L'ESA simulerà una missione abitata verso Marte

Eh si, avete letto bene.
Anzi, sappiate che dal giugno del 2007, l’agenzia spaziale europea cerca volontari.

Ma andiamo con ordine, e spieghiamo bene di che si tratta.
Nel contesto del progetto Aurora, l’ESA sta organizzando una missione simulata di viaggio verso Marte della durata di 500 giorni.
In realtà l’equipaggio resterà ben piantato a terra, in una base realizzata in una contesto di totale isolamento presso una “facility” costruita appositamente in Russia, nei paraggi di Mosca.
L’ESA intende indagare gli aspetti psicologici e medici di un periodo di isolamento così prolungato, ed al proposito saranno raccolte idee e proposte di esperimento.

La simulazione, battezzata “Mars500”, vedrà l’equipaggio impengato in tutti i possibili scenari che si potrebbero incontrare nel corso del viaggio verso il pianeta rosso, inclusi il lancio, un viaggio di andata di 250 giorni, l’arrivo su Marte e, dopo attività “esterne” sulla superficie del pianeta, il lungo viaggio di ritorno. Le comunicazioni con l’esterno saranno sfasate di circa 20 minuti, per dare al tutto un tocco ancora più realistico.

E come si accennava in apertura, si cercano volontari.

I dettagli qui:
http://www.esa.int/esaCP/SEMYNY6DWZE_index_0.html

Una volta avevo letto che la Russia doveva fare una cosa simile,presumo che abbia deciso di farla con l’ESA.