MAVEN raggiunge l’orbita di Marte

[url=http://www.youtube.com/watch?v=c_ez2G5Efus#ws]http://www.youtube.com/watch?v=c_ez2G5Efus#ws[/url]

Due fenomeni inaspettati, uno troppo in basso e uno troppo in alto! :slight_smile:

(Il discorso delle polveri in alta quota sembra ricollegarsi alle foto del 2012 che hanno fatto discutere:
http://aliveuniverseimages.com/flash-news/spazio-astronomia/1168-marte-con-il-cappello)

1 Mi Piace

Immagini da MAVEN

Link ASI: http://www.asi.it/it/news/marte-allultravioletto

..Le fotografie, scattate dallo spettrografo IUVIS nell’ambito della missione Mars Atmosphere and Volatile Evolution (MAVEN), mostrano il bagliore ultravioletto dell’atmosfera marziana con un dettaglio senza precedenti.

Rivelando allo stesso tempo un comportamento per così dire ‘dinamico’ prima sconosciuto: il bagliore rosso che avvolge il quarto pianeta del Sistema solare è infatti attraversato dal venti che circolano ad altezze elevate.

La sonda ha effettuato un’accensione da 40 cm/s che lunedì prossimo le consentirà di non scontrarsi con Phobos. I due corpi passeranno nello stesso punto a due minuti e mezzo di distanza mentre senza la manovra propulsiva questa separazione temporale sarebbe stata di soli 7 secondi!

https://www.nasa.gov/feature/goddard/2017/Mars-orbiter-steers-clear-of-phobos

Il nostro articolo: https://www.astronautinews.it/2017/03/05/effettuata-una-manovra-per-evitare-la-collisione-tra-maven-e-phobos/

a close call!

Sulla terra la ionosfera è troppo alta per i palloni aerostatici e troppo bassa per i satelliti? La studiamo su Marte!
https://www.nasa.gov/press-release/goddard/2020/mars-layers-and-rifts

3 Mi Piace

Ecco uno studio molto importante ricavato dai dati di MAVEN, finalmente si è riusciti a dare una spiegazione su come il vento solare produca una magnetosfera indotta su Marte:
http://spaceref.com/mars/maven-maps-electric-currents-around-mars-that-are-fundamental-to-atmospheric-loss.html
Praticamente il vento solare ionizza l’atmosfera alta, che circolando genera corrente e quindi un campo magnetico. Il video embeddato nell’articolo è molto bello, vi ruba solo 4 minuti della vostra vita.

4 Mi Piace

Grazie per la segnalazione, un video davvero fatto bene ed interessante, peccato duri solo 4 minuti! Le animazioni mi hanno subito ricordato quelle che si possono fare con Open Space (un notevole software open source), per esempio questa, sull’interazione del vento solare e il campo magnetico terrestre:

Una domanda che mi è sono subito posto leggendo l’articolo: questo effetto studiato su Marte, è stato già rilevato sulla Terra? Oppure non è stato possibile perché troppo piccolo rispetto al campo magnetico indotto dalla rotazione del nucleo?

Per quanto riguarda Open Space, nel caso potesse interessare a qualcuno del forum, lascio questo link al canale YouTube che lo illustra per bene:

https://www.youtube.com/channel/UCHZpv-5zARkWibw1Z-g6ptQ

Se qualcuno vuole parlarne, apriamo una nuova discussione su Open Space!

2 Mi Piace

Per vecchia che sia questa sonda, continuano a arrivare importanti risultati scientifici.
Qui c’è una bella spiegazione in italiano di come lo strumento Static (Suprathermal and Thermal Ion Composition instrument) abbia permesso di capire quanta atmosfera di Marte possa essere stata assorbita dalla superficie di Fobos.

3 Mi Piace

Shannon Curry è da poco diventata il principal investigator di MAVEN ed è molto attiva su twitter, forse avremo qualche aggiornamento in più in futuro su questa missione.

2 Mi Piace

Ecco un aggiornamento da lei.
Avete presente le tempeste solari di cui si sta parlando in questi giorni? Purtroppo si possono osservare solo quelle della faccia visibile del Sole, mentre dall’altra parte al momento c’è molto poco e bisogna aspettare mezza rotazione del Sole per vedere se c’è stato qualcosa.
Però attorno a Marte c’è MAVEN, che è capace di rilevare la tempesta coi suoi strumenti ecco qui:

Messaggio pubblicitario: nel twit ci sono evidenziate diverse sonde. Se volete sapere la posizione di tutte le sonde del sistema solare, basta guardare l’ultimo video degli aggiornamenti dal sistema solare su AstronautiNEWS.

10 Mi Piace

Ecco un immagine recente di Marte visto all’ultravioletto da Maven, con delle nubi che spiraleggiano al polo nord.

2 Mi Piace

La missione è stata estesa di nuovo, fino al 2025.
Questo permetterà alla sonda di sopravvivere fino alla tempesta di sabbia prevista durante il picco di attività solare di questo ciclo.

4 Mi Piace

Una correzione tecnica scusate.
La missione è stata proposta per un estensione fino al 2025 ed è al momento in Senior Review.
Giusto per capire un po’ le cose, questo è il risultato di una passata Senior Review (2019):

Vengono dati dei giudizi tecnici sulle missioni e sulla scienza che riescono a produrre in proporzione al budget richiesto. Vengono considerati anche altri fattori, come la sovrapposizione con altre missioni o l’aiuto che possono dare ad altre missioni.
MAVEN, ad esempio, col cambio d’orbita per aiutare Perseverance è riuscita a coprire alcune osservazioni scientifiche che prima faceva Mars Express, penalizzando quest’ultima nella review.

Questa invece è la proposta per l’estensione di missioni che dovrebbe essere in discussione in questo momento:

Come si vede nel documento a pagina 7, l’opinione viene passata alla NASA che prenderà la decisione finale se estendere le varie missioni o meno entro il 15 aprile 2022.

Tutti i documenti alla fine dovrebbero essere pubblicati su questo sito:

MAVEN comunque è messa bene per un’estensione, o almeno così pare leggendo i documenti, sia dal punto scientifico che tecnico.

2 Mi Piace

È stata fatta la prima misura della fuga atmosferica dello ione C+ in direzione opposta al Sole. La misura non è stata facile, non è una vera e propria misura diretta e sono state necessarie 40 orbite per fornire la stima sulla fuga atmosferica.
I risultati sono in linea col modello previsto.

4 Mi Piace

L’estensione di missione è stata approvata ieri:

lo scettro della missione passa a Shannon Curry, un nuovo PI, che (per noi) ha il vantaggio di essere abbastanza attiva sui social in merito alle attività scientifiche.

5 Mi Piace

Un’insolita tecnica di misura della densità atmosferica a 50-100 km di quota usando l’occultazione di una stella binaria a raggi X:

3 Mi Piace

MAVEN è da poco tornata parzialmente operativa.
Era in safe mode dal 22 febbraio al 20 aprile. Ancora alcuni strumenti scientifici non riescono a mandare dati. Il team di missione sta lentamente sistemando affinché la sonda torni alle normali operazioni.

1 Mi Piace