Mobile Launch Tower in preparazione per le missioni Artemis

La Mobile Tower di oggi è CT-2.

1 Mi Piace

Dai, se non sbaglio ci sono dei B52 piu’ vecchi, ancora in servizio attivo! :rofl:

2 Mi Piace

Il B-52 non lo batte nessuno!!
L’USAF pianifica di mantenerlo in servizio fino al 2040 quando avrà praticamente 90 anni.

7 Mi Piace

Altre foto.

7 Mi Piace

Video commentato registrato in Realtà Virtuale a 360°.

8 Mi Piace

Nuovo articolo di Luca Frigerio pubblicato su AstronautiNEWS.it

4 Mi Piace

La Mobile Launcher Tower sta tornando a casa. Diretta sul canale di SFN.

2 Mi Piace

La MLT è quasi arrivata al VAB.

2 Mi Piace

Ma il super lavaggio l’hanno fatto che voi sappiate?

In un tweet avevo letto che lo avessero fatto, ma non lo trovo più. Comunque da parte di NASA non mi sembra ci siano state comunicazioni in merito.

Ci sono anche riprese dall’interno

E da sopra!

6 Mi Piace

E una vista drone.

1 Mi Piace

Belli, ma come già detto per chi come me è quasi sessantenne è un dejavu.

Ho rinominato il thread perchè dopo il rollout di prova avvenuto quasi un mese fa, sono inziati i lavori per permettere alle “rotaie” di supportare il peso del Crawler Transporter-2 e di SLS, in uscita dal VAB. I lavori permetteranno di evitare la liquefazione del suolo, un fenomeno per cui il terreno, sotto l’azione di vibrazioni, assume il comportamento di un liquido e non di un solido. Attualmente, comunque, i requisiti di 115 mila tonnellate per le missioni Artemis sono soddisfatti: i lavori di modifica serviranno per le missioni successive, quando verrà aggiunto del carico utile. Grazie a @robmastri per le precisazioni.

I lavori sono iniziati il 2020-11-22T23:00:00Z e nei prossimi mesi i tecnici solleveranno diversi blocchi di cemento, ciascuno del peso di oltre 18 tonnellate, sulla MLP sul Crawler Transporter-2. Quindi guideranno il trasportatore carico su e giù per il percorso tra il VAB e la rampa di lancio, con ogni passaggio che compatterà sempre più il terreno. Al termine del progetto, il crawlerway avrà sostenuto più di 117 mila tonnellate.


Fonte: NASA - Works underway for crawlerway.

7 Mi Piace

Un video a 360° letteralmente sopra alla ML e al pad di lancio.

7 Mi Piace

Dal recente articolo di NSF, apprendiamo che i lavori su ML-2 sono stati posticipati per esaurimento del budget e rimandati al nuovo FY2022

ML-2 dovrà essere pronto per Block1B per Artemis IV (2026), tempo ce n’è, ma i $450 milioni potrebbero non bastare visti i precedenti…
ML-1 dopo essersi fatta i primi 3 Block1 potrebbe essere riarrangiata per Block1B se ci saranno i fondi per dividere il carico del lanci visto che SLS potrebbe volare per molti anni a venire

2 Mi Piace

Sono stati applicati otto adesivi nel frattempo.

https://twitter.com/NASA_SLS/status/1490792506891591680?s=19

2 Mi Piace

arrivata l’analisi dell’Ispettorato Generale, non molto confortante:

il costruttore non l’ha presa bene

e il solito articolo pungente di Eric Berger su Arstechnica

un passaggio abbastanza colorito:
It has gotten so bad that NASA has taken the extraordinary step of removing work from Bechtel’s plate without reducing its payments to the contractor. In early 2022, to allow Bechtel to better focus on the core project, NASA and Bechtel agreed to take the development of the umbilicals out of the contract. NASA will use a different contractor for these cables and hoses and provide them to Bechtel for integration into the tower.

La situazione è diventata così grave che la NASA ha fatto il passo straordinario di rimuovere del lavoro dal piatto della Bechtel senza ridurre i suoi pagamenti all’appaltatore. All’inizio del 2022, per consentire alla Bechtel di concentrarsi meglio sul progetto principale, la NASA e la Bechtel hanno deciso di scorporare il contratto per lo sviluppo dei cordoni ombelicali. La NASA utilizzerà un appaltatore diverso per questi cavi e tubi flessibili e li fornirà alla Bechtel per l’integrazione nella torre.

2 Mi Piace

Jeff Foust riassume la questione nel seguente articolo per Space News:

Il punto è sempre lo stesso: possibile che la NASA (al netto dei contratti COTS tipo CCDev) non sia in grado di imporre progetti FFP (Firm Fixed Price)???

se ho capito bene, un/il motivo potrebbe essere dovuto al fatto che le specifiche di EUS non erano state ancora congelate al momento del bando per ML-2, e quindi nessuno si sarebbe impegnato in un progetto che era già destinato ad aggiornamenti con un fixed price contract… quindi sarebbe colpa di Nasa.

PERO’ io mi chiedo come sia possibile che al 2019 EUS non fosse già stato progettato e definito…

2 Mi Piace