M 13


#1

L’ammasso globulare M 13 in Ercole, a 22.000 anni luce da noi, ripreso stanotte da Rivalta (TO). MN190, ASI278MC Plus, PI, PS. 66*120s. Prima prova dell’MN190 su un globulare, con tutto l’IL (inquinamento luminoso) che uno può desiderare.



#2

Bello! Solo che adesso ho più sfondi che schermi!:smiley:


#3

No ma poi uno dovrebbe avvicinarsi all astronomia amatoriale… vedi ste cose e pensi ma chi me lo fa fare tanto li non ci arriverò mai… :cry:


#4

Bello! Non ricordo di averlo mai visto così colorato. Hai “saturato” un po’ i rossi?


#5

Raffaele, e questa è fatta da Rivalta. Spero di poter presto fare qualcosa da quote più alte e meno inquinate.
Roberto, sì, certo, ci sono almeno quattro passaggi di saturazione colore. Diversamente i colori delle stelle proprio non si percepiscono. E il colore medio dell’ammasso è più sul giallo.


#6

Chapeau una volta ancora allo zio!
Potresti per cortesia indicare - a beneficio degli ignoranti come me - quali siano le due stelle rosse a sinistra dell’ammasso, e quella blu in basso ?
Imho sono altrettanto, se non più, affascinanti dell’ammasso stesso.


#7

fullguns, grazie. La stella sotto è HD 150679, una stellina bianco-azzurra di classe A2, posta a 365 anni luce da noi, molto più vicina dell’ammasso. E’ una variabile, e a noi appare di magnitudine 7,25.
Quella sopra a sinistra è HD 150998, una nana arancio/rossa di classe K2, a 1300 anni luce. Anche questa è classificata come variabile, ed è di magnitudine 6.85.
Qualla a sinistra, più piccola, è HD 151086, un’altra K2 a circa 1000 anni luce, classificata come “star in cluster” ma non so a quale cluster appartenga :slight_smile:
Allego la vista del campo calcolata da Stellarium.



#8

Uao, nella mia ingenuità pensavo fossero oggetti celesti “maggiori”, catalogati sin dall’antichità.
Incredibile come la potenza dei telescopi attuali (beninteso in mano a “manici” del tuo calibro), possano destare ancora meraviglia, stupore e ammirazione.
Sempre pronti ad apprezzare le meraviglie che vorrai regalarci!


#9

Effettivamente nessuna stella di questo campo è visibile a occhio nudo. Si dice che a occhio nudo siano visibili circa 6000 stelle nei due emisferi; con un binocolo centinaia di migliaia, con un telescopio da 20 cm diventano decine di milioni e forse più, con Gaia due miliardi :slight_smile:


#10

Wow! Complimenti davvero, rimango sempre affascinato dalle tue foto, sono davvero spettacolari.


#11

Grazie!


#12

C’é anche una galassia a disco (IC4617?) piccola piccola in alto


Immagine.jpg


#13

Sì, è lei. e’ una spirale barrata, una Sbc, di quasi 16esima, a 500 milioni di anni luce (150 MPc). Davvero distante.