Dubbi su indirizzo di studi

Ciao a tutti! Non mi sono presentata nell’apposita area, ma lo farò sommariamente qui.
Sono una ragazza di 22 anni e vivo a Roma, il prossimo anno terminerò gli studi presso un istituto tecnico informatico (frequento un corso serale), poiché ho avuto problematiche abbastanza importanti negli anni del liceo che mi hanno reso difficile frequentare e andare avanti.
Sono da sempre interessata al mondo della scienza, infatti negli anni ho ipotizzato di iscrivermi alle facoltà più disparate, da matematica a biologia a fisica, ma c’era sempre qualcosa che mi riportava con la mente lì: lo spazio e tutto ciò che ne concerne mi attira più di ogni altra cosa.
Premetto che a causa dei problemi di cui sopra non ho mai avuto la possibilità di diventare ferrata nelle materie scientifiche a scuola, mi sono informata e mi informo per lo più autonomamente. Questo potrebbe essere un problema qualora volessi intraprendere un indirizzo scientifico all’università? O seguire i corsi e studiare mi basterebbe?
L’altro quesito, quello centrale, riguarda la mia età: ho paura che, finendo inevitabilmente per laurearmi in età più avanzata rispetto agli altri, non riuscirei a trovare un lavoro.
Stando a questi fatti, puntare su una triennale in fisica e ipotizzare magari una magistrale in astrofisica sarebbe azzardato? L’alternativa è una triennale in ingegneria aerospaziale, che probabilmente mi sarebbe più utile per un eventuale lavoro ma l’aspetto pratico, meccanico mi interessa meno.
So che è un tipo di thread già bello gettonato ma leggendo i precedenti non ho trovato nessuno nella mia stessa situazione, essendo tutti post di diciottenni freschi di diploma e senza problemi di età ahahah
Avete consigli per me?
Grazie.

1 Mi Piace

Innanzi tutto ben arrivata nel forum!

Quello che posso dirti, vista la mia esperienza, è : Non farti condizionare dall’età: conosco molte persone che hanno conseguito il loro titolo di studi anche nei ‘trenta’ e ‘quaranta’, io stesso ho ottenuto la laurea a 28 anni dopo diverse vicissitudini.
Non c’è nulla di ‘azzardato’ nell’iscriversi ad un percorso di studi, fisica e astrofisica sono indirizzi importanti e se motivata da passione e determinazione puoi sicuramente portarli a termine. Certo non sarà una passeggiata, soprattutto se pensi di lavorare e studiare, ma non considerarti nemmeno battuta in partenza.

In termini di percorso da scegliere : Ingegneria fisica può essere un buon compromesso, ci hai pensato?

1 Mi Piace

Grazie per il benvenuto!
Purtroppo a Roma non c’è ingegneria fisica :frowning: sarebbe potuta essere un buon compromesso, sì, ma purtroppo non ho la possibilità di studiare da fuori sede.
No beh, certamente il focus sarebbe sullo studio, al massimo potrei considerare qualcosa di saltuario come ripetizioni o altre cosette non troppo impegnative per sostentarmi le mie spesette durante gli studi.
Parlando di difficoltà a lavorare mi riferivo al post laurea, per la questione dell’età. Considera che non mi iscriverei prima dei 23 anni, e tengo in considerazione il fatto che potrei non finire i 3 anni (e ipoteticamente 2 di magistrale) in 5 anni tondi.
Solo con una triennale posso puntare a poco, vero? Qui a Roma come triennali appetibili avrei fisica, astrofisica o ingegneria aerospaziale.
Scusa le domande a manetta ma più passa il tempo più mi demoralizzo, sembrerà stupido ma mi sento troppo grande per fare qualsiasi cosa