Expedition 65 Mission Log

Ad una recente ispezione del Canadarm2, è stato riscontrato il segno di un impatto con un MMOD sulla copertura termica del boom B, proprio vicino al “gomito”.


Credit foto: NASA/CSA

Al momento per fortuna, non sono state riscontrate anomalie. Molto probabilmente, il detrito ha trapassato la copertura senza colpire nulla di strutturale.

IMHO, quello che si vede in foto è il foro di uscita. In rapporto al diametro del boom (circa 40 cm, con tutte le coperture) il foro misuretebbe 2/3 cm al netto delle slabbrature.

9 Mi Piace

Ecco il video dal quale sono tratte le immagini.

4 Mi Piace

Sean Doran non si smentisce mai.

6 Mi Piace

Desiderate una visita guidata della Stazione? Allora fate sentire la vostra intenzione a Oleg Novickij! Vedendo il segmento russo dalla Cupola, mi scende una lacrimuccia pensando ai cambiamenti in programma nei prossimi mesi: via Pirs, avanti Nauka e Rassvet spogliato dopo 10 anni dalle attrezzature destinate al nuovo modulo russo.

È una domanda che spesso mi pongo: dopo mesi in microgravità non senti la mancanza di non sentire il peso del tuo corpo mentre siedi sopra qualcosa? Quale sensazioni provi quando ritorni alla gravità?

Letteralmente un’oasi verde nel deserto dell’Egitto

6 Mi Piace

Non si vede, ma dicono che il portello è stato aperto. Alle 07:53 CEST.

5 Mi Piace

Un netto passo avanti rispetto al passato: le tute Orlan di entrambi i cosmonauti sono dotate di telecamere ad alta definizione, il ché significa che ci regaleranno splendide riprese.

Un riassuntino di @Raffaele_Di_Palma sul programma odierno!

4 Mi Piace

Che cosa sono questi numeri che hanno sulla manica della Orlan?

2 Mi Piace

E’ una checklist di emergenza che mette in relazione pressione e tempo. In caso di seri problemi di pressurizzazione della Orlan serve ad avere un veloce riscontro su quanto tempo ha ancora a disposizione il Cosmonauta a seconda della pressione residua. Non so però interpretare i diversi valori sulle 3 righe, tranne che nella prima sono ore, mentre nella seconda e terza sono minuti.

Immagine tratta da: http://www.collectspace.com/ubb/Forum24/HTML/015524.html

11 Mi Piace

Per completezza, le ultime due righe della tabella corrispondono alle modalità di emergenza del selettore flusso ossigeno posto sul torso della tuta: dopo la riga delle ore nominali di funzionamento in relazione alla pressione residua di ossigeno, troviamo i minuti in modalità “Injector” (potrebbe riferirsi all’utilizzo della cartuccia all’idrossido di litio) ed infine quelli in modalità “Emergenza” (suppongo con l’utilizzo del serbatoio di riserva O2).
Forse è superfluo ma ricordo che le scritte sul torso della tuta risultano capovolte da destra a sinistra in quanto vengono lette dai cosmonauti tramite lo specchietto indossato al polso.

9 Mi Piace

Video integrale della EVA.

6 Mi Piace

Sempre Sean Doran.

5 Mi Piace

Galleria fotografica della passeggiata spaziale russa del 2 giugno

Imgur

Imgur

Imgur

Imgur

8 Mi Piace

Configurazione della ISS dopo l’arrivo di Dragon CRS-22.

8 Mi Piace

Roskosmos è tornata ad aggiornare la sua raccolta fotografica dedicata alla Expedition 65. Dai cosmonauti arrivano immagini inedite e spettacolari della loro passeggiata spaziale.


Oleg Novickij in uscita dal modulo Poisk


Il segmento russo: da sinistra a destra Pirs, Zarja e Rassvet


Un selfie spaziale di Oleg Novickij. In lontananza si scorge una parte del segmento statunitense, in particolare il Nodo-3, BEAM, l’airlock Bishop e una porzione della struttura a traliccio.


Prospettiva del segmento russo vista da Poisk, A sinistra Zvezda, al centro si intravede Pirs con la Progress MS-15 e a destra Zarja.

8 Mi Piace

Un bel tweet di Thomas Pesquet.

5 Mi Piace

Il ciclone Gita secondo Sean Doran.

2 Mi Piace

Lunedì prossimo ci sarà un media briefing sulle due EVA di Kimbrough e Pesquet.

3 Mi Piace

Pesquet continua a fare contatti e chiacchierate diverse da quelle a cui siamo abituati (almeno per quel poco che seguo la ISS): dopo i Coldplay è il turno di Kylian Mbappe, attaccante della nazionale francese e del Paris Saint German. Il motivo della chiacchierata è anche l’imminente inizio degli Europei di calcio, in cui la Francia è tra le squadre favorite.

Mbappe è esterrefatto da Pesquet che fluttua, ma si sa, il primo (e spesso anche i successivi) approccio con lo spazio è sempre di ammirazione e incredulità!

4 Mi Piace

Un piccolo dettaglio sulle operazioni che si eseguono durante un docking sui boccaporti PMA2 e PMA3.

Durante l’avvicinamento automatico delle capsule, alle parabole SGANT vengono precluse le porzioni di cielo interessate dal transito dei veicoli in arrivo, per evitare qualsiasi tipo di interferenza con esse.

Per garantire la trasmissione delle immagini, il docking della CRS-22 è stato ritardato un pochino.
Quel tanto da poter sincronizzare il “balletto” con le antenne SGANT ed evitare di prestarsi i piedi.

5 Mi Piace

Space-to-Ground Antenna. Sono le antenne che comunicano con i satelliti TDRSS

4 Mi Piace