Lost Cosmonauts - parte I - aka Lanci missilistici segreti

Ho notato un libro intitolato:
Storia segreta dell’astronautica. L’altra faccia della medaglia sui lanci missilistici segreti
di Cortesi Paolo
Anno 1997
Editore Scipioni
Collana Le curiosità del giardino di Epicuro

Qualcuno di voi lo conosce?

Dimmi dove e’ possibile reperirlo che lo acquisto immediatamente…

Ho notato un libro intitolato: Storia segreta dell'astronautica. L'altra faccia della medaglia sui lanci missilistici segreti di Cortesi Paolo Anno 1997 Editore Scipioni Collana Le curiosità del giardino di Epicuro

Qualcuno di voi lo conosce?

E’ un libriccino un po’ troppo paranoico e non troppo preciso. Il titolo e’ molto piu’ accattivante del contenuto.

dovrei averne un doppione
Stefo

Ho notato un libro intitolato: Storia segreta dell'astronautica. L'altra faccia della medaglia sui lanci missilistici segreti di Cortesi Paolo Anno 1997 Editore Scipioni Collana Le curiosità del giardino di Epicuro

Qualcuno di voi lo conosce?

E’ un libriccino un po’ troppo paranoico e non troppo preciso. Il titolo e’ molto piu’ accattivante del contenuto.

dovrei averne un doppione
Stefo

Come tu oramai dovresti sapere, ho un debole per i … lo prenoto subito, se sei intenzionato a venderlo…

Allora vorrei precisare una cosa: non esistono lanci missilistici “segreti” almeno dalla seconda guerra mondiale in poi.

Già a partire dagli anni '50 sia gli USA che gli URSS avevano installato una catena di radar a lunga portata (alcuni dei quali aeroportati) proprio per scoprire eventuali lanci tenuti nascosti.

A partire dagli anni '60 esitono varie catene di satelliti artificiali, equipaggiati con sensori agli infrarossi, proprio per determinare se una nazione aveva effettuato lanci di missile. Nella fattispecie servivano sopratutto per determinare se era in corso un attacco missilistico atomico (pensate al NORAD).

Di conseguenza tenere un lancio nascosto non è proprio una cosa facile, può essere ancora possibile al livello di missili balistici suborbitali (tipo Scud) ma certamente non vale per quelli orbitali.

Sin da quando è stata istituita la Federazione Astroautica Internazionale sono stati sanciti una serie di accordi affinché si dichiarasse con un certo anticipo il lancio di un razzo (civile o militare che fosse), proprio per evitare che si creassero sospetti o incomprensioni.

Quando si parla delle missioni lunari “segrete” dei russi c’è da dire che gli americani erano perfettamente a conoscenza del lancio, ciò che non conoscevano erano i payload di questi lanci.

Quindi, riassumendo, quando si parla di lanci missilistici segreti non si parla mai dell’evento in se, quanto del payload (cioé di quanto trasportato dal missile) che spesso è segreto, o poco conosciuto.

Tra l’altro persiono l’Italia ha una (piccola) storia di lanci “segreti”: quelli relativi ai collaudi del missile balistico a medio raggio “Alfa” lanciato tre volte, negli anni '70, dal poligono di Salto di Quirra in Sardegna.
L’Alfa era un vettore a due stadi, realizzato dall’allora Snia BPD ora parte di AVIO, destinato ad essere lanciato da navi o da sommergibili con una gittata di circa 4.000 km.

Desidero riproporre il titolo del libro suggerito da Lady Vampire:

<Storia segreta dell’astronautica. L’altra faccia della medaglia sui lanci missilistici segreti>

Dovrei leggere il libro, ma per credo che l’autore faccia riferimento ai diversi voli suborbitali compiuti dai cosmonauti Gennady Mikhailov, Alexei Grachev, Mitkov, Ledovskij, eccetera, inviati in missioni mai ufficializzate e completamente dimenticate dai recenti libri di storia.
Ma per esserne certi dovrei consultare il libro citato da Lady Vampire… oppure chiediamo a zioStefo di cosa realmente tratta, visto che ne possiede almeno una copia.

Allora vorrei precisare una cosa: non esistono lanci missilistici "segreti" almeno dalla seconda guerra mondiale in poi.

Già a partire dagli anni '50 sia gli USA che gli URSS avevano installato una catena di radar a lunga portata (alcuni dei quali aeroportati) proprio per scoprire eventuali lanci tenuti nascosti.

A partire dagli anni '60 esitono varie catene di satelliti artificiali, equipaggiati con sensori agli infrarossi, proprio per determinare se una nazione aveva effettuato lanci di missile. Nella fattispecie servivano sopratutto per determinare se era in corso un attacco missilistico atomico (pensate al NORAD).

Di conseguenza tenere un lancio nascosto non è proprio una cosa facile, può essere ancora possibile al livello di missili balistici suborbitali (tipo Scud) ma certamente non vale per quelli orbitali.

Sin da quando è stata istituita la Federazione Astroautica Internazionale sono stati sanciti una serie di accordi affinché si dichiarasse con un certo anticipo il lancio di un razzo (civile o militare che fosse), proprio per evitare che si creassero sospetti o incomprensioni.

Quando si parla delle missioni lunari “segrete” dei russi c’è da dire che gli americani erano perfettamente a conoscenza del lancio, ciò che non conoscevano erano i payload di questi lanci.

Quindi, riassumendo, quando si parla di lanci missilistici segreti non si parla mai dell’evento in se, quanto del payload (cioé di quanto trasportato dal missile) che spesso è segreto, o poco conosciuto.

Tra l’altro persiono l’Italia ha una (piccola) storia di lanci “segreti”: quelli relativi ai collaudi del missile balistico a medio raggio “Alfa” lanciato tre volte, negli anni '70, dal poligono di Salto di Quirra in Sardegna.
L’Alfa era un vettore a due stadi, realizzato dall’allora Snia BPD ora parte di AVIO, destinato ad essere lanciato da navi o da sommergibili con una gittata di circa 4.000 km.

Eppure, qualche lancio segreto, c’è stato…

http://www.globalsecurity.org/wmd/world/iraq/al-abid.htm

L’Irak, prima dell’invasione USA, aveva sviluppato anche il Tammuz, un missile balistico con capacità … se riesco a rispolverare una vecchia foto, la scannerizzo e la invio nel forum.

No ragazzi non ricominciamo con questa storia dei voli suborbitali russi prima di Gagarin!!! ](*,)

Questa è una storia messa in circolazione, ad arte, dagli americani agli albori dell’astronautica, quando i successi dei russi parevano incredibili e se ne sapeva poco, molto poco.

Alla caduta dell’URSS sono stati aperti gli archivi dei vari OKB (uffici di progettazione tecnica) tra i quali l’OKB-1 che era guidato da Korolev, responsabile dello sviluppo delle capsule Vostok, Voskhod e Soyuz nonché dei relativi vettori.
Dagli archivi sono emersi i serial number di TUTTE le capsule Vostok prodotte e di TUTTI i razzi R7 disponibili all’epoca, e non è emerso MAI alcun volo orbitale o suborbitale antecedente a quello di Gagarin.

Tra l’altro considerando i dati di produzione delle Vostok e i lanci effettuati (inclusi quelli di prova) non esisterebbe abbastanza hardaware per tutti i lanci suborbitali falliti.

Senza considerare il fatto che Korolev condusse una campagna di prove esaustiva con le Vostok disabitate o con cani e manichini a bordo (il manichino Ivan Ivanovich simulava respirazione e battito cardiaco il che potrebbe aver indotto i fratelli Judica-Cordiglia a pensare ad uno o più lanci falliti).

Inoltre i nomi dei presunti cosmonauti che citi non appaiono da nessuna parte, nemmeno nella versione integrale dei diari del Colonnello Kamanin responsabile della selezione ed addestramento dei cosmonauti, resi pubblici alla metà degli anni '90.

Infine, quando Gagarin è stato lanciato la notizia del volo è stata data pubblicamente quando lui era ANCORA in orbita, quindi qualcosa poteva andare sempre storto al rientro e ormai i russi avevano dato ampio risalto alla cosa. Senza considerare il fatto che quando i russi hanno avuto davvero un incidente nello spazio, la morte del cosmonauta Vladimir Komarov a bordo della Soyuz 1 nel 1967, la notizia del disastro è stata data quasi subito.

Francamente sono stufo di sentire sempre le stesse tiritere “cospirazioniste” o “occultiste” su presunti voli spaziali sovietci prima di Gagarin. Aldilà delle fantasie bisogna accettare i fatti storici così come si sono svolti, Gagarin è stato davvero il primo (in assoluto) nello spazio e l’Apollo 11 è sbarcato davvero sulla Luna.

Se qualcuno la pensa diversamente (e ne può anche avere il diritto) deve però produrre dei documenti inoppugnabili da un punto di vista storico. Altrimenti ciò che scrive resta confinato nel campo delle illazioni o peggio delle fantasie…

Quoto e sottoscrivo, Peppe.
Le ipotesi più strampalate sono anche, a volte, le più affascinanti.
A Luigi dò tutta la buona fede del mondo, ma abbiamo già avuto modo di “scornarci” sulla questione moon hoax.
Forumastronautico.it serve (e servirà) anche per fare chiarezza tra quello che è storia (e comprovata su pubblicazioni e documenti originali in qualche modo consultabili o incontrovertibili) e quello che è “opinione”,legittima, ma che come tale rimane una manifestazione del nostro personale pensiero.

Dimmi dove e' possibile reperirlo che lo acquisto immediatamente...

Descrizione: Pochi eventi nella storia mondiale hanno suscitato tanto entusiasmo come la corsa allo spazio, anche perchè la conquista spaziale esaltò le caratteristiche più nobili dell’uomo, quali la scienza, l’ardimento, il desiderio prometeico di conoscere e superare le frontiere imposte dalla natura. Purtroppo, questa “gloriosa” marcia trionfale non è che un aspetto, e certamente non più il fondamentale, di una avventura che fu, in verità, un simulacro di guerra tra USA e URSS, un delirio tecnocratico di onnipotenza, un affare politico e strategico prima ancora che scientifico. Questo saggio, presentando numerosi dati e notizie rare e curiose, rivela l’altra faccia della medaglia: i lanci missilistici segreti, i fallimenti nascosti e negati, la militarizzazione dello spazio cosmico; insomma: la componente inconfessabile di quella che fu la scommessa più ambiziosa dell’uomo e che, dopo soli trent’anni, ci appare remotissima, addirittura incomprensibile.

Qui si trova al prezzo veramente “simbolico” di Euro 2,50…
Quindi se non lo trovi o nessuno ti da la sua copia…non diventi povero! :smiley: :smiley: :smiley: :smiley:


storia segreta.jpg

Quoto e sottoscrivo, Peppe. Le ipotesi più strampalate sono anche, a volte, le più affascinanti. A Luigi dò tutta la buona fede del mondo, ma abbiamo già avuto modo di "scornarci" sulla questione moon hoax. Forumastronautico.it serve (e servirà) anche per fare chiarezza tra quello che è storia (e comprovata su pubblicazioni e documenti originali in qualche modo consultabili o incontrovertibili) e quello che è "opinione",legittima, ma che come tale rimane una manifestazione del nostro personale pensiero.

A proposito di questo, se non erro Marco sta raccogliendo tutte queste notizie in una sorta di grossa F.A.Q. da inserire opportunamente nel forum, pronta da consultare per i neofiti o per chi vuole saperne qualcosa riguardo questi e altri argomenti senza dover tutte le volte doverli riproporre a chi, magari, li ha già dicussi e riduscussi decine di volte … :wink:

Francamente sono stufo di sentire sempre le stesse tiritere "cospirazioniste" o "occultiste" su presunti voli spaziali sovietci prima di Gagarin. Aldilà delle fantasie bisogna accettare i fatti storici così come si sono svolti, Gagarin è stato davvero il primo (in assoluto) nello spazio e l'Apollo 11 è sbarcato davvero sulla Luna. Se qualcuno la pensa diversamente (e ne può anche avere il diritto) deve però produrre dei documenti inoppugnabili da un punto di vista storico. Altrimenti ciò che scrive resta confinato nel campo delle illazioni o peggio delle fantasie....

Peppe … spero tu voglia inserire queste informazioni nella relazione che terrai alla Yuri’s Night … :wink:

No ragazzi non ricominciamo con questa storia dei voli suborbitali russi prima di Gagarin!!!! ](*,)

Senza considerare il fatto che Korolev condusse una campagna di prove esaustiva con le Vostok disabitate o con cani e manichini a bordo (il manichino Ivan Ivanovich simulava respirazione e battito cardiaco il che potrebbe aver indotto i fratelli Judica-Cordiglia a pensare ad uno o più lanci falliti).

La cosmonave Korabl-Sputnik 4, altrimenti chiamata dagli occidentali Sputnik 8 – da altri Sputnik 9, per via delle incertezze dovute alle missioni spaziali segrete, fu lanciata il 9 marzo 1961. Pesava 4800 kg e fu immessa in un’orbita inclinata di 65 gradi rispetto all’equatore, con un perigeo di 183 km e apogeo di 249. Il volo durò 1 ora e 41 minuti.

La cosmonave era stipata di passeggeri:

  • un manichino, vestito con una tuta esattamente uguale a quella che s’intendeva far indossare al primo cosmonauta umano;
  • quaranta topolini;
  • porcellini d’india;
  • rettili;
  • piante;
  • cellule cancerogene umane;
  • batteri ed altri microrganismi.

In fase di rientro, il manichino ed il suo seggiolino eiettabile furono espulsi al momento giusto, mentre la cagnetta rimase a bordo della capsula.
Le prestazioni della tuta spaziale –portava sulla visiera trasparente del casco la scritta , cioè manichino – poterono essere collaudate al meglio.
Diciotto giorni dopo il successo della Korabl-Sputnik 4, Korolev diede il via ad un ulteriore volo sperimentale pre-umano con la cosmonave Korabl-Sputnik 5, chiamata in occidente Sputnik 9 o Sputnik 10.
Al lancio, avvenuto il 25 marzo 1961, assistettero tutti i candidati cosmonauti, ancora scossi dal tremendo incidente capitato due giorni prima al loro compagno Valentin Bondarenko, arso vivo al termine di un banale test in camera iperbarica satura di ossigeno puro.
La cosmonave conteneva la cagnetta Zvezdochka ed un secondo cosmonauta fantoccio che venne scherzosamente chiamato Ivan Ivanovich.
Dopo un volo, durato 1 ora e 40 minuti, con un’orbita della durata di 88 minuti e 42 secondi attorno alla terra, la capsula ed il seggiolino eiettabile con legato Ivan Ivanovich atterrarono nel punto prestabilito, nei pressi della città di Izhevsk.
Fra gli abitanti della zona nacque una leggenda di questo atterrato apparentemente privo di sensi col proprio paracadute e subito circondato dai militari che impedirono a chiunque di avvicinarsi.
Tra l’altro, la capsula con a bordo Ivan Ivanovich aveva anche trasmesso a terra, per prova, una voce umana che preregistrata su nastro che dettava due ricette gastronomiche, seguite da un coro russo.
Le ricette erano quelle per cucinare due differenti tipi di zuppa, con i cavoli (zuppa Shi) e con le barbabietole (zuppa Borshch).
Ma torniamo a noi… tu affermi che le voci captate dai fratelli JC, dal prof.Heinz Kaminski del centro spaziale di Bochum e dal si riferiscono al nastro preregistrato contenuto nel manichino Ivan Ivanovich che dettava ricette di zuppe russe ??
Ripetiamo le date…
Korabl-Sputnik 4…. 9 marzo 1961
Korabl-Sputnik 5…25 marzo 1961
Ricezione dei segnali …. 2 febbraio 1961 !!!

Fonti consultate: , Enrico Grassani – Edizioni Selecta
Sito di Mark Wade – Astronautix

<L’umana saggezza è ben poca cosa.
Ma per disgrazia fu a lo pensiero mio concesso sondare li misteri di cui il mondo è colmo>
D.D.#39 “il signore del silenzio”

### Come tu oramai dovresti sapere, ho un debole per i ... lo prenoto subito, se sei intenzionato a venderlo...

Ok, trovato il doppione.

E’ tutto tuo, ma prima mi devi mandare quelle “FAMOSE” fotocopie mancanti

Stefo

### Come tu oramai dovresti sapere, ho un debole per i ... lo prenoto subito, se sei intenzionato a venderlo...

Ok, trovato il doppione.

E’ tutto tuo, ma prima mi devi mandare quelle “FAMOSE” fotocopie mancanti

Stefo

…Uaaarghhhh !!!

Dalle ore 17.00 di oggi comincerò a rovistare tra le mie migliaia di riviste… hai visto il programma ieri notte, verso l’una, TOP-SECRET su Rete4 ??

Francamente sono stufo di sentire sempre le stesse tiritere "cospirazioniste" o "occultiste" su presunti voli spaziali sovietci prima di Gagarin. Aldilà delle fantasie bisogna accettare i fatti storici così come si sono svolti, Gagarin è stato davvero il primo (in assoluto) nello spazio e l'Apollo 11 è sbarcato davvero sulla Luna.

A mio avviso, invece, Yura fu il primo cosmonauta a tornare VIVO… naturalmente dopo Ilyushin…

Se qualcuno la pensa diversamente (e ne può anche avere il diritto) deve però produrre dei documenti inoppugnabili da un punto di vista storico.

…Credo di aver citato le fonti consultate nella stesura della mia descrivente i voli delle due Korabl con makets a bordo…

Dimmi dove e' possibile reperirlo che lo acquisto immediatamente...

http://www.libreriauniversitaria.it/BIT/8883640403/Storia_segreta_dell_astronautica__L_altra_faccia_della_medaglia_sui_lanci_missilistici_segreti.htm

Descrizione: Pochi eventi nella storia mondiale hanno suscitato tanto entusiasmo come la corsa allo spazio, anche perchè la conquista spaziale esaltò le caratteristiche più nobili dell’uomo, quali la scienza, l’ardimento, il desiderio prometeico di conoscere e superare le frontiere imposte dalla natura. Purtroppo, questa “gloriosa” marcia trionfale non è che un aspetto, e certamente non più il fondamentale, di una avventura che fu, in verità, un simulacro di guerra tra USA e URSS, un delirio tecnocratico di onnipotenza, un affare politico e strategico prima ancora che scientifico. Questo saggio, presentando numerosi dati e notizie rare e curiose, rivela l’altra faccia della medaglia: i lanci missilistici segreti, i fallimenti nascosti e negati, la militarizzazione dello spazio cosmico; insomma: la componente inconfessabile di quella che fu la scommessa più ambiziosa dell’uomo e che, dopo soli trent’anni, ci appare remotissima, addirittura incomprensibile.

Qui si trova al prezzo veramente “simbolico” di Euro 2,50…
Quindi se non lo trovi o nessuno ti da la sua copia…non diventi povero! :smiley: :smiley: :smiley: :smiley:

…Grazie, Lady Vampire per la segnalazione.

Ho tutti (o quasi) i libri che trattano la scottante argomentazione dei e questo da te consigliato NON PUO’ sfuggire alle scrupolose attenzioni dell’… sempre alla ricerca di astronautici.

Quoto e sottoscrivo, Peppe. Le ipotesi più strampalate sono anche, a volte, le più affascinanti. A Luigi dò tutta la buona fede del mondo, ma abbiamo già avuto modo di "scornarci" sulla questione moon hoax. Forumastronautico.it serve (e servirà) anche per fare chiarezza tra quello che è storia (e comprovata su pubblicazioni e documenti originali in qualche modo consultabili o incontrovertibili) e quello che è "opinione",legittima, ma che come tale rimane una manifestazione del nostro personale pensiero.

Quoto e sottoscrivo sia Peppe che Marco… :grinning:

Quoto e sottoscrivo, Peppe. Le ipotesi più strampalate sono anche, a volte, le più affascinanti. A Luigi dò tutta la buona fede del mondo, ma abbiamo già avuto modo di "scornarci" sulla questione moon hoax. Forumastronautico.it serve (e servirà) anche per fare chiarezza tra quello che è storia (e comprovata su pubblicazioni e documenti originali in qualche modo consultabili o incontrovertibili) e quello che è "opinione",legittima, ma che come tale rimane una manifestazione del nostro personale pensiero.

…Eh sì… veramente duro il mestiere dell’… sempre controcorrente, sempre malvisto da tutti… sempre messo da parte.

Anche Gennady Mikhailov, come anche Andrei Mitkov… oppure Shiborin, Belokonyov, ecc… furono messi da parte e completamente dimenticati da tutti.
Qualcuno di loro pronunciò anche la celebre frase <TANTO IL MONDO NON LO SAPRA’>… ed, in effetti, il pare non voglia riconoscere il loro incredibile sacrificio.
Ma l’ è qui per questo… ha in mano una torcia per far luce nell’oscurità.

hai visto il programma ieri notte, verso l'una, TOP-SECRET su Rete4 ??

Visto e registrato…se qualcuno lo vuole!
Ma non dice poi nulla di nuovo…e Pinotti mi è sembrato più calmo del solito… :frowning:
Il documentario su Discovery sui disastri dello Shuttle l’ha visto qualcuno?
Avete notato le numerose castronerie dei traduttori??? :rage:
Per citarne solo una nel mucchio:
azoto liquido invece che idrogeno…!!!