Grave incidente per lo SpaceShipTwo di Virgin Galactic

#101

Neanche ai tempi della SS1 i piloti usavano tute pressurizzate, ricordate il video con le m&m’s in cabina che fluttuano, eppure erano voli più che sperimentali.

0 Likes

#102

In realtà anche sì, in mancanza di ossigeno il cervello tende letteralmente a “spegnersi” per preservare le funzioni vitali. Lo spegnimento fa sì che i meccanismi di fissazione della memoria non funzionino correttamente, con conseguente possibilità di avere qualche “buco” nella timeline degli eventi.

0 Likes

#103

Io ho avuto un normale incidente d’auto ma mi ricordo solo l’ingresso nella galleria e poi salto direttamente al tentativo di uscire dallo sportello incastrato contro il muro .
Nel mezzo il buio… e non andavo a Mach 1 :stuck_out_tongue_winking_eye:
Ance senza mettere in mezzo l’ipossia direi che il non ricordarsi il momento di un incidente è abbastanza normale…
Specialmente in un incidente come questo che è durato pochi secondi

0 Likes

#104

Il National Transportation Safety Board ha rilasciato ieri 12 novembre 2014 un altro comunicato stampa per rendere conto dello stato attuale delle indagini.

http://www.ntsb.gov/news/2014/141112.html

affermando che le indagini sono ancora in corso, viene dichiarato:

  • la parte del team di investigazione responsabile dele indagini sul luogo dell’incidente ha fatto rientro a Washington DC.
  • i resti dello SpaceShipTwo sono stati raccolti e conservati in un luogo sicuro per le successive indagini.
  • gli investigatori che si occupano delle procedure e del “fattore umano” hanno interrogato il pilota superstite, Peter Siebold, lo scorso venerdì 7 novembre 2014. il pilota ha detto di non sapere che il “feather” era stato sbloccato in anticipo dal co-pilota. la sua descrizione degli eventi si sposa con quanto è stato rilevato dalla telemetria e dalle riprese. ha inoltre affermato che è stato espulso dall’abitacolo dello spazioplano a seguito della perdita di integrità strutturale della carlinga e sganciato dal suo sedile prima dell’apertura automatica del paracadute.
  • le immagini riprese dalle varie videocamere come i dati telemetrici registrati sono attualmente sotto analisi e validazione per essere da supporto alle indagini.
  • la prossima settimana, presso i laboratori di NTSB di Washington DC, si riunirà una parte del team di investigazione che si occupa dell’analisi delle immagini video riprese dal veicolo e a terra.
  • il gruppo che si occupa dell’analisi dei sistemi del velivolo continuerà le indagini sui dati disponibili relativi a controlli di volo, informazioni visualizzate sugli schermi di pilotaggio, sistemi di controllo ambientale etc. il gruppo si sta occupando anche di verificare la progettazione dei componenti del sistema “feather” e della documentazione dei sistemi di sicurezza.
  • il gruppo di analisi delle performance dello SpaceShipTwo continuerà ad analizzare le forze aerodinamiche e inerziali che si sono sviluppate sulle strutture del velivolo durante il lancio.
0 Likes

#105

Nuovo look del sito di Virgin Galactic, con omaggio a Michael Alsbury: http://virgingalactic.com/

0 Likes