Intervista a Norberto Cioffi, ideatore del nome della missione Volare

Ragazzi, che fortuna e che invidia; avrei potuto essere al suo posto!

Speriamo di rifarci con la missione di Samantha e chissà che non vada meglio. Mi piacerebbe fare un “salto” al centro spaziale e visistare tutto quello che è presente; poter toccare un simulatore e vedere da vicino una tuta spaziale.

Speriamo che il sogno si avveri!

Esatto Topopesto, tante congratualzioni ai vincitori e ci riproviamo con Samantha!!
Pensiamo positivo e cominciamo a studiare qualche rudimento di russo! :wink:

Visto il nome e il logo scelto per questa missione, per quella di Samantha cercherò di realizzare qualcosa di più semplice ma significativo. La voglia di andare in Russia è davvero tanta, ma anche quella di poter entrare nel loro centro spaziale.

Io in russo oltre a “da” e “niet” so solo “spasibo” (significa “grazie”), qualche numero e qualche carattere in cirillico (6 o 7 caratteri su un totale di 33 se non ricordo male).