NASA vorrebbe delle alternative ad Orion

orion

#1

https://www.astronautinews.it/2016/11/13/nasa-vorrebbe-delle-alternative-ad-orion/


#2

Eccola là…


#3

Si era già accennato alla RFI nel thread dedicato alla politica spaziale di Trump.
A latere di questa notizie vi erano altre indiscrezioni in cui si ventilava la possibilità che il programma di exploration torni a focalizzarsi verso la luna,con un apporto dei privati,lasciando l’opzione Marte ad un futuro indeterminato.
Credo che tutte le opzioni siano sul tavolo e che questa RFI sia molto importante.


#4

La recente uscita di Musk potrebbe fare il paio con questa?
Se Orion si rivela inadeguato, quanti secoli passeranno prima di rifare da capo l’Apollo? Allora ci vollero meno di dieci anni. Mercury e Gemini ancora meno.
Okay, i tempi oggi si allungano a causa degli scrupoli sulla sicurezza che allora non c’erano, ma chi oggi potrebbe rimpiazzare Orion in tempi non biblici?


#5

Secondo me è velida la prima interpretazione: cambia il presidente quindi devono “farsi vedere” attivi nel contenere i costi e valutare tutte le alternative. E ricevere offerte dalla concorrenza è la miglior partenza per ricontrattare le forniture in corso con LM :ok:
Poi, che non ci starebbero dentro a riprogettare un altra capsula è lampante.


#6

Ma credo che a rischio ci sia sopratutto SLS.
Orion potrebbe essere lanciato con altri vettori.


#7

Non credo che siano cosi ingenui nel bloccare un progetto in avanzata fase di progettazione e soprattutto costruzione, se all’epoca vollero salvare Ares V, che divenne poi SLS, spero che i Repubblicani faccino una buona scelta, almeno economica; in quanto a parer mio un sistema di trasporto ultra pesante in mano ai privati è più lunga e complessa da ottenere e/o da gestire


#8

Quali? Non mi pare che ci siano in giro dei Saturn.
Se intendi in LEO si, ma Orion non deve almeno arrivare alla Luna?


#9

Fonti vicine al nuovo Presidente sosterrebbero che… “SLS program is unnecessary for NASA. That’s partly because there are commercial companies also working on rockets with heavy-lift capacity”.
Il chè ovviamente è tutto da dimostrare,d’accordo,ma intanto questo è quel che si dice.


#10

Si però…

  • New Glenn è ancora solo propaganda su carta (anche se con la solida base di partenza del New Shepard)
  • Falcon Heavy, a parte che ha rinunciato al crossfeed del propellente e quindi a un potenziale step prestazionale, è comunque meno potente di SLS (in tutte le versioni anche più scrause), soprattutto nella BLEO in quanto mancante, che io sappia, di uno stadio superiore ad alta energia. E se va avanti di questo passo lancerà dopo SLS.
  • ITS è talmente una sparata allo stato attuale che è incommentabile. OK c’è quel bel serbatoio di carbonio. Fantastico.

Tra tutti, SLS, se non gli rompono le scatole e li lasciano lavorare, ha buone probabilità di lanciare e di diventare pure un razzetto ben fatto. OK datato come concezione, OK con mille limiti nella prima versione… ma diavolo, è un inizio. Lasciatelo almeno volare, accidenti.


#11

Ma infatti io mi auguro che SLS ed Orion non vengano toccati,ma semmai integrati con nuovi mezzi di partner privati ed internazionali.
Un architetura di cui facciano parte l’Angara Russo e il Villaggio lunare Europeo,con un bel LEM costruito dai privati o dall’ESA.


#12

è qualche decennio che i programmi SLS e Orion drenano fondi
se fossero abbandonati almeno una parte di questi fondi potrebbero essere investiti in progetti più vitali e interessanti
la scelta va fatta ,e si accorceranno anche i tempi di sviluppo


#13

Costruire mezzi che portino oltre l’'orbita bassa non è e non sarà mai economico!

progetti più vitali e interessanti

Tipo?

Progetti se ne possono fare, ma poi per andare sul posto servono i mezzi. Qualcuno deve tirarli fuori, non si costruiscono da soli. I privati (leggi: SpaceX) stanno un po’ perdendo l’abbrivio. SLS è un progetto solido, val la pena portarlo avanti IMHO.
E alternative a Orion, già provate sul campo per la BLEO, all’oggi non ne vedo.


#14

Mi ricorda quella ragazza che non si accontentava mai del suo ragazzo e voleva sempre cambiarlo con uno più bello e più ricco. Ovviamente morì zitella! Scherzi a parte, ha senso iniziare lo sviluppo di nuovi lanciatori e poi fermarlo per un altro, e poi un altro, e un altro ancora…


#15

Per la logica no.
Per la politica si.


#16

E’ logico stimolare costantemente la creatività di giovani e brillanti menti, per vedere se esiste una soluzione migliore. O no?

Io ne conosco una che é morta staricca. Vabbé sarà l’eccezione che conferma la regola :stuck_out_tongue_winking_eye:


#17

Stanno solo valutando se ci sono imprese con progetti alternativi.
Qui è pieno di giovani (e meno giovani) con idee alternative


#18

Un interessante bozza previsionale delle missioni Orion/SLS per gli anni 20.
Una missione unmanned e nove ( una l’anno) intorno alla luna o nello spazio cislunare con un equipaggio di quattro Astronauti.
Il commento ironico è “10 voli dell’SLS e nessuna impronta su Marte nel 2030”.
Ovviamente non c’è alcun journey to Mars,si tratta solo di una delle tante bufale di cui fu costellata l’Amministrazione Obama.
A questo punto la palla passa alla prossima Amministrazione; o si da un senso ad SLS inquadrandolo in un architettura di ritorno sulla luna,magari in società con privati,Europei e Russi,o si chiude la baracca.
Oppure Orion può essere lanciato con altri vettori Heavy,sempre che si voglia davvero tornare sulla luna,e non rimanere in LEO…in questo caso bastano i COTS,e Bigelow per la prossima stazione dopo la ISS.
Prima si accantona Marte,lasciandolo alle fiction ed ai sogni di Musk,meglio sarà.

http://nasawatch.com/archives/2016/11/10-sls-flights.html


#19

Ai tempi gli scrittori di SF vedevano il primo sbarco lunare per il 2000. Erano ottimisti. Nel 2016 ancora non ne siamo ancora capaci…
Nel '69 girava molta .Lsd


#20

Nel 69 i giochi erano finiti.
Fu nel 61 e nella prima metà dei 60 che si costruì il futuro.