Il vettore SLS procede lo sviluppo ma la data di lancio potrebbe andare al 2020


#1

Il vettore SLS procede lo sviluppo ma la data di lancio potrebbe andare al 2020

[html]

La NASA comunicherà a breve una nuova data per il volo inaugurale del vettore SLS e della capsula Orion e con ogni probabilità ci sarà un’ennesima dilazione, questa volta al 2020. Alla luce degli impegni…[/html]

Articolo completo: Il vettore SLS procede lo sviluppo ma la data di lancio potrebbe andare al 2020


#2

Sarebbe interessante un confronto tra capacità di carico e costo al lancio tra SLS block 1 e Falcon Heavy,New Vulcan e New Gleen oltretutto da qui al 2024 il programma SLS potrebbe finire con ogni probabilità con un sonoro fallimento :death:


#3

Riguardo all’ultima affermazione, sì: se si continua con questo tenore di rimandi, buona notte! :grin:


#4

Dall’altro thread:


#5

Proverò a rispondere alla prima domanda. Dove appare il punto interrogativo il dato non è certo…

VEICOLO 					                           DESTINAZIONE 						        COSTO LANCIO
						                           LEO              MOON ORBIT

SLS Block 1 70T 26T 500 - 1 miliardo di dollari

Falcon Heavy 63,8T 19T 90 milioni di dollari

Vulcan Heavy + ACES 30,5T 12T (?) 100 - 200+ milioni di dollari (?)

New Glenn a 2 stadi 45T 17T (?) (?)

New Glenn a 3 stadi 70T 26T (?) (?)


#6

Grazie Fanella Antonio ,sono curioso di vedere il budget NASA per il prossimo anno per vedere se ci sarà qualche cambiamento :thinking:


#7

Non credo.


#8

Video promozionale.


#9

non vorrei fare il pessimista, ma continuando così, reputo che saranno queste le uniche immagini del razzo in volo


#10

Ma la prima data di lancio al inizio era nel 2016/2017/2018? lo chiedo per capire di quanti anni è in ritardo.
@pilgrim1
Io direi che sei un realista.


#11

Non credo.
Uno o due magari arriveranno pure a lanciarli.


#12

Cancellare il progetto senza un volo sarebbe uno smacco troppo grande.


#13

@Carmelo Pugliatti
Il programma SLS si può salvare solo se in questi 5 anni lo finanziano adeguatamente gli danno degli obbiettivi realistici e concreti e il costo al lancio non supera il miliardo al lancio e non vedo molti usi per la block 2 e la block 3 penso che si dovrebbero fermare alla versione block 1 (a meno che non trovano dei modi come utilizzarli) anche perchè tra falcon heavy,new vulcan,new shepard a 2 e 3 stadi in meno di 5 anni potremmo avere dei razzi potenti quanto SLS ma a un costo a lancio del 10% ,sentivo pure che la Blue Origins sta lavorando a un nuovo razzo pesante più potente del new shepard a 3 stadi chiamato new Armstrong per missioni per la Luna e Marte, oggi è solo una voce ma con i tempi del SLS potrebbe essere pronto tra meno di 10 anni quando si comincerà veramente lanciare i moduli stazioni in orbita lunare e fare concorrenza alle versioni più potenti del SLS.


#14

C’è almeno una missione scientifica che prevede il lancio di una sonda verso i pianeti esterni, se ricordo bene. Se ritrovo l’articolo lo posto.


#15

Ma lanciare un SLS costa più della sonda molto di più…


#16

Appunto Moon,appunto.


#17

https://www.nasaspaceflight.com/2017/11/europa-clippers-launch-dependent-sls-ml-readiness/


#18

Volendo ragionare in termini semplicistici come incide il budget ridotto sul programma SLS o al contrario come inciderebbe un aumento del budget sulle tempistiche del programma? Verrebbero assunti semplicemente più tecnici e ingegneri o verrebbero aumentate le infrastrutture?


#19

Buona domanda.
Credo entrambe le soluzioni.


#20

Come lo immagino e con parole mie: correggetemi dove sbaglio.
Le attività che devono essere svolte per completare un progetto hanno un costo in materiali ed ore uomo. Per svolgerle servono infrastrutture che, una volta in funzione, a loro volta necessitano di materiali ed ore uomo per restare operative (manutenzione, etc) più altri costi fissi.
Le prime sono contabilizzate come costi operativi, le seconde come costi di gestione. Se spezzi il costo operativo totale i vari anni, ogni anno oltre alla quota operativa stabilita ne hai una di gestione. Dunque uno scarso bilancio annuale ti costringe a ridurre la quota operativa dell’anno, aumentando il numero di anni di durata del progetto, mentre lascia immutata la quota di gestione. Dunque spalmando in più anni il costo operativo totale del progetto, non fai che aumentare il costo totale di gestione dello stesso. Alla fine aumenti i tempi e di conseguenza il costo totale.
Inoltre il personale con contratto non a termine lo devi pagare comunque, indipendentemente dalla quota di progetto che è chiamata svolgere nell’anno.