Medicina Aerospaziale

Dopo la laurea in medicina qual è il percorso migliore per entrare nel mondo aerospaziale?
In Italia c’è la possibilità del master in medicina aerospaziale (durata 2 anni), qualcuno ha esperienze a riguardo?

2 Mi Piace

Non ho esperienza in medicina ma a mio modo di vedere un PhD è sicuramente più spendibile di un master. Il DLR dovrebbe avere qualche programma.

Quando parli di PhD ti riferisci alla specializzazione italiana, giusto? Sì comunque il master è poco fruibile un po’ ovunque. Il mio pensiero era fare prima una specializzazione (durata media 4-5 anni) spendibile in questo campo (es. Cardiologia) e successivamente un master in medicina aerospaziale. In questo modo avrei anche una sorta di seconda via, avere solo il master sarebbe un grande rischio

Dottorato di Ricerca :wink:
E concordo, da medico, che a seconda di ciò che vuoi fare può essere più utile di una scuola di specializzazione. Curiosità: anche anno sei?

Un dottorato come questo DLR - Institute of Aerospace Medicine - Admission / Application
Nel ambito della ricerca aerospaziale.
oppure prendi spunto dalla pagina ESA
ESA - Space Medicine
Magari cerca di utilizzare LinkedIn per spunciare il CV di chi fa qualcosa che vorresti fare. Il Master puo’ andare solo se ti da la possibilita’ di qualche stage (internship) internazionale.
La specializzazione e’ sicuramente piu’ importante del Master.

Sono al termine del 5° anno. Sì anche il dottorato sarebbe una strada interessante ma lo affiancherei comunque ad una specializzazione, così da avere anche una sorta di paracadute se non dovessi raggiungere l’obiettivo sperato. Sia come scuole di Specializzazione che di dottorato hai qualche idea su quali sarebbero più adatti per intraprendere questa strada?
Grazie per i vari link :muscle:

Io la penso un po’ diversamente riguardo ai master: dipende tutto da chi organizza il master, con quali aziende collaboreresti, dove faresti lo stage, etc.

Ovvero: il master è principalmente una grande occasione di networking ancora prima che un’esperienza didattica. Se il master che hai visto tu offre buone opportunità di networking con aziende o persone del settore, quello potrebbe essere il biglietto di ingresso.

Per questo devi scegliere bene il percorso del master, perché ha valore solo se poi rimani nel giro delle persone che hai conosciuto durante il master stesso.

Se invece dopo il master ti vuoi spostare, allora sono d’accordo che il titolo di per sé vale poco o nulla.

(Parlo per esperienza personale, io da ingegnere sono entrato in Thales Alenia grazie ad un master, che però poi ha avuto valore nullo quando mi sono spostato in Airbus. Ma d’altronde per proprietà transitiva, se non avessi avuto l’esperienza in Thales, Airbus non mi avrebbe preso :slight_smile: )

3 Mi Piace

Purtroppo in medicina senza specializzazione/dottorato è un bel rischio intraprendere prima il master! È un opzione ma da affiancare ad un altro titolo almeno per come la vedo