Hubble: aggiornamenti sulla missione

Vero, una volta e mezzo più grande di HST, ma operante nel lontano e vicino infrarosso, per cui se per “potenza” si intende potere di risoluzione, HST ha una risoluzione migliore. Due strumenti parecchio diversi.

immagine

2 Mi Piace

La NASA comunica che HST è ritornato operativo anche dal punto di vista della raccolta di dati scientifici:
https://www.nasa.gov/feature/goddard/2021/operations-underway-to-restore-payload-computer-on-nasas-hubble-space-telescope

Traduzione automatica:
"17 luglio 2021 - La NASA restituisce il telescopio spaziale Hubble alle operazioni scientifiche

La NASA ha riportato gli strumenti scientifici sul telescopio spaziale Hubble allo stato operativo e la raccolta di dati scientifici riprenderà ora. Questi saranno i primi dati scientifici raccolti da quando il computer del carico utile ha riscontrato un problema il 13 giugno, che ha messo gli strumenti in una configurazione sicura e ha sospeso le operazioni scientifiche.

“Hubble è un’icona, che ci offre un’incredibile visione del cosmo negli ultimi tre decenni”, ha affermato l’amministratore della NASA Bill Nelson. “Sono orgoglioso del team Hubble, dai membri attuali agli ex studenti Hubble che sono intervenuti per prestare il loro supporto e la loro competenza. Grazie alla loro dedizione e al loro premuroso lavoro, Hubble continuerà a costruire sulla sua eredità di 31 anni, ampliando i nostri orizzonti con la sua visione dell’universo".

La prima osservazione è prevista per sabato pomeriggio dopo il completamento di alcune calibrazioni degli strumenti. La maggior parte delle osservazioni perse durante la sospensione delle operazioni scientifiche verrà riprogrammata per una data successiva.

Il team di Hubble ha indagato sulla causa del problema al computer del payload da quando si è verificato per la prima volta. Il 15 luglio, il team ha spostato la navicella sull’hardware di backup.

La NASA prevede che Hubble durerà per molti altri anni e continuerà a fare osservazioni rivoluzionarie, lavorando in tandem con altri osservatori spaziali tra cui il James Webb Space Telescope per approfondire la nostra conoscenza del cosmo."

E anche per stavolta… uff! :blush:

9 Mi Piace

Non ne capisco molto di storia dell’astronautica (saranno anche i miei 15 anni che mi svantaggiano un po’):sweat_smile:

Allora facciamo “famoso” :slight_smile:

2 Mi Piace

:laughing: Tranquillo, @Luca_Busillo , hanno lanciato satelliti per cinquant’anni senza dirti nulla :laughing:
Scherzo, naturalmente. Complimenti per la passione!

2 Mi Piace

Ed ecco le prime immagini dopo la pausa forzata.

8 Mi Piace

Nuovo articolo di Marco Carrara pubblicato su AstronautiNEWS.it.

7 Mi Piace

Il Goddard ha rilasciato anche un video.

4 Mi Piace

Bella la supernova del 2016, peccato sia finita.
Ma non è che la ritrasmettono in differita?

7 Mi Piace

Hubble ha trovato vapore su Europa, ma solo su metà emisfero:

5 Mi Piace

una (a mio avviso), bellissima immagine di due galassie, NGC 7753 e la sua “galassia satellite” NGC 7752

9 Mi Piace

E’ meravigliosa. E dobbiamo pepararci perché sono pevisti possimamente vari nuovi telescopi spaziali tra cui un certo James Webb!

1 Mi Piace

concordo… e fantasticare sul fatto che possano essere galassie con pianeti e possibili altri esseri viventi, lo rende ancora più fantastico. Chissà se mai riusciremo ad esplorarle anche, oltre che spiarle :rofl:

Il JWST non potrà produrre immagini come questa… non ha sensibilità nel visibile, arriva soltanto fino al verde, ed ha un campo di vista molto piccolo, Strumento diverso, missione diversa… :slight_smile: so che rimpiangeremo molto HST!

5 Mi Piace

Mmmh… non mi è del tutto chiaro cosa si vedrà, ma le galassie lontane sono spostate sul rosso e, data la distanza, stanno in un campo più piccolo. Come si può escudere che vedremo immagini come questa?
Per il fatto che i colori non saranno quelli “reali”? Loro mi insegnano che la fotografia a colori è sempre stata un inganno! : )

1 Mi Piace

Qui un paragone tra i due telescopi:

Vedremo immagini belle in modo diverso, né più belle né più brutte (e sì, non nel visibile).

7 Mi Piace

Sì, certo. Volevo dire che queste foto di HST, essendo fatte con filtri “umani” (R-G-B o quasi) hanno un aspetto naturale, a cui siamo abituati; e le foto pubblicate, come questa, mi sono sempre parse più da public outreach che da ricerca scientifica. JWST ci farà sicuramente vedere meraviglie differenti, impossibili per HST.

Per farsi un’idea della differenza fra le immagini di Hubble e quelle di JWST si può cnfrontare come appare la famosa galassia M81 nell’infrarosso, ripresa dall’osservatorio orbitante Spitzer, e nel visibile ripresa da Hubble.

5 Mi Piace

Spitzer vede le polveri e le zone di formazione stellare, e non le stelle. Per (immodesto… :joy: da vergogna) confronto, questa è M81 ripresa da me con un filtro che taglia moltissimo le stelle ed evidenzia le zone di formazione stellare https://www.flickr.com/photos/77537340@N05/51077556178/in/album-72157718800667063/

1 Mi Piace

Permettimi di correggerti… :wink:
Spitzer vede benissimo le stelle: lo strumento IRAC e’ un imager nel vicino infrarosso (3.6 μm, 4.5 μm, 5.8 μm e 8 μm). Anche se nelle bande a 5.8 μm e 8 μm si rivela l’emissione delle PAH (idrocarburi policiclici aromatici), a queste lunghezze d’onda domina ancora la luce delle stelle.

1 Mi Piace

Paky, ovviamente hai ragione. Avrei dovuto scrivere che vede meno le stelle rispetto a HST :slight_smile: e ovviamente di più le polveri in IR. Mi scuso.

1 Mi Piace