Groom Lake: la verita' e' meglio della fantasia

complottismo

#41

Si ma…parlando seriamente, invece?


#42

Parlando seriamente, niente di tanto speciale che una buona ricerca su Google non possa trovare.
A Roswell cadde un pallone sperimentale del progetto (segreto) Mogul, dotato di sensibilissimi microfoni atti a “sentire” il botto dei test atomici degli allora antagonisti sovietici.

Qui puoi scaricare il report completo redatto alla fine degli anni 90 dall’Air Force su richiesta del Congresso
http://oai.dtic.mil/oai/oai?verb=getRecord&metadataPrefix=html&identifier=ADA326147

Sono un migliaio di pagine, buona lettura.


#43

Quando leggo il nome “Groom Lake” mi viene quasi la lacrimuccia … mi ricordo quando da ragazzino ero appassionato anche di ufologia, ed il nome Groom Lake ovviamente diceva molto …

Mi fà tornare in mente anche il nome di Bob Lazar … e le videocassette della serie “Ufo Dossier X” e “Area 51 - dentro il mistero”, che dovrei avere ancora giu in stube da qualche parte :beer:

Vabè dai, beata gioventù :stuck_out_tongue_winking_eye:


#44

Niente rimpianti!
Non è più come un tempo, quando se vedevi un “disco volante” potevi solo raccontarlo,e solo pochi avevano la fortuna di scattare fotografie sgranate e sfocate.
Oggi tutti hanno costantemente in tasca degli smartphone che possono scattare foto e fare filmati a ottima definizione.
Infatti ormai ogni anno abbiamo migliaia di scatti e di film di UFO,tra l’altro pubblicati in tempo reale su youtube,instagram e facebook…
…o no?


#45

E’ vero, come e’ vero che ormai ci aspettiamo che dopo anni (per alcuni utenti almeno) di frequentazione di forumastronautico certi miti e leggende che comprensibilmente facevano parte della nostra ingenua giovinezza vengano relegate al posto cui appartengono: fantasie fanciullesche, ben lontane dalla realta’. :wink:


#46

Se volete aggiungo anche i libri di Peter Kolosimo :wink:


#47

Peter Kolosimo! Che nome mi hai riportato alla mente!!!


#48

beh, negli anni '70 li leggevo pure io
Ci sono scritti molto interessanti di Piero Bianucci su Peter e Caterina Kolosimo. Se volete un intermezzo sulla vita torinese degli anni '60, leggetevi questo
http://www.lastampa.it/2017/03/06/scienza/il-cielo/astronavi-sulla-preistoria-da-kolosimo-a-magli-e-ciardi-HWX8Jmq9dqU78HutGZeyYO/pagina.html
e scusate il melanconico OT :slight_smile: ma stimo molto Bianucci


#49

Eh già … ho ancora vari dei suoi libri e sinceramente ogni tanto li leggo ancora … erano e sono “romanzati” in maniera così piacevole da far sembrare tutto o quasi vero …

Comunque sull’ufologia rimango dell’idea che a fronte di un 98% di “fuffa”, ci sia anche un 2% di reale.

E’ quasi matematicamente sicuro che nell’universo ci siano altre civilità, e fra queste ce ne saranno anche di abbastanza evolute da poter superare le immani distanze (iperspazio etc); quindi che qualche civiltà aliena ci abbia già visitato o lo stia facendo, non mi sorprenderebbe molto.


#50

Peter Kolosimo,Erich von Däniken, le edizioni Sugarco (Ah! quelle copertine semiplastificate…),
e l’ondata ufologica della fine degli anni 70 (in concomitanza,guarda caso,con “Guerre Stellari” ed “Incontri ravvicinati del terzo tipo”),
e le riviste?
“Il giornale dei misteri”,“Ufo” (mensile di “ufologia”)!
Quante ridicole idiozie, ma in fondo anche quante eccitanti fantasie per degli adolescenti di quarant’anni fa.


#51

http://www.lastampa.it/2017/03/06/scienza/il-cielo/astronavi-sulla-preistoria-da-kolosimo-a-magli-e-ciardi-HWX8Jmq9dqU78HutGZeyYO/pagina.html

articolo importante che evidenzia che:

“A fare la differenza è il metodo scientifico, che non ammette l’uso strumentale del dubbio per attrarre lettori culturalmente ingenui. Carl Sagan, astronomo, divulgatore e narratore di fantascienza, indicò con chiarezza i rischi di questa sub-cultura: “Per molte persone le mediocri dottrine delle pseudoscienze sono la più vicina approssimazione oggi esistente a una scienza comprensibile”. Sagan è sempre attuale. Basta leggere i nostri giornali, incluse le cosiddette pagine culturali e scientifiche, per vedere quanti giornalisti rientrino nella frase citata.”


#52

Bob Lazar o era un burlone in cerca di celebrità e soldi, o era un attorucolo pagto dal governo per sviare l’atenzione dei curiosi dai test di aerei sperimentali segreti.
Ad ogni modo, sicuramente nessun alieno.
La leggenda dell’autopsia aliena di Roswell credo sia nata dal recupero delle salme dele scimmiette morte precipitando, magari neanche in quell’incidente ma in un altro, e che poi i testimoni abbiano fatto confusione unendo vari episodi in uno solo

Cosa abbia invece visto Kenneth Arnold lo si potrebbe chiedere agli Skunk Works, eventualmente.

Peter Kolosimo lo leggevo avidamente, da piccolo, ma ora so che era solo un prolifico e furbo romanziere che si spacciava per un divulgatore scientifico.