MININAVETTA ITALIANA

Sembra impossibile ma è così.
Oggi pomeriggio, mentre passavo alcune ore a navigare su internet, casualmente, sono entrato nel sito di una ditta Italiana.
Risulta che sono allo studio di una mininavetta, senza equipaggio, completamente automatica e che potrebbe essere utilizzata per portare piccoli carichi in orbita.
Per il lancio del dimostratore, si farà ricorso , probabilmente, al vettore VEGA.
La mininavetta è stata denominata USV-X
Potete trovare qualche informazione sul sito:
www.cira.it
Se qualcuno ha maggiori informazioni in merito, si faccia sentire.

Se qualcuno ha maggiori informazioni in merito, si faccia sentire.

Avevo trovato qualche info sul sito della Carlo Gavazzi Space www.cgspace.it ma in questo momento e’ morto…

Un’immagine (di scarsa qualita’) di un modello dell’USV presa al salone aeronautico di Parigi nel 2003
http://www.geocities.com/p_ulivi/p6210090.jpg

Ricorda un pò l’hotol ingelese.

Ricorda un pò l'hotol ingelese.

L’Hotol era (o meglio voleva essere) un vettore operativo, mentre l’USV e’ sostanzialmente un dimostratore tecnologico. L’obiettivo non troppo nascosto e’ quello di sviluppare tecnologie che torneranno utili se e quando l’Europa decidera’ di dotarsi di un “Ariane 6” recuperabile.

Ultimissime dell’USV
http://www.flightinternational.com/Articles/2006/02/07/Navigation/200/204554/Italy’s+USV+drop+test+delayed.html

E tanto per cambiare si rimanda questo volo sperimentale dell’USV… Quella della contrarietà del test da parte della regione Sardegna mi sembra una puerile scusa per nascondere forse un problema tecnico… Attendiamo comunque le prossime mosse di questo “fantomatico” veicolo di rientro atmosferico italiano (dico fantomatico perchè anche sul sito web del CIRA non mi sembra che vi siano notizie concrete di questo veicolo…).
Spero di essere smentito…
Soltanto sul sito della Gavazzi Space si trovano alcune foto del USV in fase di integrazione.

http://www.cgspace.it/

Qualcuno ne sa di più?

Ragazzi l’USV non è affatto fantomatico.
Io stesso ho avuto l’opportunità di vedere il prototipo da vicino e completo, a me risulta che le difficoltà di lancio sono di natura squisitamente burocratica (le solite cose italiane!!!).

Vi allego una foto scattata al CIRA del prototipo ultimato poco prima del rollout.


Grazie Archipeppe per l’intervento che ha sgombrato i dubbi malevoli che mi avevano assalito… Quindi l’Europa pensa ad un veicolo alato… dopotutto? Completamente al contrario di USA, Cina e Russia (anche se le ultime versioni del progetto Kliper sembrano avvicinarsi ad una navetta piuttosto che ad un lifting body come in origine…).

Grazie Archipeppe per l'intervento che ha sgombrato i dubbi malevoli che mi avevano assalito... Quindi l'Europa pensa ad un veicolo alato... dopotutto? Completamente al contrario di USA, Cina e Russia (anche se le ultime versioni del progetto Kliper sembrano avvicinarsi ad una navetta piuttosto che ad un lifting body come in origine...).

Attenzione che l’USV non dovrebbe essere la base per una navetta con equipaggio, ma serve per testare tecnologie per un lanciatore recuperabile

Attenzione che l'USV non dovrebbe essere la base per una navetta con equipaggio, ma serve per testare tecnologie per un lanciatore recuperabile

Si, Paolo, lo so, ma comunque la direzione intrapresa è pur sempre diversa da quella dei paesi che ho citato. Infatti non mi risulta che abbiano allo sviluppo mezzi (sia abitati che unmanned) di tipo alato come l’USV.

Si, Paolo, lo so, ma comunque la direzione intrapresa è pur sempre diversa da quella dei paesi che ho citato. Infatti non mi risulta che abbiano allo sviluppo mezzi (sia abitati che unmanned) di tipo alato come l'USV.

Il booster Baikal russo dovrebbe essere alato (sempre che lo costruiscano mai).
http://www.russianspaceweb.com/baikal.html

Interessante, non lo conoscevo. Un booster con propulsione mista razzo/jet che poi rientra ed atterra su una pista. Notevole se trovano i soldi…

Notevole se trovano i soldi...

Già … qualcuno direbbe " Stemo semprellà…coi sordi…" :roll_eyes:

Quoto e sottoscrivo Paolo, l’USV nasce (sicuramente in controtendenza rispetto alle scelte operate da altri) esclusivamente come dimostratore tecnologico.

L’USV attuale, l’FTB-1 (Flying Test Bed), è un veicolo atmosferico destinato ad essere sganciato a 40 km di quota da un Pallone Stratosferico. Una successiva evoluzione è l’USV-X destinato ad essere messo in orbita con un razzo Vega, l’USV-X dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) essere l’anello di congiunzione tra i dimostratori tecnologici ed una versione “manned” in scala più grande.

Un articolo tecnico molto dettagliato sull’USV
http://www.aidaa.it/4-2004/Chiesa.pdf

Se vi interessa, giovedì 27 aprile sarò al CIRA per il rollout dell’USV FTB-1, mi porto la macchina digitale e cercherò di scattare qualche foto…

Se vi interessa, giovedì 27 aprile sarò al CIRA per il rollout dell'USV FTB-1, mi porto la macchina digitale e cercherò di scattare qualche foto....

Solo qualche foto??? :smiley: Bhè noi aspetteremo impazienti …

Visto sul sito del CIRA ?
Pare che lo potremo seguire in diretta!

http://www.cira.it/html/italiano/news/news.asp

http://streaming.cineca.it/cira_usv/

Se vi interessa, giovedì 27 aprile sarò al CIRA per il rollout dell'USV FTB-1, mi porto la macchina digitale e cercherò di scattare qualche foto....

Eccome se interessa!!