Missione cinese di difesa planetaria

È in sviluppo una missione per deviare dall’orbita un asteroide. Il concetto è molto simile a quello della missione DART, già in corso. Si tratta di colpire l’asteroide con una sonda impattatrice, osservare gli effetti dell’impatto e misurare la deviazione dell’orbita.
Originariamente si era pensato a una missione più importante, con un obiettivo un asteroide catalogato come pericoloso, ma successivamente il target è stato ridimensionato prendendo un oggetto più piccolo.
L’obiettivo della missione è 2020 PN1, un asteroide coorbitante con la Terra, quasi un “quasi-satellite”, un oggetto con una classificazione al limite tra libero e legato alla Terra.
Si parte nel 2026 con due lanci, l’impattatore e l’orbiter per studiarne gli effetti.

5 Mi Piace

Si passa dal CZ-3B nel 2026 al CZ-5 nel 2025:

2 Mi Piace

Missione approvata:

Sì parte a luglio 2025 e si arriva a febbraio 2026.

3 Mi Piace

Confermato 2019VL5 come obiettivo missione, come già intravisto in una conferenza non ufficiale a marzo.

La comunicazione ufficiale è avvenuta all’8th IAA Planetary Defense Conference, di cui ne abbiamo parlato qui:

3 Mi Piace

Riporto da twitter:

forse si avranno delle notizie in più su questa missione. Stranamente non ho trovato niente sui social cinesi relativi a questo evento.

Mi pare di capire che l’obiettivo sia 2015 xf261.
In attesa di conferme, si tratta di un obiettivo interessante, innanzitutto per le caratteristiche, è piccolo, molto piccolo, ha un diametro di circa 50 metri e una missione di deflessione ne cambierebbe veramente e sensibilmente la traiettoria eliocentrica. L’unica missione al mondo di deflessione finora, DART, ha cambiato in maniera misurabile solo il periodo di rotazione di un asteroide binario.
Inoltre è un asteroide considerato pericoloso, nel senso che non colpirà mai la Terra, ma ci passerà vicino.
Come indicato in questa tabella, passerà a una distanza inferiore di quella della Luna nel 2090.


La tabella è presa da https://iaaspace.org/wp-content/uploads/iaa/Scientific%20Activity/conf/pdc2023/DraftPlanetaryDefenseDecisionmakerGuide_DRR-A2567-1.pdf quindi fa parte di uno studio abbastanza recente.

L’asteroide è stato osservato poco, dalla sua scoperta del 2015 si sapeva ben poco dell’orbita, in particolare non si sapeva con precisione se avrebbe colpito la Terra o meno. L’osservatorio del Vaticano ha organizzato una campagna osservativa nel 2016, l’anno successivo alla sua scoperta, e con le nuove osservazioni è stato escluso definitivamente il rischio d’impatto.

Sto cercando qualche pubblicazione, anche in cinese, per capire se è veramente l’obiettivo definitivo della missione o solo uno dei candidati, appena scopro qualcosa ve la riporterò qui immediatamente.

3 Mi Piace

C’è la conferma ufficiale, la pubblicazione è della settimana scorsa effettivamente.

3 Mi Piace

Abbiamo data e lanciatore, 2027 a bordo di un Lunga Marcia 3B, penso che a breve uscirà il thread dedicato.

3 Mi Piace