New Horizons Crosses 9 AU


#1

http://pluto.jhuapl.edu/news_center/news/022108.htm

For Release: February 21, 2008

New Horizons Crosses 9 AU

New Horizons passed a planetary milepost today at 5 a.m. EST when it reached a distance of 9 astronomical units (AU) from the Sun - about 836.6 million miles, or nine times the distance from the Earth to the Sun. “The spacecraft destined for the ninth planet is now just beyond 9 AU and continuing outbound for the solar system’s frontier at more than 60,000 kilometers per hour!” says New Horizons Principal Investigator Alan Stern, of NASA Headquarters.

New Horizons has covered nearly 970.5 million miles (1.56 billion kilometers) since its launch from Cape Canaveral Air Force Station, Fla., on January 19, 2006. Speeding toward Pluto at about 42,000 miles (67,500 kilometers) per hour, New Horizons will zip past the orbit of Saturn - where the Cassini spacecraft now operates - on June 8. That crossing will make New Horizons the farthest spacecraft on its way to or at its primary target.

New Horizons itself won’t have long to enjoy this latest accomplishment, though, as mission operators will put the spacecraft into regularly scheduled hibernation this afternoon at 3:50 p.m. EST.


#2

L’8 Giugno di questo anno la sonda ha passato l’orbita di saturno, all’incirca 10 UA. Dopo le sonde Voyager nessun altra missione spaziale si era diretta verso il sistema solare esterno.
La New Horizons ha compiuto questa incredibile distanza in appena due anni e 4 mesi dal lancio. ( :scream:)
La prossima tappa è l’orbita di Urano che dovrebbe oltrepassare a marzo 2011.


#3

Non vedo l’ora di vederla all’opera con Plutone…


#4

La sonda viaggia a una velocità incredibile ( 2 anni e quattro mesi per superare l’orbita di Saturno), direi che è la più veloce sonda mai lanciata o sbaglio?


#5

Si’, e’ la prima ed unica sonda ad essere stata immessa in una traiettoria iperbolica di fuga dal sistema solare direttamente al lancio


#6

E’ un punto a favore per il tempo di viaggio, ma a sfavore per il lavoro che dovrà fare: infatti attraverserà il sistema plutoniano a velocità folle e avrà poco tempo per eseguire il suo lavoro…


#7

Credo sia la sonda dei record…
Ha sorvolato Giove ad una distanza 4 volte inferiore di quella effettuata dalla sonda Cassini, venendo accelerata a 82.000 Km/h!
Allo stato attuale e stato pianificato il sorvolo di Plutone ad una distanza di circa 10.000 km ed a 27.000 km da Caronte, con una velocità che verrà gradatamente ridotta dall’attrazione gravitazionale del Sole a…soli (si fa per dire) 49.600 km/h :astonished:!!!


#8

Mi associo!
Sarà emozionante dare uno sguardo a quel mondo remoto e ghiacciato! :clap:
Peccato che sarà solo un fly by!


#9

Oggi la sonda New Horizons compie i suoi 1000 giorni nello spazio! La sonda infatti è stata lanciata il 19 gennaio 2006 con un Atlas 5 dalla Cape Canaveral Air Force Station. Il primo incontro con Plutone è programmato per il 2015.


#10

[i]La sonda Americana New Horizons ha compiuto il 15 ottobre i suoi 1000 giorni di viaggio nella sua via per raggiungere il pianeta, pardon, pianeta nano, Plutone ed ha raggiunto una distanza dal Sole superata finora da soli altri 4 manufatti umani: Pioneer 10 e 11 e Voyager 1 e 2.

È già oltre l’orbita di Saturno ed ha continuato ad accelerare fin da quel 19 gennaio 2006, quando ha lasciato la Florida. La sua attuale velocità eliocentrica (rispetto al Sole) è di 17,75 km/s mentre la sua distanza dalla nostra Stella è di 11,23 UA (Unità Astronomiche, pari alla distanza media Terra-Sole, cioè 149’597’870’691 m – circa 150 milioni di chilometri).
È poco oltre il primo terzo di viaggio, infatti il suo traguardo è a circa 32 UA dal Sole ed in tutto questo tempo non ha avuto molto da fare, se non dei periodici test di funzionamento e comunicazione.
L’unico evento un po’ importante, dopo l’incontro con l’asteroide 2002 JF56 che nel giugno 2006 ha permesso di calibrare l’inseguimento ottico di oggetti in movimento, è stato il sorvolo di Giove eseguito il 28 febbraio 2007 dopodiché la sonda ha esercitato le sue capacità ad eseguire rilievi e misurazioni fin quasi alla fine dell’anno scorso.

Il successivo periodo è stato di ibernazione, fino a questa fine 2008.
Attualmente è in corso l’Annual CheckOut 2, iniziato il 2 settembre e che durerà fino al 16 dicembre al quale seguirà un nuovo periodo di ibernazione fino alla fine dell’anno prossimo quando la ‘bella addormentata’ verrà risvegliata ed eseguirà la prima Dress Rehearsal, la “prova generale” delle attività della sonda. Saremo quindi al 40% circa del viaggio di 9 anni fino ai confini del Sistema Solare.

Nelle ultime cinque settimane, New Horizons sta sprofondando nelle tenebre che si estendono oltre Saturno ed ha ricevuto degli aggiornamenti a tutti e tre i suoi sistemi di controllo software: Command and Data Handling (C&DH - gestione di dati e comandi), Guidance and Control (G&C – controllo e navigazione) e Autonomy (autonomia - la parte di riconoscimento e correzione dei guasti e problemi). Questi aggiornamenti sono stati inviati via radio al veicolo per correggere diversi piccoli (e due abbastanza gravi) errori scoperti dopo il lancio ed aggiungere nuove capacità. Attualmente sia il C&DH che il G&C contengono già tutto il software, completo anche delle procedure dell’incontro con Plutone, mentre la parte Autonomy è circa al 95%. Il pregio maggiore di una missione così lunga è di poter lanciare la sonda con un software incompleto, ma che possa essere aggiornabile a piacere ed in sicurezza. Nei nove lunghi anni di viaggio sarà possibile stravolgere completamente la programmazione ottimizzandola con calma.
La cosa fondamentale in questi “trapianti di cervello” è che le procedure per eseguirli siano assolutamente a prova d’errore: un software caricato in modo errato potrebbe bloccare irrimediabilmente la sonda.

Anche per questa sonda il team ha un servizio di informazione “in tempo reale” su Twitter a questo indirizzo
www.twitter.com/NewHorizons2015

Buon viaggio New Horizons, hai ancora molta strada da fare…[/i]


#11

Nonostante sia la sonda più veloce dovremo attendere ancora il 2015 per “vedere” per la prima volta Plutone… :astonished: Questo ci fa comprendere meglio di qualunque numero quali sono le reali distanze del Sistema Solare…


#12

… della nostra casa come andare dal’ingresso alla dispensa (nelle case con corridoio). :stuck_out_tongue_winking_eye: