L'Asteroide 2009 VA sfiora la Terra!

L’asteroide 2009 VA, di 6 metri di diametro, Venerdì 6 novembre alle 21h32m UT è passato a soli 14000 km
dalla Terra.
Il problema di questi corpi di taglia minore è lo scoprirli per tempo.
Poco si sarebbe potuto fare in caso di impatto per il fatto che è stato scoperto solo 15 ore prima del massimo avvicinamento, anche se probabilmente si sarebbe disintegrato nell’atmosfera.

http://ssd.jpl.nasa.gov/sbdb.cgi?sstr=2009%20VA;orb=1

Sarebbe stato un bel fuoco d’artificio!

Non sono un po’ più del solito ultimamente ?
Ho detto una sciocchezza, vero ?

Salute e Latinum per tutti !

Dici bene!
Con l’affinarsi delle tecniche osservative e della strumentazione ne trovano sempre di più e più piccoli.
Questo lascia sperare che si possano tenere sotto controllo o avvistare roba più pericolosa e grossa con maggiore anticipo!

malimor***sua!!! meno della metà della GEO! Ci ha fatto praticamente la barba!!!

Mi chiedevo giusto in questi giorni come stiamo messi col sistema di monitoraggio anticollisione: non credo che il 100% della sfera celeste sia sotto monitoraggio 24h ore al giorno,giusto? Dove posso trovare qualche cifra?

14000 km… qualche satellite può essersela vista brutta? Quelli in GEO per esempio…

Io saro’ fatalista, ma ho una mia teoria:
Gli asteoridi sono di due tipi: quelli grossi e quelli piccoli.
Quelli grossi li vediamo da lontano, ma anche volendo non sapremmo come spostarli.
Quelli piccoli, che magari potremmo provare a spostare, li vediamo troppo tardi.
Rimane una (secondo me piccolissima) fascia di oggetti che e’ effettivamente utile tenere d’occhio.

Mah… io sono poco convinto anche di questo. L’umanità esiste da centinaia di milioni di anni, ed è in grado di vedere corpi celesti così piccoli da meno di un secolo… Possibile che l’asteroide pericoloso per l’umanità arrivi proprio in quel centennio in cui noi abbiamo imparato la tecnologia per vederlo?

Beh ma una volta imparato, non lo dimentichiamo (spero) quindi sapremo vedereli anche fra molti anni (e anche meglio si spera) e quindi le probabilità aumentano molto…

Il problema principale è che le orbite non sono stabili per il fatto che molti asteroidi hanno afelio e perielio in prossimità di altre due orbite planetarie.
Diversi di questi ultimi oggetti osservati si avvicinano ed intersecano le orbite di Terra e Marte.
Corpi relativamente piccoli, normalmente difficili da rilevare potrebbero subire graduali deviazioni fino a portare il corpo ad impattare.
E il caso di Apophis che sfiorando la Terra potrebbe venir deviato in modo, per ora, non facilmente calcolabile, su di un orbita realmente pericolosa.

Non c’è dubbio riguardo a questo se si ragiona in termini di meccanica orbitale.
In questo caso però io ragionavo in termini di statistica… se in cento milioni meno cento anni non ne è arrivato neanche uno, possibile che arrivi proprio in quei cento anni in cui noi riusciamo a vederlo con un po’ di anticipo? Vabbè che c’è la legge di Murphy…

No!!! L’hai nominato!!! :rage: :angry:
Un bonus di 10 asteroidi nei prossimi 100 milioni di anni! :stuck_out_tongue_winking_eye: :clap: :clap:

Parlando seriamente, non mi fido della statistica, almeno non troppo. Meglio non rischiare e stare accorti!

tunguska

http://it.wikipedia.org/wiki/Evento_di_Tunguska