NeoShield

Ho letto una notizia che mi pare molto importante, riportata sul corriere della sera:
http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/12_gennaio_30/ue-protezione-asteroidi-caprara_2f2c7c88-4b58-11e1-8fad-efe86d39926f.shtml

In sostanza sono stati erogati dalla UE 4 milioni di euro per uno studio di fattibilità che durerà 3,5 anni e che coinvolgerà 13 paesi; tale progetto é stato chiamato “NeoShield” e riguarda la costruzione di un missile spaziale che all’occorrenza possa essere lanciato per deviare quell’asteroide che dovesse minacciare di cadere sulla terra. Questo progetto si affianca a studi analoghi già in corso presso Nasa e Roscosmos.

L’asteroide candidato numero 1 al momento é Apophis che potrebbe cadere sulla terra il 13 aprile 2036 (dato con una probabilità su 250.000 = quasi zero sulla scala torino), ma se succedesse potrebbe sviluppare una potenza distruttiva pari a 870 megatoni nel suo punto di impatto con il suolo terrestre.

Logicamente la nostra civiltà deve avere la possibilità di potersi difendere da un’evento simile, e non possiamo stare alla finestra a guardare per quanto le probabilità siano basse.

Ovviamente se allo studio seguirà una fase esecutiva, questo rappresenterà un notevole impulso per il settore spazio europeo; e questa per me é comunque un’ottima notizia.