Ipotesi su UFO e bosone di Higgs

Mi é balenata una fantasia notturna; visto che molti di “voi” sono molto tecnici e preparati, la butto lì. :stuck_out_tongue_winking_eye:

Il bosone di Higgs é quella particella che si forma in continazione e si annichilisce nel cosiddetto “campo di Higgs”; i bosoni sono “compatibili” con determinate particelle alle quali donano massa (es: i fermioni), mentre non si aggregano a mò di airbag o di schiuma attorno alle particelle con le quali non sono “compatibili” come ad esempio i fotoni.

In sostanza, il bosone di Higgs sarebbe responsabile della massa delle particelle.

Ecco la mia ipotesi fanta-scientifica. Se si riuscisse ad annichilire la formazione dei bosoni di Higgs nel settore di spazio occupato da un aeromobile, o se fosse possibile aprire un tunnel attraverso il campo di higgs, sarebbe possibile annullare la massa del citato veicolo e perciò proiettarlo istantaneamente fino a velocità luce con pochissima energia e senza conseguenze per gli occupanti. Anzi, potrebbe risultare conveniente, in atmosfera, far percorrere al suddetto veicolo un percorso a zig-zag per motivi di controllo del terreno o per evitare correnti d’aria / uccelli / centri abitati.

Ecco così spiegabile la forma particolare degli ufo (siluro o disco) e il loro comportamento (accelerazioni istantanee e movimenti a zig zag).

Per i pomodori marci mi posso mettere un impermeabile? :grin:

“Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia”.

("Amleto”, William Shakespear).

c’è sempre la viscosità dell’aria che potrebbe rallentarti :nerd:

Però ovviamente dovresti trovare un modo per cacciar via i bosoni di Higgs (campi magnetici?). Valutare effetti dell’assenza di gravità tra particelle di uno stesso organismo. Poi ci sarebbe anche un problema di stabilità… in quanto annullare la gravità in modo istantaneo potrebbe farti schizzare via dal pianeta a velocità abbastanza sostenute (con accelerazioni istantanee infinite)

insomma… è un bell’esercizio mentale il tuo :beer: (parere del tutto personale)

Ovviamente si tratta di ipotesi in un territorio inesplorato, fatte da un non-scienziato. Però ti chiedo: secondo te quale processo fisiologico del nostro corpo ha bisogno di MASSA per avvenire? A me non ne viene in mente nessuno. Anzi la condizione degli astronauti di vita in assenza di gravità in stato di immobilità può essere presa a riferimento per la fisiologia, per quanto massa e gravità non sono la stessa cosa.

Per la viscosità dell’aria ci avevo pensato anch’io. Però se un’aeronave fosse in grado di generare un ipotetico “anticampo di Higgs” al di fuori per qualche metro, con l’avanzamento sposterebbe molecole di aria senza alcun peso! La viscosità é un fenomeno che si verifica per l’acqua perché essa é una molecola polare, ma non nell’aria; in quest’ultima dovresti avere solo problemi di attrito.

Per aprire un tunnel / spostare i bosoni di higgs fuori dalla traiettoria di questa fantastica nave mi viene in mente, come fenomeno simile, la magnetoidrodinamica, che forse non a caso é anche alla base di molte teorie sugli ufo (un tale Prof. Subata Roy dell’Università della Florida http://cpdlt.mae.ufl.edu/roy/ ha anche brevettato un veicolo del genere fatto a disco).

Per il problema dell’accelerazione repentina, che potrebbe mai causare il fenomeno alle strutture e agli occupanti di questa aeronave visto che l’inerzia é collegata alla massa? Nessuno! Niente massa, niente effetti G! Questo vuol dire che potremmo rimanere in piedi sul ponte interno durante un’istantanea accelerazione senza problemi! Anche ipotetici piccoli asteroidi incontrabili lungo il tragitto rimbalzerebbero via sullo scafo perché privati della loro massa.

Comunque si, il presente é un bell’esercizio mentale, per sognare un pò… e chissà che non ci sia dietro anche qualcosa di vero.

Ne sparo un paio a caso: la cardio-circolazione, la respirazione… Cosa succederebbe se il sangue non avesse massa? Il cuore lo pomperebbe a velicità luminali nelle vene?

Appunto, la massa è prima di tutto inerzia, e quella rimane tale e quale

Va bè che questo thread è in “di tutto un pò”, ma insomma… insultare proprio TUTTE le leggi della fisica mi pare troppo :wink:
Studiate, ragazzi, studiate…

Non penso, perché si tratta di fluidi chiusi in un circuito sotto pressione; la massa del sangue non potrebbe accelerare perché frenati dall’attrito. Altrettanto penso della respirazione. L’aria contenuta nei polmoni non pesa quasi nulla, perciò anche adesso dovremmo avere dell’aria sparata a velocità elevata fuori e dentro ad ogni respirazione, e invece no.

Quello che ho detto. Però se l’assenza di gravità permette all’uomo di sopravvivere, l’assenza di massa é probabile anche lei perché l’accelerazione produce effetti simili alla gravità sul corpo.

Come ho premesso, si tratta di un’ipotesi da non-scienziato; dimmi quale legge della fisica ho insultato apertamente, siamo qui per discuterne. Su questo forum é possibile anche uno spirito un pò sognatore, o no?

Cos’è la pressione? E’ la forza esercitata dall’urto di ogni singola molecola nel fluido contro le pareti che lo contengono. E quella forza esercitata è dovuta al cambiamento di quantità di moto della molecola tra prima e dopo l’urto. No massa, no cambiamento di quantità di moto, no pressione. E quindi, che significa “fluido sotto pressione” se la massa non esiste?
Discorso simile vale per la viscosità, e per gli attriti.

Questo è solo un esempio, ma tutta la meccanica verrebbe cambiata completamente dall’assenza di massa, e non è così semplice definire in che modo.

Si ma senza inerzia tutta la dinamica esterna ed interna al corpo impazzisce. Per dirne una senza inerzia basterebbe una minima contrazione muscolare per essere sbattuti a velocità altissima contro il soffitto o la parete del veicolo, per dirne una.

Uno starnuto spara goccioline a una velocità variabile tra i 120 e 150 km/h. Per spingere una goccia a quella velocità a quale velocità andrà l’aria? E considera che ovviamente il flusso d’aria non è laminare ma vorticoso e quindi naturalmente rallentato.

E’ vero. A questo non avevo pensato. E solo questo problema mi pare divenire la pietra tombale definitiva. :point_up: :clap: :flushed:

(fosse solo questo) Però senza conseguenze. Basterebbe legarsi a un seggiolino.

Vabbé… come premesso, era solo l’ipotesi fanta-scientifica notturna… :stuck_out_tongue_winking_eye:
Mi pareva che spiegasse bene anche il fenomeno ufo, ammesso che esista

Stamani ho letto il post e ho rimuginato un po’ su quali aspetti grossolani e macroscopici della nostra fisiologia potrebbe risultare stravolti: l’unico organo che mi è venuto in mente sono gli otoliti del nostro orecchio interno, che senz’altro non possono espletare la loro funzione se privati della loro massa.
Però, fermo restando che le mie conoscenze di fisica sono davvero scarse, credo che le interazioni a livello molecolare e atomico sarebbero profondamente modificate, anche se faccio fatica ad esemplificare questa mia affermazione proprio in virtù delle mie scadenti e arruginite conoscenze di fisica :stuck_out_tongue_winking_eye:
Per dire, la pressione osmotica di una soluzione non dipende dalla massa del soluto: ma se le particelle del soluto non avessero AFFATTO una massa, che pressione potrebbero mai esercitare?
MAH!
Lascio la parola ai più esperti! :wink:

Diciamo comunque che nell’ordine delle scoperte straordinare e futuristiche che cambieranno il mondo, questa la metterei dopo il teletrasporto umano, ed è tutto detto :stuck_out_tongue_winking_eye:

Grazie, sono già onorato di ciò :ok_hand: :grin:

Diciamo che, a parte alcuni dettagli come la pressione :stuck_out_tongue_winking_eye:, potrebbe funzionare quasi tutto. Questo sempre che la fisica subatomica non ne venisse stravolta.

Ecco… nel caso degli astronauti viene ridotta l’attrazione gravitazionale Terra-Corpo e non l’attrazione gravitazionale Corpo-Corpo. La pressione è una delle tante che potrebbe impazzire. Se poi è vero che la gravità è legata alle altre 3 forze fondamentali … trasmissione di segnali elettrici (sistema nervoso compromesso, oltre che per la pressione), aggiungiamo processi metabolici fuoricontrollo che si fondano su interazioni molecolari tra diversi tipi di enzimi… ecc…

Un organismo in quelle condizioni non ha alcuna chance di sopravvivere (parere personale). Anzi… hai presente il ketchup? ecco… il risultato sarà più o meno quello :cry:

I dettagli sarebbero l’intera fisica… però mai dire mai :smile:

Però se la massa non venisse ridotta a zero assoluto ma a un valore basso, per la legge della quantità di moto

Q=m*v

la velocità delle molecole di gas aumenterebbe fino ai limiti luminali, riequilibrando i parametri di pressione.

(Si, mi rendo conto, se rompo le scatole ditelo :facepunch: però mi pare una discussione divertente).

La forza nucleare debole, quella forte, quella elettromagnetica e la forza di gravità non credo dipendano dal parametro-massa; o almeno, sono troppo ignorante per saperlo

ehm… ne sei proprio sicuro? :skull:

No! :stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye:
Io credo che nessuno lo sappia con certezza; l’unica sarebbe provare, ma per provare a creare un anticampo di Higgs ce ne vorrà ancora…

scusa… ma allora la gravità cosa sarebbe? l’attrazione per simpatia? … allora :star_struck:

…la forza di gravità agente fra due corpi qualsiasi è direttamente proporzionale al prodotto delle loro masse. Cosa “veicoli” questa forza è ancora oggetto di studio, ma è un dato di fatto che senza massa non c’è forza di gravità.

Beh, il fotone non ha massa ma viene deviato dalla forza di gravità. Si, perché la massa di un corpo grande deforma lo spazio-tempo e quindi il fotone attraversa una lente gravitazionale=spazio deformato. Però la massa é un dato inerziale che sulla terra é uguale all’accelerazione di gravità; invece la gravità é una forza di attrazione o come dice Einstein un qualcosa che curva lo spaziotempo attorno a un corpo. Due misure per la stessa grandezza? No. Può esistere l’una senza l’altra? E’ improbabile, ma secondo me oggi il più preparato dei fisici non può rispondervi al 100%, la fisica newtoniana é in discussione.
Nel nostro esempio specifico, quello dell’aeronave, se l’anticampo di Higgs annullasse anche la forza di gravità assieme alla massa, ai fini della propulsione sarebbe ancora meglio.

Insomma, sto pensando alle migliaia di avvistamenti ufo nel mondo; ci si può credere o non, ultimamente stanno emergendo anche dati militari. Mio genero é un pilota di aereo da caccia e li ha visti, e mi ha detto “molti di noi li vedono ma pochi ne parlano”. Se questi ufo fossero realmente navi aliene (perché no, l’universo é immenso) queste navi si comportano come se realmente fossero riuscite ad annullare non solo la gravità, ma anche a diminuire considerevolmente la loro massa inerziale. Se questi ufo davvero esistono, la mia potrebbe essere una spiegazione. Da bar, ma una spiegazione. :ambulance:

…in un certo senso ce l’ha e si può facilmente calcolare.
Se l’energia di un fotone è data dalla relazione E = hv dove h è la costante di planck e v è la frequenza del fotone otteniamo la massa da E=mc[sup]2[/sup] ovvero: m = (h*v)/c[sup]2[/sup]…e non puoi obiettare che massa ed energia sono due cose diverse :smiley:
Viene un numeretto un pò piccolo…comunque diverso da 0, per questo il suo moto è influenzato da altre masse, come ad esempio quella di un buco nero.

La teoria dello spazio-tempo deformato da corpi è un modello del fenomeno che si osserva, ma il “mezzo” attraverso cui si esplica la forza di gravità è ancora oggetto di studio (gravitoni…stringhe).

A parte questo la tua teoria è fantascientifica (adesso) ma, secondo me, plausibile :slight_smile: