Il "misterioso" doppio elmetto.


#1

Ragazzi,voglio segnalare l’esistenza di un componente semisconosciuto delle tute spaziali Apollo.
Guardate questa foto:

E’ Gene Cernan,il Comandante di Apollo 17; guardate il suo “bubble helmet”,sembra essere doppio.

Quì vediamo la stessa cosa su Ron Evans,il pilota del modulo di comando di Apollo 17:

Bene,vi confesso che avevo notato altre volte “il fenomeno”,ma lo avevo attribuito ad un effetto ottico o ad un riflesso, invece ho scoperto (non si finisce mai di imparare) che si tratta effettivamente di un doppio elmetto.

In pratica è un altro “bubble helmet”,ma in plastica rigida,che veniva posto al di sopra dell’elmetto vero e propio al momento dell’inserzione in cabina ed aveva lo scopo di proteggere la superficie dell’autentico “bubble helmet” da eventuali graffi dovuti ad un accidentale botta contro la struttura metallica della cabina o contro il cockpit.
Esattamente la stessa funzione dello “scudo” sagomato sopra gli elmetti stile Gemini portati dagli astronauti di Apollo-1.
Quì in questa foto vediamo il copri-elmetto trasparente accanto ad Gene Cernan:

Durante il volo questi copri-elmetti venivano rimossi soltanto per essere sostituiti dall’“EVA visor assembly”.

In questa altra foto che mostra Jim Mc Divitt,il Comandante di Apollo-9,vediamo un primo tipo di questi copri-elmetti.
Come possiamo notare,a differenza del modello definitivo,questo primo modello non è integrale,ma copre solo la parte anteriore del “bubble helmet”.

Questo particolare,che ho scoperto soltanto ora,è talmente difficile da notare che non è presente in nessuna delle per altro ottime,ricostruzioni delle missioni Apollo per il cinema e la TV (“Apollo 13”,“Dalla terra alla luna”,“Magnificent desolation”).


#2

Ma quindi era qualcosa che si montava all’inizio e poi veniva tolto e lasciato a terra poco prima del lancio?


#3

No.
Credo che lo montassero nella “stanza bianca”,e poi rimaneva installato per tutto il volo.
Veniva tolto solo quando gli Astronauti mettevano l’“EVA visor assembly”,ossia il sovracasco con le visiere supplementari per l’EVA.
Pare che questo doppio elmetto trasparente sia stato adottato in seguito alle graffiature riportate dai “bubble helmets” degli Astronauti di Apollo 8.
Il primo equipaggio a portarlo in volo (nella versione primitiva che si vede sopra) fu quello di Apollo 9.


#4

Effettivamente la forma sferica impediva l’apposizione di pellicole sulla falsa riga di quelle usate per le visiere motococlistiche, quindi questa copertura in plastica è il miglior compromesso per evitare urti e danni…

Basta pensare ai danni che potrebbe provocare uno starnuto un pò più forte mentre si è vicino ad uno spigolo metallico… :fearful:


#5

Beh, in ogni caso dopo il lancio si toglievano la tuta… quindi ha anche senso che il sovracasco rimanesse installato, per evitare che il casco si rigasse mentre la tuta sballonzolava in stowage


#6

… che è poi quello che è successo realmente all’equipaggio di Apollo 8, basta sentire cosa ha raccontato Bill Anders in questa conferenza fatta per i 40 anni del volo (per chi non vuole sentirla tutta dal minuto 4 in poi)

EDIT: corretto il link


#7

Poco dopo parla anche del BBQ mode…


#8

Buongiorno. Vi ringrazio per questa informazione, che ho ignorato per oltre 40 anni! Penso la ignorassero numerosi “esperti” che ho conosciuto in questi anni…grazie ancora.