JAXA Tsukuba Space Center


#1

Vivo a Tsukuba, città di 400 mila abitanti a circa 1 ora di auto a nord di Tokyo, da circa due anni e fino a domenica scorsa non avevo mai visitato il Jaxa Tsukuba Space Center, in quanto avevo la sensazione che fosse molto blando.
Tsukuba è infatti uno dei numerosi Space Center della Jaxa sparsi per il Giappone (qui potete vedere tutti i vari centri http://global.jaxa.jp/about/centers/index.html ) e consta anche di un Visitor Center, oggetto appunto della mia visita insieme a moglie e due figli (il più grande, ahimè, non segue le orme paterne di amante di astronomia e astronautica, confido ormai sul piccolino di 3 anni :ok_hand:)
Ecco la pagina dello Space Center http://global.jaxa.jp/about/centers/tksc/index.html
e qui potete scaricare depliant (http://global.jaxa.jp/activity/pr/brochure/files/centers01_e.pdf) e Guida (http://global.jaxa.jp/activity/pr/brochure/files/centers01_e.pdf).
Ovviamente il visitor center è di fortissima impronta giapponese e quindi le visite guidate sono solo in lingua locale. La maggior parte delle descrizioni non è inoltre in inglese.
Vi allego qui un po’ di foto mentre potrete vedere tutta la raccolta al seguente indirizzo.
https://photos.app.goo.gl/8urXwUdo4FYrGPh59
Come vedete la visita non e’ stata prettamente da appassionato ma piu’ da padre di famiglia, mi riservo di tornare da solo per approfondire.

NOTA: durante la visita ho scoperto che mercoledì prossimo c’è un incontro JAxA/EXA con Thomas Pesquet gra gli ospiti all’università di Tokyo. Già iscritto! http://global.jaxa.jp/news/2018/#news12709

Se avete domande non esitate a chiedere, farò il possibile per rispondere.



#2

Io avrei voluto chiedere informazioni sui recenti programmi eurogiapponesi (il modulo I-HAB ed il lander lunare riutilizzabile HLEPP)?

Oppure

È un caso (che penso improbabile) o si sta assistendo ad una maggiore collaborazione ESA-jaxa, finalizzata a raggiungere quali obiettivi?


#3

Considerato che il prossimo 19 settembre c’è un simposio dal titolo proprio "“Exploring space together: Astronauts’ point of view” con protagonisti tra gli altri Thomas Pesquet direi che proprio un caso non lo e’.
Da quel che vedo Jaxa sta cercando di abbracciare la collaborazione internazionale con rinnovato entusiasmo.


#4

Grazie Giampi per il racconto della tua visita, interessante… peccato sia “dall’altra parte del mondo”
Guardando le foto che hai scattato, mi è venuto in mente la visita fatta qualche mese fa a Torino in Altec, oltre che a provare le Hololens abbiamo visto alcuni moduli come “PMM” o il nodo 2… Sai che non me li immaginavo così grossi!


#5

Per quel che mi riguarda è l’AstronautiCON dall’altra parte del mondo :flushed:


#6

é vero! :ok_hand:


#7

Mille grazie per aver condiviso il tuo splendido reportage con la community!
Non capita tutti i giorni (credo in effetti sia una prima assoluta) di avere immagini “spaziali” dal Giappone! Arigato!


#8

A presto spero di farne altri :stuck_out_tongue_winking_eye:


#9

Grazie Giampi. Bellissimo reportage.

Ma perché non ci hai detto che ti piace anche il surf? :smiley::smiley:

Perché quello sei tu! Ti prego, dicci che sei tu!!


#10

Quanta invidia, uno dei centri spaziali che ancora mi manca :clap:

Sia EAC (per ovvi motivi di training) che COL-CC (per meno ovvi motivi di planning e di operazioni) dal sempre intrattengono rapporti diretti con Jaxa, per migliorare la cooperazione nell’ambito ISS.

Ricordo che gli astronauti, di qualunque agenzia siano, quando sono a bordo lavorano a turno per tutte le agenzie. E quindi è normale che loro astronauti vengano qui così come i nostri vanno là. E sempre legato alle operazioni “in comune”, anche i flight controllers hanno qualche programma “di scambio”.