Motore VASIMR

Comincio la traduzione da Wikipedia http://en.wikipedia.org/wiki/Vasimr
Potremmo tradurlo da wiki inglese, metterlo su wiki italiano includendo un bel link a forum astronautico :slight_smile:

Il Rocket Variable Specific Impulse Magnetoplasma ( VASIMR ) è un propulsore elettro-magnetico in via di sviluppo per veicoli spaziali. Esso utilizza le onde radio ad alta frequenza per ionizzare e riscaldare un propellente, e campi magnetici per accelerare ed espellere il risultante plasma così da generare spinta.
Il metodo concettuale di riscaldamento per il plasma utilizzato in VASIMR proviene dal campo della ricerca nella fusione nucleare. VASIMR ha lo scopo di colmare il divario tra sistemi di propulsione che forniscono un elevato livello di spinta per tempi brevi (generalmente di tipo chimico) e propulsori in grado di fornire una bassa spinta per tempi lunghi (generalmente di tipo ionico). VASIMR è in grado di funzionare in entrambe le modalità. Lo scienziato ed ex astronauta Franklin Chang-Diaz (presidente ed amministratore delegato della Ad Astra Rocket Company) ha creato il concetto VASIMR e ha lavorato al suo sviluppo fin dal 1977; la Costa Rica Aerospace Alliance vi collabora al fine di sviluppare un dispositivo esterno di supporto al VASIMR, da installare all’esterno della Stazione Spaziale ISS, così da poter verificare l’efficacia di tale motore nello spazio.


VASIMR schematico

Il Rocket Variable Specific Impulse Magnetoplasma, o Razzo a impulso specifico modulabile di plasma magnetizzato, utilizza le onde radio per ionizzare e riscaldare un propellente che diviene plasma magnetizzato; utilizzando dei campi magnetici quest’ultimo viene poi accellerato ed espulso ad altissima velocità, generando una spinta per contro-reazione. Questo tipo di motore è a elettrodi e come tale appartiene alla stessa famiglia della propulsione elettrica (mentre differiscono per il metodo di accelerazione plasma) come propulsore al plasma senza elettrodi. Può anche essere visto come una versione di un arcjet senza elettrodi, in grado di far raggiungere al propellente una temperatura più alta, ma limitando il flusso di calore del plasma alla struttura. Inoltre, poiché ogni parte di un motore VASIMR è schermato magneticamente e non entra in contatto diretto con il plasma, la durata potenziale di questo progetto di motore è maggiore rispetto agli altri propulsori a ioni.

Molto bello questo prototipo di nave per Marte:


Da notare le pile a radioisotopi tenute lontane dalla nave, e i serbatoi di propellente (idrogeno?).

Livio, abbi pietà.
Scartabella un po’ il forum e vedrai che di discussioni sul VASIMR ce ne sono già mille mila, senza che stai a copia-incollare wiki.

Boh se vuoi, cancellalo; io non ne ho l’autorizzazione, ci ho anche provato.
Volevo solo collaborare.
Avevo digitato nel motore di ricerca VASIMR e non era saltato fuori granché, poi ho capito che l’avevate umanizzato in VASIMIR