Entro un anno sapremo se su Marte c'è acqua allo stato liquido

I risultati definitivi saranno forniti elaborando i dati del radar italiano Marsis che si trova a bordo della sonda Mars Express dell’Agenzia Spaziale Europea

Un anno di tempo per avere la risposta definitiva sulla presenza o meno di acqua allo stato liquido su Marte: è la scadenza che i ricercatori italiani direttamente coinvolti su questo tema ritengono più probabile per risolvere uno dei più avvincenti enigmi sul pianeta rosso. ''I risultati ottenuti finora confermano la presenza di ghiaccio d’acqua nel sottosuolo di Marte, ma non abbiamo ancora visto acqua allo stato liquido", ha detto nei giorni scorsi a Roma, in un incontro organizzato dall’Accademia dei Lincei, Giovanni Picardi, dell’università di Roma La Sapienza, ‘‘padre’’ dei due radar destinati ad andare a caccia di acqua su Marte.

Lo strumento che sta cercando acqua su Marte è il radar dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) Marsis (Mars Advanced Radar for Subsurface and Ionosphere Sounding instrument, nella foto), progettato da Picardi in collaborazione con Jeffrey Plaut, del Jet Propulsion Laboratory (JPL) della Nasa e realizzato in Italia dall’Alenia Spazio per l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI). A bordo della sonda europea Mars Express, Marsis è tornato in attività dopo un periodo di pausa dovuto alle condizioni di osservazione non ideali. Dopo i primi dati, che Marsis ha raccolto fino a tre chilometri di profondità, adesso è in fase di calibrazione la terza antenna del radar, grazie alla quale sarà possibile cancellare tutti gli echi che si sovrappongono al segnale principale e ottenere così un risultato più pulito e leggibile. T

ra pochi mesi Marsis non sarà più il solo strumento a caccia di acqua su Marte: da ottobre comincerà a funzionare un altro radar italiano, Sharad (Shallow radar), progettato sempre da Picardi e installato a bordo della sonda americana MRO (Mars Reconnaissance Orbiter). Dopo la prima fase di taratura dello strumento, i primi dati sono attesi per metà novembre.

Nel frattempo il mondo scientifico è diviso. Solo una parte di esso è convinta che nel sottosuolo di Marte ci sia acqua: ritiene che sia un pianeta arido da almeno tre miliardi di anni e, se ancora c’è dell’acqua, questa è sicuramente poca e si trova molto in profondità. ''Ma questa ipotesi è in contraddizione con i dati geochimici e geologici", ha osservato il responsabile dell’ESA per l’esplorazione del Sistema Solare, Marcello Coradini. Dalla presenza di ematite rossa così come dalla morfologia, ha aggiunto, si deduce che sulla superficie di Marte c’è stata acqua liquida. Il fatto inoltre che si tratta di strutture ‘‘fresche’’, nelle quali non ci sono tracce di crateri, rafforza l’ipotesi che l’acqua si trovi ‘‘possibilmente più vicina alla superficie’’.

22 maggio 2006

da newton

Mi sembrava un dejavu… è il terzo thread sull’argomento, di cui due uguali, non conviene farne uno solo che contenga tutti e tre? :smiley:
Niente di personale, è solo questione di comodità e chiarezza… :wink:

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=1619
http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=1562

Mi sembrava un dejavu... è il terzo thread sull'argomento, di cui due uguali, non conviene farne uno solo che contenga tutti e tre? :smiley: Niente di personale, è solo questione di comodità e chiarezza... :wink:

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=1619
http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=1562

Si, hai ragione e l’avevo notato anche io.
Purtroppo il motore del sito non mi consente di fare il “merge” di diversi posts. Ho spostato l’ultimo, di Lady Vampire, sotto “News Astronomiche” in OT, e non me la sono sentita di cancellarne uno piuttosto che un altro.

Date un occhio sempre che i posts non siano già stati inseriti. Insomma non fate come me quando duplico i posts fotografici di albyz85 :smiley:

Si però la mia è un’altra fonte!
Una è presa da Studio Celentano e postata da Space Freedom.
L’altra l’ho postata io ma dall’Ansa che è sempre parca di notizie.
Questa invece proviene da Newton.
Solo per farvi capire, come se ci fosse bisogno, di come accolgono la notizia i nostri “media”.
:smiley:

Beh, Lady, in effetti come ho scritto non me la sono sentita di “moderare” i duplicati, non mi sembrava il caso, visto che non capita quasi mai. :wink:

In generale, in maniera molto tranquilla, invito tutti quanti a dare un’occhiata a quanto già pubblicato, ed eventualmente ad inserire le differenze tra un’interpretazione e l’altra come risposta al post originale.

Comunque tranqui, non è successo niente di male. :smiley: