Luna? Sì, ci siamo andati!

Finito il libro in PDF, ma sarà disponibile anche in versione cartacea, intitolato:
Luna? Sì, ci siamo andati!"
di Paolo Attivissimo.
http://complottilunari.blogspot.com/2010/03/luna-si-ci-siamo-andati-faq.html

Particolare molto importante, la versione PDF è liberamente scaricabile (8MB),
ma le donazioni sono gradite dall’autore, visto che potrebbero permettergli future stesure editoriali come questa che lo hanno impegnato per lungo tempo!

Grande il nostro Paolo!!!

Ho scaricato il libro (ma solo perche’ ogni anno cerco di mandare una “fetta di focaccia” a Paolo :wink: ).
E’ un lavoro molto completo ed articolato. Direi che con questo chi vuole capire, capisce. Gli altri… :face_with_symbols_over_mouth:

Io gli vorrei mandare tutta la focacceria…

Paolo Attivissimo sarà ospite (in differita) di Astronauticast martedì prossimo (23 Marzo) :wink:

Ci parlerà, ovviamente, della sua ultima fatica lunare :slight_smile:

Grandissimo Paolo un plauso alla sua encomiabile opera di divulgatore e sopratutto di “sbufalatore”…

Che dire??? Paolo, sei un grande!!! (e non solo per quanto riguarda le missioni Apollo…)

Grandissimo Paolo, aspetto con ansia il prossimo astronauticast. Ho scaricato il pdf e ho dovuto violentarmi per non leggerlo tutto immediatamente :slight_smile:

Ci sono delle chicche, tipo un’università (Australiana mi pare) che ha misurato il ritardo nelle comunicazioni Terra Luna, analizzando nelle registrazioni la differenza tra l’audio originale e l’eco nelle cuffie degli astronauti (nel caso iniziassero a trasmettere mentre ricevevano su un’altra frequenza).
I dati, ovviamente, sono consistenti con la (variabile) distanza Terra-Luna in tutte 6 le missioni analizzate.

Libro BELLISSIMO.

Avete visto Paolo ieri a sera a"Report" in un servizio dedicato alle attività del Cicap?
Assolutamente da rivedere!

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-1855c6a8-eed4-43c6-ac10-6eb6e868f96e.html?p=0

si è vero, avevo visto…grande!

No, è un lavoro fatto da una scuola superiore di Pisa. Per Apollo 17, sul suolo lunare per 3 giorni. addirittura si sono resi conto che il ritardo del segnale oscillava coerentemente con la distanza giornaliera.

Concordo al 100%. Posso vantarmi inoltre di essere stato uno della massa dei correttori di bozze fin dal primo capitolo :ok_hand: :wink:

sei grande,grande,grande… come cantava mina in una famosissima canzone. veramente tantissimi complimenti! questo è un libro che andrebbe diffuso in ogni libreria italiana ed estera,tanto quanto lo “stupidissimo volumetto” che rinnega ogni sbarco sulla luna! ancora grande paolo:questa è passione ed amore per l’astronautica in generale, e sopratutto per la più grande impresa umana di tutti i tempi! saluti da Lunakhod. :beer:

Appena scaricato…
Dovro’ portarmi il notebook a letto… ma non vedo l’ora di leggerlo.

Grazie ancora a Paolo

Letto! :skull:
Tutto d’un fiato! :stuck_out_tongue_winking_eye:
Veramente ben fatto, dettagliato, affronta tutti i temi, anche i più strampalati ed inverosimili!
Notevole la citazione di fonti e riferimenti.
Molte le “chicche” sconosciute almeno al pubblico più vasto!
Interessante ed istruttiva la parte: “Come discutere con i lunacomplottisti” a pag 263.

Il mio applauso va all’autore! :clap: :clap: :clap:

Tutti i miei complimenti, veramente un lavoro sopraffino!
Solo un appunto sul titolo… purtroppo ci sono andati loro, non noi! (scherzo naturalmente)

Visto che sarà disponibile una versione cartacea… stavo pensando…
prenotare il volume e/o poterne avere alcune copie ad esempio ad un Astronauticon?
Sarebbe un bel modo per contribuire alle fette di pizza da offrire a Paolo! :wink:

Beh vuol dire che il buon Paolo A deve venire all’AstronautiCon…e non in incognito… :wink:

So per certo che Paolo ci legge :wink:
Non disperate, da qui a novembre qualche idea ce la facciamo venire per trascinare Paolo alla convention con noi :slight_smile:

Sicuramente sulla luna ci siamo andati, però mi hanno colpito i commenti di un certo Ettore su questo sito qua:

http://digiorgio-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/02/06/altro-che-tranquillity/#comments

Che cosa ne pensate?