Joseph Kittinger

Joseph Kittinger era un pilota dell’Air Force,che partecipò a due progetti molto importanti per quanto riguardava le possibilità che un pilota di aerei d’alta quota od un astronauta aveva di salvarsi dal malfunzionamento del suo veicolo, buttandosi da altezze di 20000-30000 metri.Il primo progetto si chiamava Man High (del 1957):Kittinger stabilì qui il record di altezza per un salto con paracadute (29.500 m),superato successivamente nel Project Excelsior,infatti il 16 Agosto 1960 alzò il record a 31500 metri d’altezza al terzo lancio,la caduta libera durò 4 minuti e mezzo,il paracadute si aprì all’altezza di 5500 metri.Nel primo lancio si era sfiorata la tragedia in quanto vi fu un malfunzionamento all’equipaggiamento della tuta pressurizzata,lui svenne e fu salvato dal paracadute che si apriva in automatico,nella discesa assunse un moto rotazionale che lo portò a compiere 120 rotazioni al minuto con un fattore di 22 g alle estremità del corpo.Anche il terzo lancio aveva avuto un grosso problema tecnico:il guanto della tuta pressurizzata infatti ebbe un malfunzionamento,penso simile a quello di Leonov durante la prima passeggiata spaziale,buttandosi la pressione scese e si scongiurò qualsiasi incidente.Mente di questi progetti era il famoso pioniere di medicina spaziale John Paul Stapp (il progetto Excelsior era infatti dell’Aerospace Medical Research Laboratories).Per chi volesse maggiori info su John Stapp può andare qui http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=609
L’altitudine da dove Kittinger si lanciava veniva raggiunta attaccando una “gondola” aperta (come si vede nella foto sotto) ad un pallone pieno d’elio (tipo quello che porterà l’USV in quota).
In rete hotrovato un mini documentario sull’impresa di Kittinger (circa 5min) http://www.youtube.com/watch?v=yDJ6L2zYtpM&search=kittinger dove c’è un anche una panoramica della tuta pressurizzata oltre al video della caduta.
Mentre questo è un video musicale che per metà della sua lunghezza utilizza il video della caduta,tanto per avere un punto di vista “artistico” dell’impresa http://www.youtube.com/watch?v=9MkB6NkQscI&search=kittinger

Seguì al progetto Excelsior,il progetto Stargazer:questo era un progetto di osservazioni astronomiche da un punto molto privilegiato…22055 metri d’altezza! In pratica sopra la parte di atmosfera che disturba le osservazioni astronomiche da terra.Dentro alla gondola Stargazer era con lui l’astronomo William C. White.Oltre a misurare le variazioni che vi sono tra le osservazioni a terra e al limite dello spazio,si sperimentarono le tecniche di supporto vitale per un volo nello spazio (la gondola infatti può ricordare una capsula Gemini) abbastanza esteso nel tempo infatti il volo iniziò il 13 dicembre 1962 e finì il 14 dicembre.Fu l’ultima missione d’alta quota per Kittinger,successivamente combattè 483 missioni di combattimento in Vietnam, venne abbattuto,si salvò ma rimase per 11 mesi prigioniero dei Vietcong.

Intervista a Kittinger qui http://www.elchineroconcepts.com/Joe%20Kittinger.htm

Splendide foto, una sola nota Kittinger si chiama Joseph e non John… :wink:

:flushed: :flushed: :flushed: :flushed: Mi sono confuso con il dott Stapp (che si chiama John)…adesso correggo :flushed: :flushed: :flushed:

Seguì al progetto Excelsior,il progetto Stargazer:questo era un progetto di osservazioni astronomiche da un punto molto privilegiato...22055 metri d'altezza!

A questo proposito ricordo che osservazioni astronomiche da palloni stratosferici vennero condotte in Francia gia’ nel 1959 grazie allo straordinario astronomo-aviatore Audouin Dollfus (con cui ho avuto il privilegio di corrispondere di recente).
Nell’aprile del 1959 Dollfus utilizzo’ una gondola a tenuta stagna unita ad un treno di palloni per condurre osservazioni spettroscopiche dei pianeti a quote superiori ai 14 km.

Se non sbaglio i russi hanno iniziato negli anni '30 ad utilizzare gondole pressurizzate per voli da alta quota con palloni stratosferici.

Ricordo una foto di una di queste gondole che somigliava straordinariamente ad una Vostok…

Se non sbaglio i russi hanno iniziato negli anni '30 ad utilizzare gondole pressurizzate per voli da alta quota con palloni stratosferici.

questi sono i voli stratosferici sovietici piu’ significativi degli anni 30

30 settembre 1933 URSS-1 18,5 km
30 gennaio 1934 Osoaviakhim-1 22 km
26 giugno 1935 URSS-1-bis 15,9 km
12 ottobre 1939 Komsomol VR-60 16,8 km

Umh… se non ricordo male la foto si riferiva alla gondola “Osoaviakim-1”.

Se non sbaglio i russi hanno iniziato negli anni '30 ad utilizzare gondole pressurizzate per voli da alta quota con palloni stratosferici.

Ricordo una foto di una di queste gondole che somigliava straordinariamente ad una Vostok…

Si, ho visto una di queste capsule al Museo dell’Aviazione di Monino (Mosca), e sulle prime mi è preso un colpo perchè pensavo proprio che fosse una Vostok!

O meglio… una Voskhod, e quello sopra sembra l’airlock gonfiabile usato da Leonov!
In realtà è una capsula “Volga” del 1962 (quindi + recente di quelle che dite voi), utilizzata per lanci col paracadute da grandi altezze.
Purtroppo fu anche protagonista di un incidente mortale: durante un doppio lancio da circa 25 Km, uno dei due collaudatori, in tuta spaziale, ruppe il visore del suo casco urtando contro la gondola e morì immediatamente.

Penso che gli incidenti mortali fossero all’ordine del giorno,infatti la cabina (o gondola se vogliamo) dell’Osoaviakhim si schiantò al suolo a causa della formazione di ghiaccio su questa,uccidendo ovviamente i 2 occupanti.
Riguardo alla struttura che sembra l’Airlock gonfiabile di Leonov,qualcuno sa a cosa serviva o era proprio la sperimentazione dell’airlock stesso?

Hai ragione Fabio sembra proprio una Voskhod!!! :scream: :scream:
E’ impressionante…e è rivestita pure di “tessuto” come le Soyuz…

Per Mac: nel caso dell’airlock della Voskhod 2, l’idea non era tanto quella di testare la tecnologia inflatable quanto quella di fornire una camera di decompressione leggera poco costosa per la Voskhod stessa.
Paradossalmente il fatto che, in tal modo, collaudassero una tecnologia innovativa era secondario rispetto alla sua funzione.

E’ il famoso fenomeno conosciuto come Serendipity:Cercare(o studiare) qualcosa trovando qualcos’altro di più importante.