Follia! "Stranezze " su Marte: si ricomincia...

Che alla demenza non ci sia limite è ben noto, ma che che si arrivi a tanto…
Che La Repubblica (che già non brilla per un’esauriente e corretta informazione scientifica) arrivi sul suo sito (http://repubblica.it) a proporre ai propri lettori (compreso il sottoscritto!) questo “GIOCO”, E’ PROPRIO IL MASSIMO!!! :rage:

“ENIGMA SU MARTE. CHE COSA VEDETE NELLE FOTOGRAFIE (della Phoenix)”

“Un gioco tra scienza e fantasia”. Provate a indicare che cosa credete di scoprire nelle foto (Un volto, un teschio, un marziano?..) Scrivete all’indirizzo iniziative@repubblica.it "

http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/scienzaetecnologia/stranezze-su-marte/1.html

C’è già la foto di un…teschio!!!

AIUTO… :ambulance:

Una “cosa” del genere si commenta da sè… :face_vomiting:

Guardando nell’orbita del teschio mi pare di intravedere il cervello del genio che ha inventato questo gioco. :ok_hand:

Ach…io ci avevo visto la faccia di Giacobbo…e rideva pure…

Io non sarei cosi tranchant…
Si tratta di un pezzo di colore come un’altro, senza alcun retrogusto complottista. riguardo all’informazione del sito vorrei ricordare che l’evento è stato anticipato, documentato nella pagina principale.
Comunque il vezzo di immaginare qualcosa di riconoscibile sulla superficie di Marte ha un esempio di ottima cultura fumettistica: avete mai letto “watchmen”?

Si…e devo assicurarti che quando ho visto per la prima volta questa foto sono rimasto completamente di stucco…
(Alan Moore deve avere qualche potere soprannaturale… :wink:)

:point_up: Mah! Se volevano dimostrare che su Marte c’è abbondanza di misteri, non ci sono riusciti particolarmente bene: delle 13 foto pubblicate, ben 3 sono ripetute 2 volte: la 6 e la 8; la 7 e la 11; la 9 e la 10.
Se fossero seri potrebbero cogliere l’occasione per sottolineare come con un po’ di fantasia sia possibile “vedere” qualsiasi cosa nelle forme irregolari e casuali della superficie marziana. Ma siccome non sono seri, non lo faranno. Non aggiungo altro :secret:

E’ un po’ come il giochino di guardare le nuvole e cercare le forme più strane o più belle. E’ una forzatura che sta assumendo toni di ridicolo…tra un po’, ripeto, troveranno la forma di un gatto,di un’aereo,di una palla, la testa di un gigante…

Io rimango della mia idea :ok_hand:. Quando l’anno prossimo, per i 40 anni dell’Apollo XI, faranno la stessa cosa con le foto dell’allunaggio, diremo sempre che è un “pezzo di colore”? Oggi Repubblica ha dedicato solo 10 righe scarse (in fondo pagina) al successo di Phoenix! La goccia cinese della cattiva informazione scava un pozzo di ignoranza sempre più profondo… :disappointed:
Comunque ho telefonato e scritto a Repubblica per protestare: sono da sempre un lettore del giornale, ma questa proprio non la mando giù… :star_struck:

Easy, il titolo e’ tendenzioso, vero, ma so che il titolo non e’ quasi mai scelto dall’autore del pezzo.

E’ un gioco, ed e’ un modo per vedere su una testata nazionale delle foto di Marte, anche se non nel contesto che vorremmo.

A volte il nostro chip emozionale ha l’indignazione un po’ facile, andate da Geordi a farvelo regolare :slight_smile:

La cosa più esilarante di tutta la faccenda è che alla domanda: Enigma su Marte, cosa c’è nella foto?
Nessuno risponderà: Terreno e sassi!
mmmm…potremmo farlo noi!
ora vado! :rage:

Il mio amore smisurato per Star Trek mi impedisce di replicare ad un commento infelice che sinceramente avrei preferito non leggere (della serie, i miei chips, anche con il caldo, sono perfettamente funzionanti). E qui chiudo :rage:.

In tutta franchezza io quoto il nostro Micheal. Ho letto il pezzo e mi sembra trasparire un senso di divertimento e di “gioco”, e mi pare chiaro che chiedano “voi cosa ci vedete nelle foto?”, analogo al “cosa ci vedete nelle nuvole?”. Il tutto fa apparire i misteri passati (la faccia, l’alieno seduto, …) nella loro reale veste, come scherzi dell’immaginazione e niente più.

Detto questo, avrebbero potuto scrivere qualche articolo serio di più (oltre a questo), il mio giudizio sulla pessima informazione scientifica italiana non cambia!

Non l’avevo valutato da questo punto di vista! :thinking:
Effettivamente, purtroppo, come ben sappiamo c’è di peggio! :disappointed:

Quoto Michael sulla questione… stavolta :wink: :skull_and_crossbones:

Resta il fatto che si possa dare adito a facili e errate interpretazioni, proprio i giorni in cui splendide foto di Phoenix vengono date al mondo. Non è certamente un articolo complottista, ma conferma una scarsa qualità di scelta…

Titolo da “abbocco” che investe sulle recenti storie sentite in TV sulle pietre pareidoliache :smiley:
Sui media mainstream purtroppo la tendenza è questa imho
Non dico che sia giusto, espongo un dato che vorrei potesse essere diverso. :wink:

Mal comune, mezzo gaudio :stuck_out_tongue_winking_eye:

“i misteri esistono dove uno li vuole vedere”

Evito ogni commento… :angry: