Ennesimo slittamento per il lancio del James Webb Space Telescope: si va al 2020 -> 2021

Non conosco l’ambito satellite ma anche in altri ambienti si fanno prove del genere. E non sempre è vero che se sopporta 2x carico allora sopporta 1x carico, vale solo per alcuni ragionamenti macro.
Una struttura come quella di JWT avranno davvero il loro bel daffare per simularla e sono certo che il giorno del lancio al massimo potranno dire di essere ragionevolmente sicuri, non di più. Ed è quello che ci si aspetta.
I test sono costosi e a volte non ripetibili per questioni di vita della struttura quindi sono convinto che siano stati tutti sollevati nel vedere qualche rondella zonzo e null’altro.
Test test test e poi ancora test.

Domani sapremo i risultati pare.

Nuova data: 30 marzo 2021 :cry:

https://www.nasa.gov/press-release/nasa-completes-webb-telescope-review-commits-to-launch-in-early-2021

Ma, con questo ennesimo rinvio, non viene ad essere critica la disponibilità del vettore prefissato? Dico l’Ariane 5, visto che dal 2020 dovrebbe volare il suo successore Ariane 6?

Ah ecco, adesso mi spiego questo Tweet. Grazie Maxi.

Dicono che l’Ariane V sarà disponibile… :thinking:

E aggiungo:

Se non ricordo male, anche se il debutto di Ariane 6 è previsto per il 2020 i lanci dell’Ariane 5 dovrebbero proseguire in parallelo per un breve periodo.

Ha un tantino sforato?

I lanci dell’Ariane 5 proseguiranno fino al 2023, che sarà l’anno del suo ritiro.

Alla faccia dei ritardi di Musk.

1 Mi Piace

Il pronostico di Randall Munroe: https://xkcd.com/2014/

3 Mi Piace

Ero passato qui per postarla io :stuck_out_tongue:
E per la mia onesta opinione questo è un ottimo metodo per stimare i ritardi di un progetto contabilizzando “l’ottimismo” di chi fa le stime “primarie”.

Riguardando il susseguirsi di ritardi per il lancio del Falcon Heavy si può fare la stessa osservazione.

Pensare che queste sottovalutazioni sono principalmente “politiche” mi mette un po’ di rabbia. Al giorno d’oggi se chiedi di finanziare una missione con tanti soldi e prometti di lanciarla due legislature dopo di quella che te la finanzia sei spacciato…mah.

posto qui la notizia che i fondi per il JWST si fanno sempre più scarsi e che l’ipotesi di lancio a novembre 2020 è tramontata, ma neanche per marzo 2021 sembra molto probabile

3 Mi Piace

Marzo 2021 sembra sempre più irrealizzabile, per il Gao siamo al 12% di possibilità di successo:
http://www.parabolicarc.com/2020/05/08/concerns-remain-about-webb-telescope-launch-schedule/

1 Mi Piace

Ancora Jeff Foust su Spacenews:

1 Mi Piace

Ancora un altro ritardo e i cellulari saranno in grado di fare foto migliori :sweat_smile:

Ma durante questa attesa, vengono eseguiti degli aggiornamenti ai sistemi o è tutto fermo impacchettato?

no, nessun aggiornamento al hardware e’ possibile. Se durante qualche test si trova un componente (un bullone, un cavo, una scheda elettronica) guasto si puo’ sostituirlo, ma comunque con lo stesso tipo. Non si puo’ certo cambiare uno strumento scientifico.

3 Mi Piace

La CDR congela la configurazione e da il via alla fase di AIT ( costruzione e test) quindi a meno di non conformità importanti la configurazione rimane quella di progetto. Comunque in generale lo spazio è un ambiente molto conservativo e le componenti non cambiano con molta velocità come nella normale industria elettronica. Se si rompe un’unità in fase di test di solito la si fa riparare. Anche perché altrimenti la singola unità deve essere sottoposta a tutti i test di accettazione si a livello di unità sia a livello di sistema.

5 Mi Piace

Nuovo articolo di Marco Carrara pubblicato su AstronautiNEWS.it.

6 Mi Piace