I Cinesi prima sulla Luna. E quindi?

I Cinesi potrebbero battere gli Stati Uniti nel ritorno sulla Luna

http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2007/03/15/AR2007031501830.html

e allora? Possibile che alla NASA non riescano a vendere il ritorno alla Luna su argomenti sensati (scientifici, economici, tecnologici ma comunque SENSATI) e si debbano invece inventare delle buffonate come una nuova corsa alla Luna coi Cinesi? sveglia, Griffin, il ventesimo secolo (se Dio vuole!) e’ finito!

So say we all… :smiley:

I Cinesi potrebbero battere gli Stati Uniti nel ritorno sulla Luna

http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2007/03/15/AR2007031501830.html

e allora? Possibile che alla NASA non riescano a vendere il ritorno alla Luna su argomenti sensati (scientifici, economici, tecnologici ma comunque SENSATI) e si debbano invece inventare delle buffonate come una nuova corsa alla Luna coi Cinesi?

Scienza? Economia? Tecnologia? Non starai sopravvalutando la classe dirigente americana? Forse la competizione è l’unico argomento che chi stringe i cordoni della borsa è in grado di capire.

Paolo Amoroso

Concordo col pensiero di Paolo ma penso che la motivazione “competitivistica” purtroppo sia molto più attrattiva di quelle che hai detto… non penso sia solo un pensiero di Griffin…

Daccoldo lagazzi io pelò penso che sia oppoltuno prepalalsi mentalmente a questa nuova possibilità che gli amelicani vengano lidicolizzati dai cinesi … salebbe velamente il colmo :roll_eyes:

I Cinesi potrebbero battere gli Stati Uniti nel ritorno sulla Luna
MAGARI!! A quanto sembra (purtroppo) è possibile mobilitare l'interesse ed il sostegno (anche economico) dell'"uomo della strada" e del suo degno rappresentante,il "politico della strada", solo se si mette la cosa nei termini puerili di una specie di gara sportiva.Se i Cinesi facessero davvero sul serio (cosa che non credo) sarebbe il più grande aiuto al programma spaziale Americano dai tempi di Gagarin.

se così fosse, e io lo spero tanto, saremmo certi di vederne delle belle e ritornare, finalmente, a vedere missioni su missioni, record su record.

E’ la logica della missione e del record tanto per il record che per me non ha senso. Era difendibile nella logica della guerra fredda. Non oggi.

Chissa che verere un Cinese sulla Luna non convinca il Congresso a stanziare piu soldi per la NASA.

Non è certo la filosofia migliore x delle missioni che dovrebbero essere realizzati con veri scopi scentifici od esplorativi però, piuttosto che vedere pochi fondi stanziati x lo spazio, è meglio questo sistema.
Se comunque guardiamo al passato, le varie esplorazioni che si fecero con navi ecc…, l’incentivo x mandare avanti tutto fu sempre la ricchezza e la conquista delle Terre.

Hai pienamente ragione ma purtroppo il Governi ragionano cosi :frowning:

E' la logica della missione e del record tanto per il record che per me non ha senso. Era difendibile nella logica della guerra fredda. Non oggi.

Giusto.
Se davvero dovesse essere lo “spauracchio cinese” la molla della nuova corsa alla Luna, ho paura che assisteremmo ad un’altra toccata e fuga, forse non come l’Apollo, ma senza un progetto scientifico-esplorativo a lungo termine.
D’altra parte Griffin non mi sembra tipo da credere veramente ad una nuova guerra fredda con la Cina, questa provocazione è sicuramente legata ai tempi duri che sembrano attendere il bilancio NASA.

Finche andare nello Spazio in generale e sulla Luna in particolare costera cosi tanto sara sempre una questione di prestigio perche solo poche Nazioni potranno permetterselo,e come fa notare qualcuno fino a quando sara cosi non si andra molto avanti,sara sempre un toccata e fuga.

Che possa essere così come ho già detto sono daccordo, me che questo implichi automaticamente che sarà una toccata e fuga non ne sono convinto, anche lo shuttle è nato per essere un “vanto” e una questione di prestigio ma è quello che più lontano ci sia da una toccata e fuga… la MIR è la stessa cosa era la prima e la più grande stazione spaziale costruita da un paese e non è stata una toccata e fuga. Così penso che se anche si costruisse una base lunare solo per prestigio penso che possa essere mantenuta, proprio per non perdere questo prestigio di “leader”…
In fondo la considerazione della “toccata e fuga” viene da un solo progetto in tutta la storia dell’astronautica, l’Apollo, mi sembra un po’ poco per farne una regola…

Spero tu abbia ragione anche perche la Cina non e la Russia degli anni 60 e la NASA al contrario di allora sta subendo anno dopo anno forti tagli .

Occorre essere realisti: la ricerca spaziale è basata su nobili principi, ma anche su logiche di profitto, di spartizione di progetti commissionati dalle agenzie spaziali e, non ultimo, dalla logica del potere e dell’arrivare primi. Beh, diciamo che l’arrivare primi è la logica dell’uomo, a partire dagli esami universitari fino agli impieghi lavorativi: magari solo per dimostrare di potercela fare, magari per imporre il proprio dominio. E’ quindi normale sia che le emergenti agenzie spaziali, cinese e indiana, tentino di spararla più grossa per dimostrare il loro crescente impegno; è anche normale che le agenzie occidentali vogliano mantenere la supremazia tecnologica. Ragazzi, il mondo è questo: se tutto sfociasse in una logica di corsa agli armamenti, magari anche spaziali, sarei oltremodo infastidito e deluso, ma finchè la gara è pacifica, ben venga. Perchè lo spazio significa ricerca, ma anche ricerca dell’ottimo, e soprattutto, ricercare l’ottimo dimostrando il proprio valore.

Occorre essere realisti: la ricerca spaziale è basata su nobili principi, ma anche su logiche di profitto, di spartizione di progetti commissionati dalle agenzie spaziali e, non ultimo, dalla logica del potere e dell'arrivare primi. Beh, diciamo che l'arrivare primi è la logica dell'uomo, a partire dagli esami universitari fino agli impieghi lavorativi: magari solo per dimostrare di potercela fare, magari per imporre il proprio dominio. E' quindi normale sia che le emergenti agenzie spaziali, cinese e indiana, tentino di spararla più grossa per dimostrare il loro crescente impegno; è anche normale che le agenzie occidentali vogliano mantenere la supremazia tecnologica. Ragazzi, il mondo è questo: se tutto sfociasse in una logica di corsa agli armamenti, magari anche spaziali, sarei oltremodo infastidito e deluso, ma finchè la gara è pacifica, ben venga. Perchè lo spazio significa ricerca, ma anche ricerca dell'ottimo, e soprattutto, ricercare l'ottimo dimostrando il proprio valore.

Probabilmente è vero, a breve termine la Cina non può realisticamente pensare di sostituire quella che fu l’egemonia dell’ex-URSS, ma sono convinto che la leadership cinese punti, nel medio-lungo termine, proprio a questo obiettivo evitando l’errore commesso dai russi di contrastare frontalmente la logica di mercato occidentale che permise agli USA di vincere la Guerra Fredda, anzi sfruttando a fondo questa logica per accumulare la potenza economica necessaria ad un riarmo adeguato e ritorcerla successivamente sottoforma di ricatto atomico contro l’occidente.
In questo quadro la corsa allo spazio e alla Luna in particolare non è altro che la volontà di dimostrare ai governi occidentali ed americano in particolare che il popolo cinese è già ora in grado di costruire vettori capaci di portare bus nucleari sui territori dell’occidente.
E’ un pò come se dicessero: “La tecnologia l’abbiamo già, ora dobbiamo solo dotarci delle infrastrutture per una difesa efficace. Poi saremo pronti.”
La fine “dell’apartheid commerciale” e l’apertura sempre, molto dosata, ai mercati occidentali, a mio modo di vedere ha come unico scopo proprio quello di sfruttare la micidiale arma del mercato - che ha frantumato in mille pezzi il socialismo reale sovietico - contro il nemico occidentale e capitalista erodendo progressivamente il vanto delle sue conquiste, a cominciare da quella più prestigiosa: la conquista dello spazio.

... sfruttando a fondo questa logica per accumulare la potenza economica necessaria ad un riarmo adeguato e ritorcerla successivamente sottoforma di ricatto atomico contro l'occidente. In questo quadro la corsa allo spazio e alla Luna in particolare non è altro che la volontà di dimostrare ai governi occidentali ed americano in particolare che il popolo cinese è già ora in grado di costruire vettori capaci di portare bus nucleari sui territori dell'occidente. E' un pò come se dicessero: "La tecnologia l'abbiamo già, ora dobbiamo solo dotarci delle infrastrutture per una difesa efficace. Poi saremo pronti."

Forse, ma non penso siano così stupidi da farlo, oggi l’economia cinese sta esplodendo proprio per i grandi investimenti che l’occidente sta facendo nel paese grazie al bassissimo costo del denaro. Iniziare una guerra del genere che benefici porterebbe al paese? Comunque chi vivrà vedrà… siamo già OT è meglio parlare di spazio…

Forse, ma non penso siano così stupidi da farlo, oggi l'economia cinese sta esplodendo proprio per i grandi investimenti che l'occidente sta facendo nel paese grazie al bassissimo costo del denaro. Iniziare una guerra del genere che benefici porterebbe al paese? Comunque chi vivrà vedrà... siamo già OT è meglio parlare di spazio...

Esattamente quello che ho affermato. La chiave che mette in moto la sinergia tra governo, potere militare ed establishmente scientifico è l’accumulo dei capitali necessari al perseguimento del loro obiettivo situato in un arco temporale non inferiore ai 15-30 anni (medio-lungo termine, per l’appunto).

Per quanto riguarda l’OT. Non penso che capire con quali fondi possa essere gestito e finanziato in futuro il programma spaziale cinese sia tanto OT (molti di quei fondi potremmo essere noi occidentali a fornirglieli “indirettamente”), anzi, in questo thread sarebbe auspicabile un’analisi il più possibile dettagliata per cercare di inquadrare meglio quella che potrebbe diventare in un prossimo futuro una minaccia militare (speriamo di no, ovviamente) ed economica (sicuramente). Non abbiamo parlato espressamente di astronavi ma comunque, con un aspetto fondamentale della ricerca spaziale abbiamo a che fare…,non credi?

La Cina ha la tecnologia di portare testate nucleari sull’occidente da almeno 35 anni… ma non credo questo sia il problema del quale stiamo trattando… la Luna invece è un’altra cosa… Anche questa storia della possibilità che i cinesi tornino sulla Luna prima degli americani mi pare quanto meno una “sparata” da bullo di periferia… Hanno si un programma spaziale di tutto rispetto ma con i tempi biblici con i quali lo stanno attuando (2003 prima missione umana, 2005 la seconda, 2008 la terza e prima EVA…) credo che quando scenderanno sul suolo lunare troveranno gli europei ad attenderli…(il che è tutto un programma… :wink: ). Per quanto riguarda invece la “guerra” economica quella l’hanno già vinta a discapito della loro stessa popolazione… :cry: