IBEX - Un'altra delle mie pare orbitali

Sono ricaduto in una delle mie pare orbitali…

Guardando come si dovrà comportare questo satellite (si veda questa immagine) mi è sorto un dubbio:
IBEX sarà messo in rotazione attorno al proprio asse, allora mi aspetterei che, proprio come un giroscopio, la sua orientazione rimanesse fissa nello spazio-3d.

Invece mi pare di capire che il suo asse di rotazione sarà sempre rivolto verso il Sole.

Mi perdo una qualche precessione o cosa?

non e’ un granche’ ma sonon spiegazioni sul sistema IBEX, sperando che ti possano essere utili …

http://biz.yahoo.com/bw/080730/20080730005756.html?.v=1

Scusa, RikyUnreal, forse mi sbaglio, ma un satellite in rotazione mantiene il suo asse fisso rispetto al Sole esattamente come fa la Terra…o no? :thinking:

Trascurando la precessione degli equinozi, la Terra mantiene l’asse fisso nello spazio (proprio per questo ad esempio la durata del giorno e della notte cambia continuamente durante l’anno -eccetto che all’equatore-).

Mentre dal disegno di IBEX sembrerebbe che il suo asse di rotazione “punti” sempre verso il Sole, durante tutto l’anno. Quindi non è fisso nello spazio.

Mmm, non mi sembra che ci nulla di preciso. Grazie comunque, perché ora ho la certezza che:
“In its elliptical orbit around the Earth, the IBEX spacecraft will be pointed towards the sun, and spin continuously.”

Tra l’altro nemmeno sul sito ufficiale trovo una spiegazione a questa cosa, quindi, con tutta probabilità sarà una banalità.
Magari l’assetto lo correggono in continuazione con la propulsione, ma mi sembrerebbe dispendioso fare 2 anni di continue correzioni per orientarlo a dovere e mantenerlo in rotazione.

qui velocemente dicono come sia stablizzato il satellite.

non riesco a trovare nulla di piu’!!! :angry:

http://images.google.it/imgres?imgurl=http://www.orbital.com/images/low/IBEX.jpg&imgrefurl=http://www.orbital.com/NewsInfo/ImagesMultimedia/Images/SatelliteSpaceSystems/index.shtml&h=600&w=600&sz=111&hl=it&start=1&um=1&usg=__JvPQ_X9FoUqar9vM27qukoNf84Y=&tbnid=7Nl4Wh6A7Z5mnM:&tbnh=135&tbnw=135&prev=/images%3Fq%3DIBEX%2Bsatellite%26um%3D1%26hl%3Dit%26safe%3Doff%26rls%3DGGLD,GGLD:2005-30,GGLD:it%26sa%3DN

Il tuo link mi porta ad una pagina con solo delle immagini. :face_with_head_bandage:

Ho dato un’occhiata sul sito NASA http://www.nasa.gov/mission_pages/ibex/IBEXOrbitAnimation.html
qui in particolare si dice che verrà immesso su di un’orbita altamente eccentrica che gli permetterà di “spazzare” in 6 mesi l’intera volta celeste in modo che il sensore possa mapparla.
Penso pertanto che non mantenga volutamente l’allineamento solare.
Probabilmente l’immagine da te postata è mal rappresentata… :thinking:

Ho parlato troppo presto come spesso mi accade…boccaccia mia… :cry:
Ho trovato un file Powerpoint dove si dice di IBEX:

Routine Operations
Nominal orbit – 25-50 Re x 7000 km altitude, 3-8 days per orbit
Sun-pointing spinning S/C (4 rpm)
Science Observations > 10 Re
Engineering < 10 Re
Data download and command upload
Adjust spin axis ~5° (Earth’s orbital motion)
Nearly full sky viewing each 6 months

Su questo file .doc
http://nssdc.gsfc.nasa.gov/archive/pdmp/IBEX_PDMP_200706.doc
ho trovato questi dati ulteriori:

Initial inclination: 11Ëš Initial apogee: 50 RE Initial perigee: 7000 km Initial period: 8.2 days "... Each orbit, the spin-axis points toward the sun at apogee, and is repointed to realign with the orbit-averaged Sun vector when the spacecraft is near perigee. ..."

Sembrerebbe quindi, se non ho capito male, un controllo attivo efettuato quando la sonda è vicino al perigeo, forse con bobine magnetiche (anche se la quota è un tantino alta)

Ohh! Bella ArTaX. :clap:

Sì, sembra proprio un controllo attivo. Tra l’altro poco prima si legge:

The final orbit is achieved using the Pegasus XL launch vehicle, a STAR-27 Solid Rocket Motor for initial orbit insertion and a [b]Hydrazine Propulsion System (HPS)[/b] for apogee and perigee raising burns and [b]routine orbit maintenance[/b].

A questo punto mi sono fatto tante pare, e poi alla fine usano propulsori ordinari per ri-orientare l’asse ad ogni orbita.

Certo che se sommiamo questa cosa, al fatto che la forte eccentricità dell’orbita della sonda la sottopone a significative perturbazioni gravitazionali Lunin-Solari, verrebbe da pensare che il consumo di idrazina sia piuttosto cospicuo.

è vero, ma che … avevo cercato? :flushed:

Aspetta, nella frase che hai citato non si dice che i propulsori a idrazina vengono utilizzati per l’assetto, bensì per l’innalzamento della quota di perigeo e apogeo per il mantenimento della geometria dell’orbita, necessario dati gli elevati effetti perturbativi. L’assetto è controllato in maniera tradizionale, leggasi ruote di inerzia/reazione/etc…

Infatti anche io avevo capito così, ma stavo cercando maggiori informazioni su google (purtroppo non ho trovato nulla di utile ancora…)

“routine orbit maintenance” è un po’ vago, allora ho pensato superficialmente di farci rientrare anche il ri-puntamento verso il Sole.

Ma in effetti, orbita ed assetto sono due cose ben diverse
Continuo la caccia anche io…

Orbit maintenance vuol dire letteralmente “mantenimento dell’orbita” e non dell’assetto. E’ una procedura usuale che viene eseguita quando la geometria dell’orbita per svariate ragioni deve essere mantenuta: ad esempio per non rischiare un rientro nel caso dei satelliti LEO oppure per garantire la stessa zona subsatellitare con gli station keeping per i satelliti geostazionari. Al contrario per alcune missioni anche HEEO, come il telescopio ESA XMM-Newton, non è necessario mantenere l’orbita pur con considerevoli effetti perturbativi…in sostanza dipende tutto da cosa devono fare gli strumenti…