lancio orizzontale??

a sto punto montiamo tutto su le montagne peruiane e guadagnamo anche 5 kilometri di altezza e minore densità dell’aria…

tanto mi pare d’aver capito che le rotaie che ad oggi si usano non sono cosi lunghe.

p.s. ma l’accelerezione che subisce il mezzo? immagino che gli uomini siano esclusi da tale vettore e che i payload dovranno avere particolari specifiche…

Per gli uomini l’accelerazione potrebbe essere come quella dello Shuttle, ovvero circa 3g, mentre per i payload non credo ci sia problema, dato che sull’Atlas 5 ho sentito dire che l’accelerazione arriva anche a 9g! :star_struck:
Per arrivare a Mach 1 con 3g costanti, si dovrebbero avere 11.55 secondi di accelerazione. Con questi dati, utilizziamo la formula s=1/2 at[sup]2[/sup] dove a è l’accelerazione e t[sup]2[/sup] è il tempo al quadrato otteniamo:
3 x 9.81/2 x 11.55[sup]2[/sup]
Il risultato è 1963.01 m. Arrotondiamo a 2 km. Con un’accelerazione di 3g, per arrivare a Mach 1, dovremmo avere una rotaia di circa 2 km di lunghezza. Non credo quindi che sia poi così impossibile da farsi come cosa.

fai anche 3 km… per fermare la rotaia dopo aver lanciato e in caso di abort

Con una rotaia in leggera pendenza basta ed avanza, senza aggrapparci al dorso di una montagna, perché così ci ritroviamo a far gravitare il peso sul propulsore. Qui il peso è annullato dalle ali, che certamente fanno da freno aerodinamico, ma questo è compensabile. Solo il tratto finale potrebbe avere un’inclinazione più elevata, come i trampolini usati sulle portaerei, con il doppio scopo di indirizzare il veivolo e frenare il carrello ormai libero.
mi pare di capire però che il carrello e la rotaia siano l’ultimo dei problemi.
Intanto nelle foto si vedono veicoli supersonici. Stai a vedere che presto negli aeroporti si useranno le catapulte per far decollare gli aerei. :slight_smile:

Ed ecco un mio consueto contributo tecnico…


RocketSled.jpg

Sempre preziosi i tuoi contributi “tecnici” :stuck_out_tongue_winking_eye: