Il tramonto del Proton, l’incerta transizione all’Angara e l’arrivo del Soyuz-5

Di ritorno da Vostochny Rogozin si è fermato a Omsk per visitare gli stabilimenti Polet (associata di Khrunichev) e vedere lo stato dei lavori delle linee che dovrebbero iniziare a produrre degli Angara in serie. (Quella per l’1.2 dovrebbe iniziare nel 2019, mentre la produzione in serie degli Angara 5 inizierà nel 2023).

Le foto ci mostrano la visita ai locali di assemblaggio, appena inaugurato. Vi appaiono “tutti i componenti del secondo vettore Angara 5” (“все комплектующие блоки второй ракеты—носителя Ангара-А5”). Questa frase lascia un po’ perplessi, dal momento che, secondo Roscosmos, il secondo Angara 5 sarebbe già stato trasferito ai laboratori Krunichev, in vista del lancio di quest’anno (vedi sopra in questo thread). Forse è da intendersi “il secondo Angara 5 prodotto a Omsk”, anche se al momento non risultano altri lanci di Angara 5 in programma nei prossimi 3 anni, mentre ci sono vari Angara 1.2 in calendario. :thinking:

https://www.roscosmos.ru/25901/

1 Like

Altra tegola sul programma Angara… la rampa di lancio di Vostochny non sarà pronta per il 2021 (almeno un anno di ritardo) perché Roscosmos ha rescisso il contratto con l’azienda costruttrice PSO Kazan…

http://www.russianspaceweb.com/vostochny-angara-2019.html

3 Likes

Космическая среда, il notiziario periodico di Roscosmos TV, ha pubblicato, nell’edizione del 1° maggio scorso, un servizio sulla costruzione degli Angara nello stabilimento Polet di Omsk. Non è che si vedano grandissimi progressi rispetto alla visita di Rogozin nel dicembre scorso, ma almeno ci sono belle inquadrature di varie parti del razzo.

Questa è la fabbrica dove Krunichev realizzerà il “nuovo” lanciatore:

E questa è una panoramica di tutta l’area di lavoro. AstronautiQUIZ: Quanti A5 riuscireste a montare con questi pezzi?

La parte inferiore di quattro URM-1

Le ogive dei booster

vista da dentro

Ecco i motori RD-191

Questo “anello” è un pezzo unico. Potrebbe ospitare una “control unit”? :thinking:

Credit: Roscosmos. Il “servizio” è all’inizio di questo video

Secondo astronautibot il prossimo volo dell’Angara A5 sarà a dicembre di quest’anno.

6 Likes

Risposta ignorante: di anelli tipo Instrument Unit ne vedo uno solo, quindi direi un solo Angara (sempre che non ci sia una versione incontrollata :firecracker:)

Leggendo a inizio thread alcuni dei messaggi che si interrogavano sullo stato di Roscosmos mi è venuto in mente un tweet di qualche giorno fa.

La TASS riportava la dichiarazione completa https://tass.ru/proisshestviya/6434528

“We have been working for Roskosmos for five years. There’s no end in sight, billions have been stolen. Billions. And the technology is very simple - first the money [abroad] is forwarded, the family, and then the person involved,” he said.

La vicenda (o una delle vicende) a cui fa riferimento dovrebbe essere quella raccontata qui https://www.themoscowtimes.com/2019/05/17/no-end-in-sight-russias-space-agency-top-investigator-says-a65618 e qui in dettaglio https://www.kommersant.ru/doc/3968200

In pratica il CEO di NII KP, una sussidiaria di Roscosmos, non è tornato da un viaggio di lavoro all’estero quando ha saputo che era stata aperta una indagine interna.

Un altro scandalo, questa volta protagonista RKK Energia, era scoppiato ad agosto.

Resta il dubbio che si tratti di lotte fra oligarchi e gruppi di potere ma in ogni caso è davvero difficile che un’agenzia spaziale possa operare in questa situazione.

2 Likes