Europei nello spazio

Mi sono divertito a fantasticare sui candidati europei che sarebbero scelti in un futuro programma lunare con partecipazione europea… :smiley:

Ho utilizzato questi due link con le biografia degli astronauti del corpo europeo e con l’esperienza di ciascuno:

http://www.esa.int/esaHS/ESA2GV0VMOC_astronauts_0.html
http://www.esa.int/esaHS/eurastronauts.html

Io sono arrivato alla conclusione che i due più papabili sono tuttora il nostro Vittori e Pedro Duque, ho scartato Reiter per ragioni di età, e un paio di francesi per la stessa ragione con entrambi un paio di missioni a testa, C. Haigneré e F. Clervoy. I due che ho detto sono relativamente giovani e già con un paio di esperienze nello spazio…

Cosa ne pensate?

Sarebbe veramente una grande soddisfazione, soprattutto per Vittori, che vedrebbe coronata una grande carriera con il volo sul ns. satellite.

Ammetto di provare un briciolo di invidia…

Concordo pienamente ! Vittori 1° Europeo e 1° Italiano a mettere piede sul nostro satellite. Naturalmente come Comandante di Missione :wink:

Non vorrei raffreddare i vostri entusiasmi,ma il primo Europeo sulla luna non volerà prima del 2021-22 (ipotizzando che la prima missione NASA sarà intorno al 19,e calcolando almeno altri due sbarchi “all american”).Credo che per l’epoca Vittori sarà troppo anziano.Non dimentichiamo che un EVA lunare comporta un impegno fisico notevole.Probabilmente il primo italiano a passeggiare sul nostro satellite,oggi sta ancora al liceo.

Comandante di missione la vedo ardua, su un CEV :slight_smile:
Tuttavia mi sembra plausibile la partecipazione. E’ stato il primo europeo a soggiornare 2 volte sulla ISS (anche se avrei preferito fosse il primo a fare una permanenza lunga), e la sua professionalita’ e’ riconosciuta in ambito internazionale, basti considerare che gli e’ stato affidato il comando della Soyuz, con Krikalev come alternativa…non l’ultimo arrivato…ma Krikalev…

Glielo auguro di cuore, anche se davvero potrebbe essere tra troppo tempo…

Non vorrei raffreddare i vostri entusiasmi,ma il primo Europeo sulla luna non volerà prima del 2021-22 (ipotizzando che la prima missione NASA sarà intorno al 19,e calcolando almeno altri due sbarchi "all american").Credo che per l'epoca Vittori sarà troppo anziano.Non dimentichiamo che un EVA lunare comporta un impegno fisico notevole.Probabilmente il primo italiano a passeggiare sul nostro satellite,oggi sta ancora al liceo.

Io non penso che il primo europeo sulla luna sia così in avanti con il tempo… Se i piani saranno rispettati, cioè 2018-19 il primo viaggio, penso che l’opportunità venga intorno al 3°, 4° viaggio… non mi sembra più così chiuso il giro dei fortunati come un tempo… e penso che la collaborazione al progetto sia molto maggiore fra europa e usa che in passati progetti… sia direttamente nella realizzazione, che indirettamente, nella gestione ad esempio della iss…
vedremo… la speranza è l’ultima a morire… :smiley:

Quanti anni avrà Vittori nel 21? Credo comunque meno di 60,vero?

E’ del '64 quindi dovrebbero essere 57… lo so sono tanti… però…

Se non ricordo male Story Musgrave ha volato fino a circa sessant’anni…percui…

E non dimentichiamoci l’inossidabile John Glenn … :wink: La missione STS-95 Discovery a cui partecipò a 77 anni suonati …
Ritengo che ci siano molte possibilità per gli astronauti di oggi a prolungare la propria carriera professionale. Le tecniche di addestramento sono in continua evoluzione, il problema a mio avviso, non risiede solo nella resistenza fisica ma nell’addestramento tecnico/scientifico nell’apprendimento del funzionamento di tutti gli apparati e in una particolare capacità a sopportare gli stress mentali.

Certo,le cose sono cambiate rispetto ad un tempo.In questi giorni sto riguardando i DVD della spacecraft sul Mercury e sul Gemini.Gli Astronauti erano dei veri atleti dalla forma fisica perfetta,e si sottoponevano a sforzi notevoli.Basti pensare soltanto alle EVA delle missioni Gemini,faticate che avrebbero steso un toro! Ed White,al termine della sua storica passeggiata,riuscì a chiudere il recalcitrante sportello del Gemini grazie alla sua notevole forza fisica (Stafford commentò che forse nessun altro Astronauta ci sarebbe riuscito),e Dick Gordon riuscì a rientrare dentro la capsula nonostante fosse accecato dal sudore e quasi svenuto per la fatica.Nel campo dei veicoli e delle tute spaziali sono stati fatti passi giganteschi.Ma un EVA lunare è ancora un esercizio molto impegnativo,forse troppo per un quasi sessantenne.

Ma un EVA lunare è ancora un esercizio molto impegnativo,forse troppo per un quasi sessantenne.

Anche Leonov, dopotutto, faticò non poco a rientrare a bordo della sua Voskhod 2 dopo la prima passeggiata spaziale. Impegnarsi in una EVA lunare è senza dubbio un’impresa da destinare ad esploratori con doti fisiche e di resistenza agli sforzi conprovate, non sono tollerati cali di rendimento o infortuni. Gli esploratori “meno giovani” potrebbero senza dubbio prestare la loro esperienza ed eventualmente assolvere compiti meno gravosi (per es. coordinamento dei lavori da un punto specifico della superficie). Il resto delle attività saranno appannaggio dei degli astronauti più prestanti e vigorosi.

Mi spiace per Vittori ma temo che non potrà passeggiare sulla Luna (spero ovviamente di sbagliarmi :wink: ) visto che senza dubbio manca ancora troppo tempo e che gli esempi che avete fatto (Musgrave era uno di quegli astronauti di una volta mentre il secondo volo di Glenn era per lo più un grosso spot della NASA…) sono rarissimi e poi erano, non scordiamolo, astronauti USA.
Se non ricordo male il primo astronauta europeo a volare sullo Shuttle fu Ulf Merbold con la missione STS-9 Spacelab nel novembre 1983 (il nono volo… altro che possibilità al quarto o quinto sul CEV…) e solo perchè a bordo vi era il laboratorio europeo!
Insomma non vorrei gelare gli animi ma, a meno che l’ESA finalmente non vari un proprio programma spaziale umano autonomo la vedo difficile per Vittori. Come ha detto Carmelo il nostro europeo (o italiano) che camminerà sulla Luna va ancora al Liceo…

Pienamente daccordo con Maxi, quando ci sarà un astronauta europeo che camminerà sulla Luna, il CEV starà già volando da un 7-8 anni.
Basta guardare sulla ISS; quando vedremo , come comandante, un europeo?