Le astronavi di carta dell'ESA,ovvero perchè non abbiamo un accesso allo spazio

Ecco una galleria di progetti ESA con equipaggio che non sono mai andati in porto.Sono convinto che uno dei maggiori problemi (ma non il solo nè il più grave) sia politico-burocratico.Immaginate se la NASA fosse composta dalle agenzie spaziali dei singoli stati dell’unione,e che queste non avessero reale potere decisionale ma rispondessero a tre o quattro ministeri statali,spesso in contrasto tra loro. Gli americani non sarebbero riusciti neanche a lanciare una Mercury! Si dice che la strada per l’inferno sia lastricata di buone intenzioni.Di intenzioni buone in questi anni l’ESA sembra averne avute molte,di realizzazioni concrete nel campo dei voli “manned” nessuna.1-Stazione spaziale europea (1982),2-The Man-Tended Free Flying platform (MTFF) e navetta Hermes,3- MTFF derived space station,4-CARINA microgravity capsule,5-Crew Return Vehicle 6-Biconic” Crew Rescue Vehicle (1993),7-ESA Viking” Crew Rescue Vehicle (1994).

continua…Purtroppo.

Immaginate se la NASA fosse composta dalle agenzie spaziali dei singoli stati dell'unione,e che queste non avessero reale potere decisionale ma rispondessero a tre o quattro ministeri statali,spesso in contrasto con loro. Gli americani non sarebbero riusciti neanche a lanciare una Mercury!

Sicuramente! E’ garantito!
Questa carrellata di “opere incompiute” o meglio di “opere stroncate”, mi sta facendo venire una tristezza addosso che riuscirò a scacciare solo vedendomi un bel DVD della serie “Dalla terra alla Luna”

Consiglio quello su Apollo 12.Pete Conrad,Dick Gordon ed Alan Bean sanno come far passare la tristezza.

Salto i soliti complimenti mielosi :wink:

Ancora una volta torno a ribadire un mio chiodo fisso (no, non quello che immaginate voi): tantissimi progetti non vanno in porto perchè si lanciano senza che derivino dalla “domanda” di qualche entità scientifica di un certo peso.
Si realizzano i mezzi, e poi gli si cuciono i progetti su misura.
In tal modo però queste idee non hanno gambe robuste, e crollano come castelli di carte alle prime difficoltà perchè nessuno li sostiene con forza sufficiente, se non le aziende che dovrebbero produrre l’hardware. :roll_eyes:

E’ verissimo quello che dici ma se ci pensi l’automobile,i sommergibili,l’aeroplano, i primi razzi, sono tutti nati senza una precisa e forte domanda alle loro spalle.Inoltre spesso gli stessi progettisti pagavano monetariamente lo sviluppo dei loro progetti,pensiamo ai fratelli Wright,ai razzi di Goddard,i primi di Von Braun e Korolev,Tsiolkowski(nn sono sicuro si scriva così) ma in tempi più recenti il primo pc,tutti creati più o meno nel garage/officina di casa poi perfezionati grazie ai soldi di università,industria etc.Purtroppo nn si può fare così per capsule (o altro) spaziali,possiamo per lo più limitarci a creare dei progetti su carta,per carità realistici,illuminati e illuminanti ma nn possiamo realizzarli da soli o in un piccolo gruppo di persone, nepossiamo sperare che qualche miliardario decida di utilizzare tutto il suo patrimonio per la ricerca astronautica (cose ormai d’altri tempi tolta la famiglia Ansari e Paul Allen).Quindi come dici tu abbiamo bisogno di una forte domanda alle spalle magari scientifica ma la comunità scientifica nn è così calda verso l’astronautica umana.Von Braun (ma anche Korolev) ha realizzato delle armi micidiali per proseguire le sue ricerche su razzi che potessero nn solo portare sonde automatiche ad esplorare lo spazio ma anche uomini e questo perche lui riteneva (come me) che fosse giusto,nello spirito dell’uomo esplorare lo spazio,nn perchè ci fosse una grande domanda di mezzi per andare sulla Luna o su Marte.E’ stato fortunato e bravo ad aver cavalcato un periodo particolare come la guerra fredda dando un significato allo sviluppo di sistemi spaziali anche a chi nn interessava nulla dell’esplorazione spaziale.Forse dobbiamo sperare che salti fuori un motivo economicamente, strategicamente valido (elio 3 o altro) per avviare un esteso programma spaziale o aspettare il momento in cui si potranno costruire astronavi nel proprio garage/officina magari aiutati da qualche piccolo imprenditore appassionato alla cosa (lo so : è quasi fantascienza).

E’ paradossale che un’organizzazione formalmente indipendente come l’ESA - sebbene in stretto contatto con la commissione EU - abbia indugiato a lungo con le missioni umane, mandando i suoi astronauti sull’ormai vecchio shuttle ( e qui si potrebbe offendere qualcuno … ) , fino a fare affidamento unicamente sulle SOYUZ. Da poco tempo qualcosa sembra svegliarsi: l’inizio - quello vero - del programma Galileo spero inauguri l’era di un forte risveglio europeo dello spazio…

Ma dove siamo forti? Nei lanciatori, soprattutto, con Ariane & Co, e questo dimostra che la politica spaziale europea si basa purtroppo, nella sua parte preponderante, su politiche di mercato.

La ricerca scientifica pura e dura stenta, anche se gloriosi programmi - come Rosetta - vanno comunque avanti…

Secondo me il problema sta in effetti - come qualcuno ha evidenziato - sulla notevole difficoltà decisionale e burocratica dell’ESA in relazione con le agenzie nazionali ed i governi locali… occorre invece responsabilizzare l’ESA come ente super partes e creare un ORGANICO programma di ricerca, che spazi dalle missioni umane, a galileo, all’astrofisica e astronomia, alla difesa, ai lanciatori (non solo a idrogeno e ossigeno liquidi…) …

E forse una riorganizzazione in federazione delle agenzie spaziali del vecchio continente darebbe una buona mano …

La ricerca scientifica pura e dura stenta, anche se gloriosi programmi - come Rosetta - vanno comunque avanti...

Ovviamente non sono affatto d’accordo. La politica di ricerca scientifica nello spazio e’ la cosa migliore che faccia l’ESA, con risultati ormai paragonabili a quelli della NASA (vedi Mars Express, che gli americani prima deridevano e ora ci invidiano)
La mia posizione come e’ ben noto e’ che e’ molto meglio un serio programma scientifico che un programma di voli umani solo per poter dire “lo facciamo anche noi”

La mia posizione come e' ben noto e' che e' molto meglio un serio programma scientifico che un programma di voli umani solo per poter dire "lo facciamo anche noi"

Paolo,
vorrei farti una domanda che, credimi, non ha nulla di provocatorio.
Se tu potessi, per un giorno, poter dirigere l’ESA, quale ruolo e quale scopo daresti all’esplorazione dello spazio condotta con equipaggi?
Sono sinceramente sempre interessato al tuo punto di vista proprio perchè “difforme” dalla maggioranza di noi, e proveniente da una persona che so (sappiamo) seriamente preparata. :smiley:

La ricerca scientifica pura e dura stenta, anche se gloriosi programmi - come Rosetta - vanno comunque avanti...

Ovviamente non sono affatto d’accordo. La politica di ricerca scientifica nello spazio e’ la cosa migliore che faccia l’ESA, con risultati ormai paragonabili a quelli della NASA (vedi Mars Express, che gli americani prima deridevano e ora ci invidiano)
La mia posizione come e’ ben noto e’ che e’ molto meglio un serio programma scientifico che un programma di voli umani solo per poter dire “lo facciamo anche noi”

Il mio disappunto verso le missioni scientifiche ESA è principalmente rivolto al fare di più, rispetto al non facciamo nulla (che non penso e non ho pensato mai) … Vorrei spronare l’ESA a impegnarsi sia per le missioni scientifiche, anche più di quanto stia facendo, ma anche in prospettive nuove, come il volo umano autonomo, senza una soyuz-taxi per raggiungere la (in parte) nostra ISS, ma con le nostre forze…

La mia posizione come e' ben noto e' che e' molto meglio un serio programma scientifico che un programma di voli umani solo per poter dire "lo facciamo anche noi"

Paolo,
vorrei farti una domanda che, credimi, non ha nulla di provocatorio.
Se tu potessi, per un giorno, poter dirigere l’ESA, quale ruolo e quale scopo daresti all’esplorazione dello spazio condotta con equipaggi?
Sono sinceramente sempre interessato al tuo punto di vista proprio perchè “difforme” dalla maggioranza di noi, e proveniente da una persona che so (sappiamo) seriamente preparata. :smiley:

Posso dirigerla oggi che e’ il mio compleanno? :smiley:
Penso che non cambierei l’orientamento dei programmi umani dell’ESA, che sono concepiti all’interno di un serio programma scientifico (che mi pare si chiami “missioni umane e microgravita’”) e comunque rappresentano una voce relativamente marginale dei finanziamenti dell’agenzia. Di sicuro non muoverei un dito per avere un accesso umano autonomo allo spazio, a meno che i fondi dell’ESA non fossero triplicati nel frattempo.
Ah, ovviamente intanto sbancherei i fondi con

  • L’approvazione di un successore di Ariane 5
  • L’inizio del Mars Sample Return
  • Il finanziamento del lander del BepiColombo

OT Felice compleanno Paolo.

Paolo D’Angelo

Buon compleanno Paolo!!!

Auguri anche da parte mia…

Ovviamente, tornando al discorso, un programma di esplorazione umana dello spazio sarebbe possibile solo con un forte aumento dei finanziamenti, altrimenti assorbirebbe inevitabilmente i fondi della ricerca scientifica, cosa inaccettabile …

Grazie a tutti per gli auguri!!

Augurissimi Paolo!
Ah … a proposito… Caro Admin, potrebbe essere interessante inserire nel Calendario anche queste ricorrenze, dimodochè possano comparire in un’apposita casellina sulla home-page del forum. Che ne dici? E’ ovvio che all’atto dell’iscrizione bisognerà chiedere anche la data di nascita… :roll_eyes: Ne parliamo stasera la Maniero … :wink:

Buon Compleanno Paolo!!!

Per Spacewalker: se stasera vi vedete al maniero non gozzovigliate troppo (almeno in mia assenza)!!!

Buon Compleanno Paolo!!!

Per Spacewalker: se stasera vi vedete al maniero non gozzovigliate troppo (almeno in mia assenza)!!!

Non preoccuparti … dobbiamo anche “lavorare” per la conferenza di venerdì … sempre che Marco non ci rifornisca di canestrelli e gelato con quantità industriali!

Ah ... a proposito... Caro Admin, potrebbe essere interessante inserire nel Calendario anche queste ricorrenze, dimodochè possano comparire in un'apposita casellina sulla home-page del forum. Che ne dici? E' ovvio che all'atto dell'iscrizione bisognerà chiedere anche la data di nascita... :roll_eyes: Ne parliamo stasera la Maniero ... :wink:

Beh, esiste un mod (non installato per ora) che permette di aggiungere questa info al profilo.
Posso aggiungerla tra qualche tempo, nel contesto di un aggiornamento al motore del forum che sta per essere rilasciato a breve. :wink:

AUGURI PAOLO!!!