I danni di Chang'e

#1

Alcune immagini dei danni e della situazione in cui si lancia in Cina.
Queste sono le foto (le prime due) del fairing del lanciatore e del suo secondo stadio, le seconde due, (ricordo riempito di UDMH) del LM-3A che ha lanciato nello spazio la sonda lunare Cinese.
Il fairing è caduto a 1310km dal sito di lancio, dichiarando che la popolazione fosse stata informata dell’ “eventuale” pericolo.
Il primo stadio è invece caduto a 560km dal pad distruggendo una fattoria, anche in questa zona la popolazione era stata (come al solito) evacuata per il lancio. Il primo stadio del lanciatore, come anche gli altri, è alimentato a UDMH…

Altre immagini qui:
http://news.xinhuanet.com/photo/2007-10/26/content_6948803.htm

0 Likes

#2

E’ comunque simpatico da parte loro almeno avvertire…

0 Likes

#3

Già che distribuiscano queste immagini è un evento più unico che raro…
Certo che però fa riflettere…se un paese vuole comicniare l’avventura spaziale e non possiede un oceano vicino verso il quale lanciare…diventa un bel problema…

0 Likes

#4

Ecco un altro dei GROSSI problemi di un lanciatore a perdere… il fattore inquinamento non viene minimamente considerato… :disappointed: E le cose non cambiano certo di molto se gli stadi consumati cadono in mare anzichè sulla Terra (come per la Cina o il Kazakhstan…).

0 Likes

#5

Mi auguro che gli sfollati/danneggiati possano venire in qualche modo risarciti dal Governo cinese… :thinking: :scream:

0 Likes

#6

…almeno quello… :stuck_out_tongue_winking_eye:

0 Likes

#7

Comunque i “frammenti” sembrano in buone condizioni. Un piccolo paracadute per la prossima volta?
Che io sappia i frammenti dei razzi russi sono depredati dalla popolazione locale del sito d’impatto… comunque ne deduco che almeno il primo stadio di un vettore è recuperabile con un poò di sforzo… tanto a perdere non è se poi nel rientro non si disintegra…

0 Likes