"La vita su Marte? Sotto cupole di vetro" ( La Stampa)

Ora… non ho visto altro che l’articolo…che poi non e’ che dica tanto.
Tralascio le problematiche del viaggio…Ho un dubbio… Ma le radiazioni cosmiche ?
La cupola in vetro non credo che sia la soluzione definitiva… o no?
E poi … la vegetazione … Ma se le radiazioni fanno male all’uomo e possono danneggiare il dna… perche’ non potrebbe succedere anche
con i vegetali se non adeguatamente protetti ?

Ho capito che :

pero’… una cupola di vetro? :-?

Se il testo delle risposte di Musk è quello riportato in https://www.forumastronautico.it/index.php?topic=25759.msg279517#msg279517 allora si parla anche di tunnel sotterranei scavati da robots. Probabilmente la vita si svolgerebbe lì, salvo le attività da svolgere necessariamente in superfice o in serra.
Ne parliamo da qualche anno, e la cosa era stata anche oggetto del mio intervdento alla passata Astronauticon, due anni fa. La probabilità di tumori indotti da radiazioni nell’ambiente marziano è alta ma non spaventosa, e la protezione di un paio di metri di terreno probabilmente mitigherebbe moto gli effetti.

Ah beh… si … Anche Musk nell’articolo parla di vita nel sottosuolo, ma limitatamente alle attivita’ produttive. Quando parla di vegetazione parla in superficie e sotto cupole di vetro assieme alla “vita di tutti i giorni”.
Nel sottosuolo la schermatura dovrebbe essere adeguata … si parla della stessa cosa anche per “colonie” sulla luna; Worner parlava al piu’ di habitat con attorno schermature in regolite stampata in 3d ( useranno una Prusa i3 ? :stuck_out_tongue_winking_eye:) .

Mah … non me ne intendo eh… ma mi viene da dire che o si fa uno scudo elettromagnetico ( Il prof. Battiston dirigeva un progetto ( al cern ?) su un tale scudo…) che possa coprire l’area della cupola… o… ( che poi mi sembrava l’ srs2 avesse una portata di una decina di metri… )

Molto, ma molto più economico scavare buchi che fare scudi EM. Questi possono servire solo per schermanre una capsula durante il volo.

Scusate ma su Marte ci sono delle zone con magnetismo residuo e quindi basterebbe mettere la base in queste zone per avere una certa protezione naturale o sbaglio?

Condivido sotto terra, o magari trovare qualche bella grotta da adattare (stessa cosa), e la natura ti protegge e non poco…

Per le piante si utilizzano le lampade…

Poi quando l’Umanità si evolverà, magari troverà anche altre soluzioni, vetri e materiali che riescono a fermare le radiazioni, ecc…

Si esce dalle caverne solo per andare a fare brevi missioni, almeno nella mia poca conoscenza su queste tematiche, io la vedo in questo modo.

No, gli ordini di grandezza del campo magnetico necessario sono più alti di ordini di grandezza. Non basta una zona con paleomagnetismo, servono fasce di radiazione attorno al pianeta e soprattutto un’atmosfera. La nostra atmosfera ha uno spessore ha uno spessore pari (come ordine di grandezza) a 10 m d’acqua o 4 m di terreno; se sali a 15.000 m ti becchi dieci volte la radiazione che c’è al suolo. In LEO sei ancora relativamente schermato dalle fasce di VanAllen e dal campo magnetico terrestre, tutte cose che Marte non ha.

A meno di nuove scoperte non si tratterebbe comunque di un guadagno tale da garantire una protezione sufficiente dalle radiazioni.
Le cupole di vetro le considero ad un grado di fantascienza (livello di Improbabilità xd) più elevato dei tunnel sotterranei… ad ogni modo, purtroppo, dubito di arrivare a vedere anche solo l’uomo sbarcare su Marte, ed ho meno di 40anni
Naturalmente spero di essere smentito

Direi proprio di si …

Cercando ho trovato un bel articolo (in italiano!) sui campi magnetici nel Sistema SOlare: http://www.bo.astro.it/~bedogni/primolevi/2013/02e-pianeti-campi-magnetici.pdf

Due metri sotto terra…che vita sarebbe?? In pratica si scaverebbero una fossa…
Qualita’ della vita x me resta al centro.

Micol, se scegli di andare a fare il colono su Marte della qualità della vita non deve fregartene molto :stuck_out_tongue_winking_eye: poi comunque potrebbero avere delle finestre, basta fare dei meandri con specchi e la luce entra ma le radiazioni no. E se fai il bravo fai un’ora d’aria in superfice (aria, si fa per dire)

Ehm, esistono i vetri al piombo anti X (un esempio). :ok_hand: Con opportune modifiche si possono creare vetri anche per energie maggiori di quelle dei comuni raggi X.

Sulla Terra c’è gente che vive peggio di così, non mi sembra poi così male per Marte…

Inviato da Huawei P8 via Tapatalk

Pesano una cifra… montare una cupola a pannelli stile Reichstag di Berlino significherebbe portare parecchie tonnellate di vetro e di ferro dalla terra. E pure per la minuscola “cupola” sulla ISS ci sono state polemiche circa i costi. Bisognerebbe produrre quei vetri in loco su Marte; il che significherebbe avere una struttura industriale non indifferente (miniere, trasporti, forni di fusione, centrali elettriche, risorse idriche, macchine utensili etc etc etc). Boh… stiamo parlando dell’anno 2300?

Non e’ che me ne intenda molto … piu’ che altro ho letto documenti… mi pareva di aver capito che ad oggi… o scudi elettromagnetici o pareti d’acqua… sono quelli che si comportano meglio.
proprio qui sul forum era stato postato uno studio sulla schermatura delle pareti d’acqua.
E visto la pericolosità …
http://www.asi.it/it/news/spazio-e-rischi-tumorali ( 03/2016)
Mejo fare la talpa :stuck_out_tongue_winking_eye:

Temo che i vetri al piombo antiradiazioni siano improponibili per fare una struttura atta a coprire una serra. E per gli abitanti servirebbe una protezione davvero elevata. Ripeto, si può far arrivare la luce solare nel sottosuolo con sistemi semplici (condotti con specchi, fibre ottiche) che non attenuano la schermatura ma permettono di percepire un ritmo diurno. E poi si può salire in superfice per tempi limitati.

Per quel che riguarda gli esperimenti con l’illuminazione sotterranea ci sono dei begli esempi anche qui sulla terra: http://thelowline.org

Intendevo dire: psicologicamente la visione all’esterno di persona è sicuramente migliore di avere luce di tipo riflessa e/o attraverso fibre ottiche. Ovviamente un suggerimento di pannelli di vetro piombato che coprano tutta la superficie abitabile è improponibile, ma per superfici limitate (e per limitate intendo comunque almeno 2m x 1m) i pesi non sarebbero così eccessivi. E, di conseguenza, la famosa “ora d’aria” diventerebbe qualcosa di più lungo.

Cupole su Marte?

Mi ricorda qualcosa…

https://it.wikipedia.org/wiki/Atto_di_forza :stuck_out_tongue_winking_eye: