Meteora misteriosa

Cosa ne pensate di questa strana notizia ?
http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo379891.shtml

E di questa ? (Ormai vecchia)
http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo348131.shtml

Salute e Latinum per tutti !

science-fiction?

la notizia precisa che:
“Sul posto sono al lavoro scienziati ed esperti.”
ebbene? cosa hanno dedotto?

Tratto dalla notizia:
per verificare se la tragedia non sia stata causata da alcuni esplosivi che i nomadi stavano trasportando.
Perchè è noto che chi commercia in stracci circola con degli esplosivi nei sandali… :kissing_heart:

Non resta che aspettare e vedere gli sviluppi.

Io ho trovato questo:
http://espresso.repubblica.it/multimedia/1142180&ref=hpsbdx
Non so cosa ne pensate voi, ma a me sembra tutto fuorchè il cratere di un meteorite… :kissing_heart:

Come tipologia di “cratere” è compatibile con un impatto: in un terreno così molle è sprofondata come una pietra nel fango…

Ma il tizio che raccoglie quei residui biancastri, cosa pensa di farci?
La minestra?

Per dirla come WVB: peccato che hanno colpito il bersaglio sbagliato…
So io dove dovrebbe cascare uno sciame di meteore…

Questa è proprio un ca …Una grande ca… za…

Una grande… gigantesca… stepitosa caz-za-ta!

…scusate!
Ma a me queste notizie mi fanno sempre giungere a questo genere di conclusioni!

A me sembra troppo stretto e profondo per essere un meteorite. Purtroppo non ho ancora trovato un solo commento di un vero esperto in materia. :kissing_heart:

Per me li ha anche assaggiati :smiley:

Scusate ma questa non è la trama del romanzo “Andromeda” di Michael Crichton??

Leggendo l’articolo ho fatto 2+2 ed ecco cosa ho pensato:
Nel meteorite vi era zolfo.
La combustione ha apportato ossigeno e si è formata anidride solforosa.
L’umidità con l’acqua del sottosuolo ha tramutato l’anidride in acido solforico.
L’acido è tossico e pericoloso per la salute.

Ho ricavato l’operazione da queste pagine:
http://it.wikipedia.org/wiki/Zolfo
http://it.wikipedia.org/wiki/Anidride_solforosa

Dove?? :smiley:

Mi trovo d’accordo con Spock! Ha un po’ l’aria di una bufala! [-( Se in quel buco fosse caduta una meteora, esso avrebbe una forma a scodella e tutto attorno dovrebbero esserci i frammenti della deflagrazione (i famosi ejecta). I detriti morbidi invece che stanno all’interno del cratere sono indice che in quella zona non è avvenuto nessun impatto violento che senza ombra di dubbio (considerando temperatura e spostamento d’aria) li avrebbe polverizzati! A me sembra più una buca fatta da una bomba! Si vede che in quella zona vogliono richiamare un po’ di turismo! Avete presente il mostro di Loch ness e Roswell?? :stuck_out_tongue_winking_eye:

per me è la prima volta che sento che un meteorite causi effetti come quelli descritti nell’ articolo, posso provare a riportare la classificazione adottata per esempio dai laboratori di analisi a seconda della loro composizione:

-Meteoriti pietrose (o aeroliti). Sono meteoriti composte da roccia, molto simili alle comuni rocce terrestri per il fatto che la loro composizione minerale è dominata dai silicati, di gran lunga il tipo di minerale maggiormente presente nelle rocce del nostro pianeta.
-Meteoriti pietrose-ferrose (o sideroliti). Sono meteoriti formate sia da minerali sia da roccia, cioè rappresentano una via di mezzo tra le meteoriti pietrose e quelle ferrose. In pratica, sono misture di silicati e di metalli liberi (ferro-nichel) in proporzioni approssimativamente uguali. Si tratta di meteoriti rare e spesso sono tra gli oggetti più belli e preziosi di una collezione.
-Meteoriti ferrose (o sideriti o ferri meteorici). Sono meteoriti costituite da metalli con quantità maggiori di ferro e nichel. Si tratta di meteoriti comuni, ma sono ugualmente di un certo valore perché difficili da distinguere dalle rocce terrestri. La quantità di nichel determina la classificazione delle meteoriti all’interno di questa categoria. Se presentano un’alta percentuale di altri materiali (silicati, zolfo, carbonio, etc.) sono classificate anche come meteoriti ferrose silicate.

però non saprei chi potrebbe ipotizzare che i suddetti elementi di cui sono composte provochino effetti nocivi agli esseri viventi.

la rivista newton aggiunge a tale classificazione anche meteoriti composte di materiale organico primitivo.

http://newton.corriere.it/PrimoPiano/News/2006/05_Maggio/15/condrite.shtml

Finalmente cominciano a comparire anche i commenti dei veri esperti:
http://www.space.com/scienceastronomy/070919_peru_meteorite.html
Qualcuno sostiene che il cratere potrebbe non essere associato ad un impatto meteorico, ma a un fenomeno geologico, dal momento che i meteoriti non generano fumo e gas strani.

La cosa non mi torna molto :kissing_heart:. La SO2, se non ricordo male, richiede un catalizzatore per trasformarsi in SO3. L’H2SO4 poi, è sì tossico (e ancor più ossidante e corrosivo), ma rimarrebbe in soluzione nell’acqua della pozza (ed è esso stesso un liquido) dove non sarebbe pericoloso, a meno chè non ci si faccia il bagno dentro. Bisognerebbe che la SO3 fosse dispersa completamente nell’aria, dove reagirebbe con l’umidità atmosferica. Personalmente propendo anch’io per l’ipotesi “poco extra e molto terrestre” :smiley:

e se la spiegazione fosse molto più semplice? sempre attenendoci all’ articolo ed ipotizzando che siano state scritte cose vere (ammetto però di crederci ben poco).

cioè questo:

“la gente ha udito un’esplosione e visto una “palla di fuoco” (secondo alcuni si trattava di un aereo) precipitare a terra in uno dei loro campi.”

Tratto da:
COELUM ASTRONOMIA - Notiziario Astronomico n. 115

Grande meteorite precipitato in Perù?
di Claudio Elidoro

[i]La notizia sta facendo il giro del mondo, ma la scarsità di dettagli ci obbliga a ricorrere in modo massiccio al condizionale.

Partiamo dai fatti: sabato notte nei cieli sopra Carancas, sperduta località delle regioni andine dalle parti del lago Titicaca, si accendeva un oggetto luminoso che lasciava dietro di sé una scia arancione.
Lo spegnersi di quel bolide era seguito da una forte esplosione, tanto intensa che gli abitanti si sono subito precipitati sul posto temendo si trattasse dello schianto di un aereo.
Alle luci dell’alba la scoperta: nessun rottame d’aereo, bensì una voragine larga 30 metri e profonda 6 sul cui fondo ristagnava acqua calda e maleodorante.

Il terreno intorno a quell’enorme buca sembrava bruciato, ma quello che colpiva più di tutto era un odore strano e molto intenso, che gradatamente aveva finito col diffondersi anche nei paesi vicini a Carancas. I racconti giornalistici parlano di una ventina di persone (abitanti del luogo e agenti di polizia intervenuti sul posto) che accusavano vomito e forti cefalee; alcuni di essi hanno dovuto ricorrere anche alla maschera per l’ossigeno.

Inevitabile che lo strano bolide e la voragine venissero subito collegati con una stretta relazione causa-effetto: quel buco era senza dubbio un cratere meteoritico.
A questo proposito, fonti giornalistiche riportano che una prima analisi di campioni di sabbia provenienti dal cratere effettuata da esperti dell’Università San Andres di La Paz avrebbe confermato la possibile origine meteorica dell’evento, ma a tutt’oggi non risulta diffuso nessun comunicato ufficiale.

A dire il vero, però, benché l’origine meteorica ci possa stare tutta, la faccenda lascia piuttosto perplessi. E’ per lo meno strano, ad esempio, che ancora non si sappia nulla sulle inevitabili conseguenze sismiche che un simile evento dovrebbe aver innescato. Si potrebbe certo spiegare la cosa ricordando che la regione è tra le più remote al mondo, ma da qualche parte i pennini dei sismografi devono aver ballato un bel po’.

Davvero molto strana, poi, è la presenza di quei pericolosi miasmi che hanno creato (ma questa potrebbe trattarsi di una montatura o di un’esagerazione) non pochi problemi agli abitanti di Carancas.
Che qualche meteorite possa reagire chimicamente con gli elementi che costituiscono il suolo e originare sostanze pericolose non si può certo escludere, ma non ci risulta sia mai successo e dunque quanto è avvenuto in Perù sarebbe una novità assoluta.

Al momento siamo per la massima cautela, anche se da recenti aggiornamenti ci sono state altre conferme sulla natura meteoritica del cratere.
Del tutto da ignorare, comunque, la ridicola uscita odierna della Pravda (vedi Corriere della Sera), che accusa gli USA di aver abbattuto (!) un loro satellite poi precipitato sul Perù.
[/i]

Ecco, lo sapevo che era troppo facile che io riuscissi a dare una soluzione in cinque minuti :(.
Ho studiato chimica solo tre anni alle superiori, di cui l’ultimo era un programma specifico per l’edilizia.
Prendo i dubbi che hai sollevato per veritieri.

E se si trattasse di un rifiuto spaziale…?