L' F 117 va in pensione

La notizia era nell’aria da tempo ma adesso e’ ufficiale: tutta la flotta degli F 117 e’ stata tolta dalla prima linea e messa per ora in “riserva” in attesa che l’ F/A 22 Raptor diventi operativo in piu’ reparti.
Il “Nighthawk” e’ stato il primo aereo d’attacco “sthealth”, prodotto in 59 esemplari dalla Lockheed, fece il suo primo volo nel 1981 e divenne pienamente operativo nel 1983.
Ufficialmente ha preso parte a missioni su Panama, Iraq, Kossovo e nuovamente in Iraq subendo solo una perdita nel 1999 ad opera della 250a Brigata Missili serba.

Ciao da Jolly Rogers

Quanti ricordi… :sunglasses: Nei primi anni ottanta,il veicolo che più affascinava per il suo mistero.
A chi interessa una scheda esplicativa,sul link sotto.E’ spiegato con dovizia,anche le cause dell’unico “abbattimento”.
Grazie Jolly!

Jolly… di la verità … ci stai facendo un pensierino ??? :stuck_out_tongue_winking_eye:
L’F117 ha sempre rappresentato per me il mito dell’aereo più “fantascientifico” e misterioso che si potesse costruire … sorpassato solo dal B-2 :scream:

Ho letto il link in questione ed e’ molto interessante, pero’ alcune “cosine” sono da correggere, nel senso che ad esempio e’ vero che durante la crisi del Kossovo gli F 117 decollavano da Aviano sempre alla solita ora e seguiti sempre dalla stampa, pero’ per certe “missioni” loro facevano affidamento anche su altre basi, quali ad esempio Grosseto dove ho avuto il culo di beccarcene 6 e se Kruaxi ne avesse voglia potrebbe inserire le foto in questione.
Sull’abbattimento di ipotesi ne sono state fatte tante, pero’ in ambito militare la piu’ accreditata e’ quella della spia che lavorava all’interno della NATO (tra l’altro un ufficiale alto in grado) e che forni’ per tempo le coordinate della missione alla contraerea serba che si fece trovare pronta sul posto.
Per capirsi meglio e’ bene capire come opera un F 117.E’ vero che e’ un’ aereo stheath, pero’ anche se piccola una traccia radar la lascia sempre, infatti per chi ha avuto la fortuna di vederlo volare (per fortuna ho avuto questa “botta di culo”, tra l’altro di giorno) il pilota esegue un volo particolare, detto da zona operativa, cioe’ vola zizzagando per fornire uno scarso punto di riferimento a quote intermedie ( cioe’ medio-basse).Quando pero’ giunge in prossimita’ dell’obbiettivo assegnatogli (circa 30 secondi prima), lui deve livellare e aprire il vano bombe ed e’ allora che “riappare” sul radar diventando vulnerabile.E qui viene il punto, ora la batteria serba sara’ stata anche fortuanata, ma con l’esiguo margine di tempo a disposizione e con il lancio di massimo 2 SAM ci vuole un aiuto esterno.Addirittura c’era chi parlo’ anche di un coinvolgimento dei cinesi, nel senso che avevano messo a loro disposizione delle apparecchiature sperimentali per aiutarsi ad individuare aerei sthealh e sempre con il beneficio del dubbio ci fu’ anche un ricollegamento tra il bombardamento (tra l’altro di precisone altamente chirurgica fatto con un B 2 partito appositamente dall’america)della loro ambasciata con la vicenda in questione, fatto che tra l’altro non suscito’ neanche grandi rimostranze da parte cinese apparte le solite frasi di rito.
Per concludere vorrei far notare una cosa sull’osservabilita ai radar degli aerei: da studi fatti anni fa’ si e’ scoperto che i caccia occidentali (tutti) sono piu’ visibili dei loro parigrado russi perche’ i primi vanno in missione sempre con almeno un serbatoio esterno se non piu’, mentre per filosofia costruttiva i russi portano il carburante al loro interno(sia per lasciare posto sotto le ali per il carico bellico, sia perche’ in Russia il rifornimeno in volo non e’ pratica comune come in occidente) e le stazioni subalari per missili influiscono meno sulla firma radar.

Ciao da Jolly Rogers

Ottime precisazioni,Jolly.Infatti con il mio post volevo “scatenare” le tue considerazioni :wink:.
Anch’io sono curioso,in merito a una tua risposta a Micionero,se non rischi troppo… :sunglasses:

Per il semplice motivo che questo e’ cio’ che pensavano coloro che in quel periodo si trovarono ad operare nei balcani.In piu’ c’e’ da dire che l’ufficiale in questione fu arrestato, processato ed espulso dalle forze armate.Fai un po’ te…

Ciao da Jolly Rogers.

Ricordati che si dice il peccato ma non il peccatore…
L’ufficiale in questione se ricordo bene era di nazionalita’ belga, fu accusato di aver fornito notizie al nemico ma dopo una breve detenzione ci fu’ una specie di “patteggiamento” (probabilmente per non creare ulteriori scandali) e forse anche per mancanza di prove dirette fu invitato a lasciare le forze armate.
Sulla missione del B 2 e’ tutta la vicenda che e’ “strana”, a farsi dal comportamento dei cinesi dopo l’attacco.

Ciao da Jolly Rogers.

Ma non l’avevano fatto passare come “un tragico errore”, "un danno collaterale?
In caso non fosse così (e probabilmente non lo era), non è un fatto estremamente deprecabile l’attacco deliberato all’ambasciata di uno stato sovrano all’interno di un paese contro cui l’attaccante è in guerra, anche ammettendo che lo stato che ha subito il bombardamento della propria sede diplomatica abbia rapporti con la nazione attaccata?

Personalmente, da chirurgo, non so mai se sorridere o incavolarmi al sentir parlare di chirurgia in guerra, quando non si faccia riferimento solo a quella praticata negli ospedali da campo.

Ciao a tutti

Quello che si dice ufficialmente non e’ QUASI MAI quello che poi in realta’ e’.
Sulla sovranita’ dell’ambasciata cinese ( sempre che le cose stiano come ho riportato) da un punto di vista giuridico c’e’ poco da eccepire, poi in guerra, ripeto: sempre che le cose siano andate cosi’, se una minaccia viene identificata sta a chi e’ sul posto prendere decisioni.Un’antico proverbio indiano diceva: “prima di giudicare una persona cammina per tre lune nei suoi mocassini”, parafrasando lo si puo’ utilizzare anche in questo caso.
Sul termine “chirurgico” non sai come ti sto’ nel cuore ( chiedete a Kruaxi e lui vi potra’ confermare…) pero’ purtroppo questo termine e’ entrato in uso comune e anche a me spesso scappa di usarlo.

Ciao da Jolly Rogers

P.S.
Come mai se dico “fondoschiena” scatta il beep di censura e invece sti cazzi no?

Well, stica è più “gergale” e meno legato alle offese personali, per cui ho preferito lasciarlo usare come espressione gogliardica. Continuiamo a usarlo così.
Invece, deret… è decisamente usato in maniera più impropria, soprattutto a livello di offesa.
Spero che l’uso di stica non disturbi nessuno, così come l’emoticon legata. Se così non fosse, possiamo togliere…

Direttamente dall’archivio de Il mio nome è Rogers… Jolly Rogers…:
Schieramento di F117 a Grosseto, durante la crisi bosniaca.

nb: le foto sono speculari alle originali.

Se mai sarà necessario andare a trovarlo un domani, ricordo che a JR non piacciono le arance… meglio una robusta dose di porchetta. :bi:

Salute e Latinum per tutti !

Era solo per fare una battuta, niente di personale e comunque va piu’ che bene cosi’.

Ciao da Jolly Rogers

Nessun problema.
La risposta è stata volutamente prolissa più che altro perchè ad altri utenti potrebbe essere sorta la curiosità :smiley:
:star_struck:

Quello che non mi e’ chiaro e’ il punto di domanda nell’emoticon “stica” :smiley:

Così è meglio?

:stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye:

eheh propongo di adottare da subito il nuovo astro-emoticon di monzi… :smiley: :stuck_out_tongue_winking_eye:

Workin’ on it

Grande, ora è ufficialmente disponibile! :star_struck: :star_struck: :star_struck:

grazie admin :colonial:

Ebbravo Monzi … :smiley: Direi che questa emoticon è molto più inerente all’oggetto del forum :star_struck: