Hayabusa 2: le operazioni in orbita


#222

PDF con varie info.

Hayabusa2_Press20190108_ver4_en3.pdf (2,0 MB)


#223

Altra versione della mappa.

http://www.unmannedspaceflight.com/index.php?act=attach&type=post&id=44146


#224

Leggevo che con la precedente missione, Hayabusa, non gli era stato permesso di dare un nome ai grossi massi. Ora l’Astrinomical Union ha accettato di utilizzare il nome latino Saxum.
Quindi grazie a Ryugu si battezza un’altra caratteristica topografica che va ad aggiungersi alla lista delle già note Mons, Mare, Crater, Vallis, Planum, Planitia, Chasma etc.

http://www.leonarddavid.com/japans-hayabusa2-prepares-for-first-asteroid-touchdown/


#225

Scopro adesso la lista completa di caratteristiche topografiche “catalogate”

https://planetarynames.wr.usgs.gov/DescriptorTerms

Non sono proprio poche… ad ogni modo non penso che il termine giusto sia “permesso”, forse “riconosciuto” mi sembra più adeguato.


#226

È in giapponese ma dovrebbe parlare del tentativo di atterraggio del prossimo 22 febbraio.

20190206_hayabusa2.pdf (2,8 MB)


#227

Queste sono le due possibili zone di atterraggio.


#228

Mi sa che hanno scelto L08-E1.


#229

Confermato.

E sarà un atterraggio di precisione :fearful:


#230

Il terreno di cui è composta la superficie di Ryugu non è polveroso come ci si aspettava. Il proiettile che sarà sparato dalla sonda sarà in grado di distruggere i sassolini e alzare sufficiente polvere in modo da permetterne la raccolta?
A fine dicembre era previsto un test in laboratorio con cui si voleva vedere se il sistema di sparo del proiettile a bordo della sonda, dopo essere rimasto per ben 4 anni fermo in ambiente spaziale, avesse performato bene. Si è presa questa occasione per fare quindi un doppio test: è stato ricreato un terreno ghiaioso di composizione e distribuzione simili a quello di Ryugu e il proiettile è stato sparato per capire anche se fosse stato in grado di distruggere i sassolini (di 1 o più cm) con relativa espulsione di polvere/sabbia. La risposta è affermativa, anzi, viene emesso più materiale di quello che si pensava.

Qui il video:

E qui tutti i dettagli, con tanto di foto interessanti, che però sono sotto copyright JAXA all right reserved:


#231

Fra un paio d’ore, alle 0:13, Hayabusa 2 inizierà la discesa finalizzata alla raccolta dei campioni di suolo.


#232

La discesa verso Ryugu è stata ritardata di 5 ore, che verranno recuperate aumentando la velocità di discesa.


#233

La discesa è iniziata a 0,9 m/s.


#234

La velocità di discesa è stata riportata ai 40 cm/s inizialmente previsti. Potete calcolarvi quanto ci vorrà a percorrere 6500 metri. :wink:


#235

Stasera alle 22:45 ora italiana ci sarà la diretta dal centro di controllo (in inglese):


#236

Durante il live saranno usate le animazioni di questo tool:

http://www.lizard-tail.com/isana/hayabusa2/misc/hy2trj3d/


#237

Però lo screenshot da PC è più bello tease


#238

Ma che spettacolo ! :star_struck:


#239

Player di immagini interattivo, aggiornato in tempo reale:
https://programmi.000webhostapp.com/hayabusa2/simulator/player/hayabusa-animator(realtime).html

Hanno però annunciato che durante il touchdown non sarà possibile trasmettere immagini; comunque verranno successivamente caricate anche quelle, e appariranno automaticamente in questa pagina.

Questo è l’andamento della quota:
https://programmi.000webhostapp.com/hayabusa2/simulator/haya2-dates-5000.html

E le telemetrie:
https://programmi.000webhostapp.com/hayabusa2/simulator/simulator3.html


#240

Non ero a conoscenza di tutti questi tool!
Tra pochi minuti si passerà all’antenna ad alto guadagno.


#241

è stato interessante svilupparli approfittando del fatto che hanno già fatto 3 tentativi di atterraggio, così ogni volta c’era modo di testare i tool in diretta. :slight_smile:
Svilupparli per un’unica occasione non sarebbe valsa la pena.