è quello che la fa sembrare illuminata costantemente su quasi tutto il disco.

5 Mi Piace

= diffusa, ovvero senza una direzione preferenziale.

immagine

" Un raggio di luce colpisce una particella e viene diffuso in tutte le direzioni" (wikipedia)

In altre parole, prova a guardare dall’alto una distesa di sabbia e/o ghiaia, e non noterai nessuna riflessione, solo diffusione. E questo non ha nulla a che fare con l’albedo.

3 Mi Piace

Grazie mille a Buzz ed anche alla precisazione di Ik1odo, grazie anche a Luca per la citazione del programma, ora ho capito perfettamente, l’esempio della sabbia è ottimo, buona giornata a tutti.

2 Mi Piace

La Luna è coperta di regolite, ovvero polvere/sabbia/ghiaia fine derivante da eoni di cicli caldo/freddo e raggi cosmici, più ossigeno atomico terrestre e così via. La mia foto è “stirata” come livelli di luce per mettere in evidenza i dettagli, ma senza una pesante elaborazione perfino i crateri più brillanti sono uniformemente grigi.

1 Mi Piace

L’esempio della distesa di sabbia e’ ottimo. Ma non e’ corretto dire che non ha nulla a che fare con l’albedo. L’albedo misura la percentuale di luce che viene riflessa da un oggetto, sia essa per riflessione speculare che per diffusione.

Paky, ho citato l’albedo perché prima si diceva che con un albedo del 15% si dovrebbe vedere il riflesso del subpoint del Sole, cosa che ovviamente non ha a che fare con l’albedo.

1 Mi Piace

Grazie Peppe, ce l’ho stampata in ufficio, 1m x 1m, e fa un figurone :wink:

Lo sai che stavo pensando di fare lo stesso?

Purtroppo in ufficio posso stampare, al massimo, in A3 ma farebbe una bellissima figura alle mie spalle insieme alle altre foto spaziali…

Ancora complimenti per lo straordinario scatto!

1 Mi Piace

scaricala, ha una risoluzione molto alta, in A3 viene bene

1 Mi Piace