Luna? Sì, ci siamo andati!

libri

#1

Finito il libro in PDF, ma sarà disponibile anche in versione cartacea, intitolato:
Luna? Sì, ci siamo andati!"
di Paolo Attivissimo.
http://complottilunari.blogspot.com/2010/03/luna-si-ci-siamo-andati-faq.html

Particolare molto importante, la versione PDF è liberamente scaricabile (8MB),
ma le donazioni sono gradite dall’autore, visto che potrebbero permettergli future stesure editoriali come questa che lo hanno impegnato per lungo tempo!


#2

Grande il nostro Paolo!!!


#3

Ho scaricato il libro (ma solo perche’ ogni anno cerco di mandare una “fetta di focaccia” a Paolo :wink: ).
E’ un lavoro molto completo ed articolato. Direi che con questo chi vuole capire, capisce. Gli altri… :face_with_symbols_over_mouth:


#4

Io gli vorrei mandare tutta la focacceria…


#5

Paolo Attivissimo sarà ospite (in differita) di Astronauticast martedì prossimo (23 Marzo) :wink:

Ci parlerà, ovviamente, della sua ultima fatica lunare :slight_smile:


#6

Grandissimo Paolo un plauso alla sua encomiabile opera di divulgatore e sopratutto di “sbufalatore”…


#7

Che dire??? Paolo, sei un grande!!! (e non solo per quanto riguarda le missioni Apollo…)


#8

Grandissimo Paolo, aspetto con ansia il prossimo astronauticast. Ho scaricato il pdf e ho dovuto violentarmi per non leggerlo tutto immediatamente :slight_smile:


#9

Ci sono delle chicche, tipo un’università (Australiana mi pare) che ha misurato il ritardo nelle comunicazioni Terra Luna, analizzando nelle registrazioni la differenza tra l’audio originale e l’eco nelle cuffie degli astronauti (nel caso iniziassero a trasmettere mentre ricevevano su un’altra frequenza).
I dati, ovviamente, sono consistenti con la (variabile) distanza Terra-Luna in tutte 6 le missioni analizzate.

Libro BELLISSIMO.


#10

Avete visto Paolo ieri a sera a"Report" in un servizio dedicato alle attività del Cicap?
Assolutamente da rivedere!

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-1855c6a8-eed4-43c6-ac10-6eb6e868f96e.html?p=0


#11

si è vero, avevo visto…grande!


#12

No, è un lavoro fatto da una scuola superiore di Pisa. Per Apollo 17, sul suolo lunare per 3 giorni. addirittura si sono resi conto che il ritardo del segnale oscillava coerentemente con la distanza giornaliera.

Concordo al 100%. Posso vantarmi inoltre di essere stato uno della massa dei correttori di bozze fin dal primo capitolo :ok_hand: :wink:


#13

sei grande,grande,grande… come cantava mina in una famosissima canzone. veramente tantissimi complimenti! questo è un libro che andrebbe diffuso in ogni libreria italiana ed estera,tanto quanto lo “stupidissimo volumetto” che rinnega ogni sbarco sulla luna! ancora grande paolo:questa è passione ed amore per l’astronautica in generale, e sopratutto per la più grande impresa umana di tutti i tempi! saluti da Lunakhod. :beer:


#14

Appena scaricato…
Dovro’ portarmi il notebook a letto… ma non vedo l’ora di leggerlo.

Grazie ancora a Paolo


#15

Letto! :skull:
Tutto d’un fiato! :stuck_out_tongue_winking_eye:
Veramente ben fatto, dettagliato, affronta tutti i temi, anche i più strampalati ed inverosimili!
Notevole la citazione di fonti e riferimenti.
Molte le “chicche” sconosciute almeno al pubblico più vasto!
Interessante ed istruttiva la parte: “Come discutere con i lunacomplottisti” a pag 263.

Il mio applauso va all’autore! :clap: :clap: :clap:


#16

Tutti i miei complimenti, veramente un lavoro sopraffino!
Solo un appunto sul titolo… purtroppo ci sono andati loro, non noi! (scherzo naturalmente)


#17

Visto che sarà disponibile una versione cartacea… stavo pensando…
prenotare il volume e/o poterne avere alcune copie ad esempio ad un Astronauticon?
Sarebbe un bel modo per contribuire alle fette di pizza da offrire a Paolo! :wink:


#18

Beh vuol dire che il buon Paolo A deve venire all’AstronautiCon…e non in incognito… :wink:


#19

So per certo che Paolo ci legge :wink:
Non disperate, da qui a novembre qualche idea ce la facciamo venire per trascinare Paolo alla convention con noi :slight_smile:


#20

Sicuramente sulla luna ci siamo andati, però mi hanno colpito i commenti di un certo Ettore su questo sito qua:

http://digiorgio-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/02/06/altro-che-tranquillity/#comments

Che cosa ne pensate?