Mars 2020 Rover


#21

Molto interessante la raccolta di campioni da poter essere recuperati in futuro dalla missione Mars Sample Return, ma quando ci sarà questa missione di recupero? Si sa qualcosa di certo?

Inviato da mTalk


#22

Secondo le attuali idee riportare a terra i campioni richiederà altre due missioni: un rover che raccolga i campioni di Mars 2020 e che li spedisca in orbita; un orbiter che li recuperi dall’orbita e li riporti sulla Terra. Nessuna di queste due missioni è attualmente in fase si sviluppo, si pensa che il Mars 2022 Orbiter potrebbe avere un ruolo in tutto ciò.

Fonte: https://en.wikipedia.org/wiki/Mars_2022_orbiter?wprov=sfla1


#23

Senza alcun dubbio sarà una missione molto interessante però, quello che ora mi lascia perplesso, dopo aver guardato il filmato qui sopra inserito, è inerente il possibile recupero dei campioni di suolo che verranno presi. Ma non sarebbe meglio organizzare una missione che abbia come scopo quello di raccogliere dei campioni di suolo marziano e di riportarli qui sulla Terra?


#24

Secondo me sarà molto difficile per quanto riguarda i costi “usare” 2 missioni per il recupero dei materiali; spero che avranno una valida alternativa per la gestione dei campioni nella possibilità che si decida per il non recupero.


#25

È un modo per abbassare la complessita ed il rischio. Se Mars 2020 rover avrà fatto bene il suo lavoro e Mars 2022 orbiter sarà pronto per fare il rendezvous con i campioni in orbita e rispedirli a casa con una capsula solo allora si darà il via alla costruzione dell’ultima parte. E si tratterà di una missione semplificata - a parte il dover atterrare vicino ai campioni. Il rover non dovrà scavare, perforare, sigillare, processare i campioni ma “solo” seguire un percorso già collaudato e noto, raccogliere le provette e mandarle in orbita. Rischio e conplessità diminuiti e campioni di ottima qualità cercati ed estratti con calma nel corso di due anni di missione primaria del primo rover.

Insomma io ci vedo il suo senso.


#26

Verranno fatte tutte le analisi possibili in loco e saranno le piu approfondite mai eseguite. Se non si recuperano le provette… rimangono lì e costituiranno un bel tesoretto, perché saranno campioni variegati, scelti, processati e pronti da spedire.


#27

Le raccomandazioni dell’ispettorato generale NASA per portare a termine in tempo la costruzione del rover.


IG-17-009.pdf (2.53 MB)


#28

grazie molto interessante!


#29

Sono stati ridotti a tre i siti di atterraggio presi in considerazione.


#30

niente Acidalia Planitia?


#31

[quote author=corgius link=topic=21805.msg284813#msg284813 date=1486847960]
niente Acidalia Planitia?


#32

Il nostro articolo: https://www.astronautinews.it/2017/02/15/la-nasa-individua-i-tre-siti-candidati-per-latterraggio-di-mars-2020/


#33

Comincia a prendere forma lo stadio di crociera.


#34

Sarà tale e quale a quello di curiosity?


#35

Credo proprio di sì. A parte gli strumenti scientifici sarà una missione fotocopia.


#36

Ah ok capito, grazie :wink:
Tecnicamente andranno aggiunti anche delle migliorie strutturali come per le ruote e delle piccole aggiunte all’hardware come ad esempio una telecamera ad alta definizione


#37

Si certo. Verranno adottate tutte le lesson learned con Curiosity ma la struttura della missione sarà la stessa.


#38

Procede la costruzione dello stadio di crociera.


#39

Davvero??
Link?


#40

No.
Phoenix aveva un microfono che faceva parte del sistema MARDI, che includeva una fotocamera per riprendere le fasi della discesa. Purtroppo poco prima del lancio fu scoperto un difetto del sistema e si decise di non accendere per niente MARDI durante la missione, ne’ la fotocamera, ne’ il microfono.

Edit: come peraltro aveva già risposto Michael e altri… bello rispondere senza leggere i post precedetni :stuck_out_tongue_winking_eye: sorry!