Gateway 2019. Passando da render a realtà

#20

Apperò, mi ero perso che anche SNC stesse lavorando su un concept molto simile ai moduli di Bigelow.

#21

Sto leggendo “La Luna di Oriana” di Oriana Fallaci. Mi ha strappato un sorriso. Da pag. 234 Thomas Payne, direttore della Nasa spiega_ “[…] Infatti, conclusa l’esplorazione della Luna coi venti Apollo, stabiliremo una base lunare. Prima ancora, però, stabiliremo due basi spaziali: una a 200 miglia sopra la Terra e una a 75 miglia dalla superficie lunare. Contemporaneamente […] prepareremo lo sbarco su Marte che non dovrebbe avvenire più tardi del 1987. Ma spero prima. […] Infatti la prima stazione spaziale, quella in orbita terrestre, sarà costruita al massimo nel 1976. La seconda, quella in orbita lunare, sarà costruita nel 1978, al massimo nel 1979”.

1 Like
#22

Il MuskTime c’era giá , prima ancora di Elon…

2 Likes
#23

Era il Von Braun time… e funzionò per un pò.
Ma poi arrivò il Nixon time…

1 Like
#24

in attesa di un vincitore per il contratto di ESPRIT tra Airbus e Thales, si fanno prove in “zero G” per quanto riguarda il prototipo dell’airlock di ESPRIT. Questo mockup è stato fatto dalla COMEX


(Immagini credit ESA Airbus)

3 Likes
#25

Ci sarà anche il contributo della Corea del Sud.

2 Likes
#26

C’è in giro una fonte più autorevole che conferma l’ingresso della Corea?

#27

Al momento no. Attendiamo quindi conferme.

#28

Una domanda a cui non trovo risposta in rete: è stato deciso quale orbita near rectilinear halo verrà scelta per il LOP-G?
NRHO L1 nord, NRHO L1 sud, NRHO L2 nord, NRHO L2 sud?

#29

Avevo cercato anche io perché ne ho parlato nel podcast settimana scorsa, ma non ho trovato nulla di confermato. Sembra comunque che vada per la maggiore L2 South.

1 Like
#30

Grazie!!!
EDIT: …e così mi sono anche guardato l’ultima puntata di AstronautiCAST che tratta principalmente di LOP-G e SABRE!

1 Like
#31

Ed ecco qui i vari prototipi di habitat che sono stati consegnati alla NASA… Gateway che diventa sempre più fisico. Tra non molto dovremmo avere anche notizie per l’assegnazione del contratto del PPE. La data originale di Marzo è slittata a causa dello Shutdown…


#32

E ora abbiamo anche il 500-esimo articolo di Luca Frigerio su AstronautiNEWS…

6 Likes
#33

uno dei moduli più interessanti è certamente quello proposto dalla Sierra Nevada Corporation.
La volumetria è certamente un suo punto forte.




(immagini credit SNC)

2 Likes
#34

Mastodontico!

La proposta di Nanoracks invece non l’ho capita bene…praticamente vorrebbero arredare in orbita degli stadi vuoti?? :thinking:

#35

Esatto. Si tratta di mettere finalmente in pratica l’idea originaria dello Skylab o quella pensata per l’Apollo Application Program.

#36

Dimentichi anche il progetto di riutilizzare l’ET della navetta.
Così a spanne direi che è ancora troppo complicato.

#37

Perché la NASA dovrebbe adottare il modello gonfiabile da una compagnia come SNC quando ha già testato, da anni e nell’ambiente spaziale, quello di Bigelow ?
L’unica cosa che mi viene in mente può essere il costo… magari avendo un concorrente sulla stessa tipologia la NASA spera che Bigelow scenda di prezzo… :face_with_raised_eyebrow:
Sul sistema Nanoracks sono d’accordo con @Starcruiser… la vedo troppo complicata.

1 Like
#38

Sarà un caso che proprio ieri sera Bigelow abbia aggiornato il proprio Instagram con questa immagine ?

3 Likes
#39

Probabilmente no, ma a mio personale parere Bigelow Aerospace ha sempre un po’ sofferto le pubbliche relazioni, praticamente inesistenti.
Anche con due stazioni spaziali in orbita (Genesis I e II) e un modulo attraccato alla ISS, Bigelow parla (e fa parlare) pochissimo di se’.
Certo il marketing non serve per raggiungere risultati nel campo ingegneristico, ma nemmeno fa male attrarre attenzioni e interesse di media e investitori…
Tant’è.

1 Like