La NASA inizia a preparare le simulazioni per l'EVA sugli asteroidi.

“NASA’s Mission Operations Directorate (MOD) are preparing for involvement in an underwater simulation of protocols which may become part of a manned mission to a Near Earth Object (NEO). The tests will be carried out during October’s NASA Extreme Environment Mission Operations (NEEMO) mission, which will be based at the Aquarius underwater habitat in Key”

http://www.nasaspaceflight.com/2011/08/nasa-simulate-asteroid-eva-protocols-neemo-mission/

Si fà sul serio? Allora gli asteroidi sono il nuovo target della NASA.
Ma perché gli asteroidi? Perché non la Luna? Volare verso gli asteroidi così tanto per esplorarli non mi pare abbastanza. Ci dev’essere uno scopo più preciso. e spero sia quello che penso.

Cioè?

Credo che l’eplorazione sia già uno scopo bello tosto, soprattutto se lo paragoni alla Luna dove Nasa è già passata e quindi a livello mediatico non è così appetibile

Meglio dell’esplorazione. La COLONIZZAZIONE dello spazio, lo sfruttamento minerale degli asteroidi che, una volta svuotati, si possono trasformare in habitat.

La creazione di qualcosa di simile al Troy descritto nei suoi romanzi da John Ringo: http://webscription.net/p-1108-live-free-or-die.aspx !

Interessante che comincino già da ora a fare simulazioni in piscina… significa che hanno già dei concept di missione abbastanza avanzati.
Il coinvolgimento di MOD direi che era abbastanza ovvio, anche perchè il NBL è di loro proprietà se non sbaglio, e ogni attivitá va pianificata in modo da non ostruire il normale training degli astronauti ISS (la piscina è quasi sempre in uso…)

Non credo che le simulazioni avverranno nel NBL, si cita il programma NEEMO, probabilmente avverranno in Aquarius.

Avete centrato il punto. Asteroidi come miniere? Perché no, a partire dai più piccoli? Ma perché no quelli più grandi? In fin dei conti da qualche parte bisogna partire.
Speriamo sia ll’inizio di qualcosa di più grosso.

Troy! Troy! TROY!

E magari un bel SAPL…

Anzi, in verita’ senza SAPL non si ha Troy.

Iniziamo dal SAPL.

Si’, lo so, tocca leggere il romanzo per capire di cosa parlo…

John S.Lewis li ha descritti bene nel suo libro