Murales spaziali

:star_struck: :star_struck: :star_struck:

10 Mi Piace

Speriamo duri e non ci piazzino a breve un toy.
(Toy nel mondo dei writer é un concetto dispregiativo e di solito per esprimerlo si pasticcia un murales di un avversario)

3 Mi Piace

Ma come mai lo Shuttle?

1 Mi Piace

:scream: noooooo, speriamo di no!!

me lo sono chiesta anch’io… forse chi lo ha creato non conosce a fondo la storia spaziale, o forse era per voler raffigurare due glorie dello spazio tra le più famose… :smiley:

1 Mi Piace

Guarda, c’é una tale inciviltà in giro!!! Nella mia zona c’é un famoso writer chiamato Imen.Ha fatto un pezzo fantastico sui Transformer, un lavoro che sicuramente gli é costato tanta fatica. Gliel’hanno subito pasticciato scrivendo stupidate sopra.

1 Mi Piace

lo so bene, mannaggia!! :weary:
incrociamo tutte le dita per lo splendido murales di Samantha!! :crossed_fingers::crossed_fingers::crossed_fingers:

:stuck_out_tongue_winking_eye::stuck_out_tongue_winking_eye:

11 Mi Piace

Questo te lo concediamo ahahah

2 Mi Piace

vabbè… ma un cicinino meno invasivo no? :crazy_face: :grin:

2 Mi Piace

Vandalo! :wink:

2 Mi Piace

Licenza artistica

1 Mi Piace

Si sa chi è l’artista?

Edit: Sì, gli Orticanoodles, come da Tweet. :smiley:

https://www.amaci.org/gdc/quindicesima-edizione-della-giornata-del-contemporaneo-0/murales-degli-orticanoodles-alleastern?fbclid=IwAR3boi0eGYpwYOZ9Wg27yrThememVEBmwRWt9yBeUfZDqW0ggzLtdV-d8NM

“Un collettivo milanese di street art che fa capo all’artista Walter Contipelli a Detroit. Walter Contipelli, che insegna design urbano all’Accademia Laba di Brescia, basa la propria attivita’ sul concetto di arte partecipata e inclusione sociale, con il coinvolgimento dei residenti delle aree in cui opera nel processo di preparazione dell’opera.”

1 Mi Piace