ISS utile per l'esplorazione lunare e planetaria?

Prendo spunto da questa discussione: Paul Spudis: ISS utile per l’esplorazione lunare o planetaria?
http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=9191.0
per proporre un sondaggio.

Raccomandazioni per l’uso: leggere attentamente la domanda del questionario!

Ho votato si, anzi, la ritengo di vitale importanza.
Costruire, gestire e vivere l’ISS ci ha insegnato un sacco di cose, se un giorno si costruirà una stazione lunare andremo incontro agli stessi problemi affrontati sulla stazione, e lo stesso vale per le future missioni manned su marte.
La ritengo inoltre molto importante perchè ha saputo dimostrare come la collaborazione internazionale sia indispensabile per progetti di queste dimensioni, sperando che sia con questo stesso spirito che torneremo sulla luna e poi andremo su marte :clap:

Concordo in pieno.

Ho votato si.

Anch’io mi sono espresso per il sì!

Sarebbe molto, ma molto interessante sentire i perché dei no!

io ho messo si… ma credo di sapere perche alcuni hanno messo no: alcuni programmi spaziali prevedono l’assemblamento di un unico modulo per il viaggio da piu lanci in orbita terrestre… molti ritengono che la iss sia piccola. io credo che sia di una grandezza giusta e che la nasa e le altre agenzie abbiano pensato a questo eventuale compito della iss… :grin:

Non è questione di dimensioni o di altro… la ISS ha dato un’esperienza unica nella gestione continuativa di una missione spaziale INTERNAZIONALE. Al mantenimento della ISS partecipano in contemporanea non so quanti centri di controlllo/ingegneria (tra cui me medesimo :slight_smile: ), e questa è già una cosa unica.

In più, ma questo è quasi scontato, quante sono state le tecnologie sviluppate per la ISS?

Ovviamente ho votato SI :ok_hand:

Mi associo in toto al pensiero espresso da Buzz e, ovviamente, anche io ho votato si.

quoto :smile:

Anche io ho votato si! Per la serie di motivi da voi già riportati e soprattutto per tutto quello che la ISS ci ha insegnato e ci insegnerà ancora come esperienze, tecnologie e medicina spaziale!

Ho votato no.
La ISS1 è utile. Montagne d’esperimenti in regime di microgravità attendono d’essere realizzati. Ma come piattaforma per voli oltre la Terra no.
No perché non è stata progettata per questo compito. La vecchia Freedom lo era, ma Alpha prima ed ISS1 oggi altro non sono che un’evoluzione dei laboratori spaziali, vedi MIR.
Una stazione spaziale con tutte le lettere maiuscole deve offrire delle strutture ben diverse da quella attuale. Mentre oggi si ultima la ISS1, mi pare che nessuno stia pensando alla ISS2. Questa dovrebbe essere il vero anello di congiunzione tra la Terra ed il resto del cosmo e l’evoluzione verso un porto spaziale per l’attraco di navette Terra Luna o verso chissà dove.
Se però vogliamo usare la ISS1 per fare test in vista della 2, ben venga. Ma da qui a pensare alla ISS1 come piattaforma stabile, no. Penso che costerebe troppo.

La logistica e’ solo un aspetto. E se per la logistica concordo che l’attuale stazione è poco utile (ma non del tutto…),
per tutto il resto la ISS assolutissimamente è servita, serve e servirà alla esplorazione spaziale umana nel sistema solare.
Risultato del voto: SI :ok_hand:

Mi dispiace, ma non esiste nessuna ISS2 nemmeno a livello di “concept”.
D’altra parte gli americani, che sono i maggiori contribuenti del programma ISS, per il loro ritorno alla Luna hanno optato per un approccio “diretto”.

Per quello che mi riguarda la ISS (e basta non ha senso metterci un 1 dietro visto che non esite alcun 2) resterà la dominatrice della scena spaziale LEO almeno ancora per i prossimi 15 se non 20 anni.

ho votato si

la ISS è una realtà, forzata o di compromessi quanto si vuole, ma è una realtà e anche se erede delle prime stazioni spaziali ha fornito due importanti occasioni di lavoro:
1 la coopeazione
2 la gestione delle risorse umane e struttuali.

Poi se intendiamo una stazione Spaziale come avamposto per l’esplorazione planetaria ci infiliamo in un tunnel i discussioni che esulano da quantoproposto dal sondaggio.

So. So.

Lungi da me criticare la ISS1. Ben venga. E’ demoralizzante che non si pensi alla 2, visti i tempi di progettazione e realizzazione.

Orion farà voli diretti, lo so. Si fa prima così e gli USA non devono dividere nulla con nessuno.

Ma quando la ISS1 inizierà ad essere logora, ci sarà ancora l’esperienza e la competenza? O ogni nazione metterà su la sua stazione spaziale?

Ares, non vorrei essere cavilloso ma non esiste nessuna ISS1.
Se vuoi puoi continuare a riferti alla ISS in questo modo, ma non è la nomeclatura corretta.

Indicare la ISS con ISS1 sottende ad una ISS2 che non esiste, e probabilmente non esisterà mai.
Qualsiasi cosa succeda alla ISS sicuramente non sarà un follow-on del progetto ISS.

Io ho votato no (non è che adesso mi menate eh?)

La ISS è un avamposto fantastico ed è stato utile e necessario costruirlo però non vedo cosa centri con l’esplorazione planetaria a meno che non la si voglia utilizzare come mezzo d’attracco intermedio(ma io di queste cose non me ne intendo…)

In un certo senso anzi la ISS è stata controproducente per l’esplorazione di cui si parla perchè ha drenato molto denaro che appunto poteva essere utilizzato per costruire i vettori necessari per la Luna od oltre…beh certo se la nasa avesse potuto godere degli stessi finanziamenti che hanno i militari il problema non si pone nemmeno.

Oh bella. Ricordo che questo era il suo nome.
In ogni caso si capisce a quale mi riferisco. Che non ci sia un seguito è una triste realtà. La ISS (così la scrivo giusta) è l’unico programma a lungo termine nello spazio.
La storia insegna che l’esperienza, una volta acquisita, si perde se non la si mantiene in esercizio. Tra vent’anni saremo ancora capaci di fabbricare strutture nello spazio? Se già oggi i costruttori di Orion hanno passato al microscopio quello che resta di Apollo, vuol dire che le esperienze del passato non sono aria fritta. So che c’è tutta una filosofia che sostiene il contrario, eppure mi pare che anche la NASA abbia riconosciuto che c’è stata perdita d’esperienza nel passaggio da Apollo a Shuttle, causa licenziamento del personale. D’altra parte non era colpa loro, dovevano farlo punto e basta.
Tornando in argomento. Mentre si finisce d’assemblare la ISS, c’è qualche altra struttura modulare da realizzare nel frattempo? Non mi pare, a parte i cinesi. Oggi Russia, Italia ed USA (anche il Giappone) hanno questa esperienza, ma tra vent’anni l’avranno ancora?
E’ vero che Orion tornerà sulla Luna, ma a parte i proclami politici, veramente ci stabiliremo sulla Luna? Basta un nulla per chiudere l’Orion lunare com’è stato per l’Apollo.
La ISS può fungere da porto spaziale? Ha le attrezzature per ricoverare, lanciare e fare manutenzione a veicoli destinati ad uscire dall’orbita terrestre? Nulla è impossibile, lo so, ma c’è posto per nuovi moduli sulla ISS?

Allora, il nome “originale” della Stazione Spaziale Internazionale, è stato “R-Alpha” all’inizio del programma nel 1993.
Successivamente si ci riferì ad essa direttamente come “Alpha” (dato che questo era il nome assegnato alla configurazione prescelta), dal 1995 il programma divenne “internazionale” e quindi assunse la denominazione corrente di ISS (International Space Station).

Per il resto la ISS ha ancora un notevole potenziale di sviluppo, basti pensare che una volta installato il Nodo 3 la ISS dispone di ben 4 portelli di attracco liberi, nella parte nippo-euro-americana, senza considerare quelli disponibili anche dal lato russo.